Leah ha compiuto 16 anni nelle mani di Boko Haram

Dalla Santa Sede a Washington, da Lagos a Londra, si chiede la liberazione della ragazzina cristiana. Rapita a scuola e ridotta a schiava dai jihadisti perché non si è convertita all’islam

«Boko Haram ammazzerà Leah in ottobre»

«È stata condannata a morte». L’appello dei genitori per liberare la figlia quindicenne, l’unica tra le studentesse rapite dai jihadisti a Dapchi e a non essere stata liberata perché «non si è convertita all’islam»