Siria. Ribelli islamisti distruggono una statua della Madonna: «Solo Allah può essere adorato in questa terra» [link url=https://www.tempi.it/videogallery/religioso-wahabita-distrugge-statua-della-madonna#.Um-DR5TX9hw]Video[/link]

Un video mostra il religioso Omar Gharba’ che in una città di Idlib governata dai terroristi islamici distrugge la statua perché «non accetteremo niente tranne Allah»

 Un religioso wahabita, la versione rigidissima dell’islam che vige in Arabia Saudita, è stato ripreso in un filmato mentre al grido di «Allahu Akbar» («Dio è il più grande») distrugge una statua della Madonna nella città di Yaaqoubiya, a Idlib, in Siria.

«SOLO ALLAH». La città di Yaaqoubiya è governata dai terroristi islamici legati ad Al Qaeda dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante, già autori della distruzione di diverse chiese, croci e paramenti sacri. Nel video pubblicato ieri Omar Gharba’ annuncia che «solo Allah può essere adorato nella terra del Levante e solo la legge di Allah può essere stabilita e il tiranno non sarà adorato in questa terra dopo questi giorni, con il permesso di Allah».

LA DISTRUZIONE. Dopo aver detto queste parole con la statua della Madonna in mano e aver aggiunto che «non accetteremo niente tranne che Allah, la sua religione e la Sunna del profeta di Allah, Maometto», distrugge gettandola a terra la statua della Madonna incitando le persone che lo circondano a «glorificare Allah» perché «Allah è il più grande».