Si accendono i riscaldamenti. Regolate i vostri termostati

In alcune regioni i riscaldamenti si sono accesi il 15 ottobre, in altre regioni si accenderanno intorno ai primi di dicembre. E potrebbe essere il momento giusto per cambiare caldaia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’autunno procede, ma con temperature altalenanti, in tutta Italia. Come ogni anno, a metà ottobre, al Nord le minime scendono fino a 7 gradi, mentre al Sud sono ancora in mezze maniche. Di conseguenza i termosifoni verranno accesi nelle varie regioni con tempistiche diverse.

LO STIVALE DIVISO IN SEI. L’Italia non è solo divisa tra Nord e Sud ma in ben sei zone dalla A alla F, che a seconda delle temperature medie stagionali potranno accendere i riscaldamenti con date diverse. Le regioni del Centro e del Sud sono catalogate dalla A alla C, da metà novembre-inizio dicembre, fino a metà marzo, per un massimo di 6/10 ore al giorno. Al Nord ovviamente si parte prima, il 15 ottobre fino a un massimo di 14 ore giornaliere di riscaldamento acceso.

TEMPERATURE. Sempre più case e condominii ormai hanno sistemi di riscaldamento autonomo, per poter ulteriormente adattare le ore di calore al proprio stile di vita. Così facendo sarà anche possibile risparmiare, visto che non c’è motivo di impostare il termostato per avere 20 gradi quando non si è in casa. 20 gradi è infatti la temperatura consigliata dai comuni per non ridurre l’inquinamento e allo tempo stesso avere una casa confortevole. Sono accettabili, secondo la normativa, al massimo due gradi di tolleranza, mentre nei capannoni industriali e negli stabilimenti vi devono essere al massimo 18 gradi.

IL MOMENTO PER CAMBIARE CALDAIA. È proprio questo quindi il momento più adatto per pensare di cambiare la propria caldaia, se la bolletta dello scorso anno è stata troppo salata. Enel Energia consente di avere una caldaia ad alta efficienza energetica con la comodità di un’offerta chiavi in mano. Con l’installazione di un nuovo modello di caldaia, sarà possibile risparmiare fino al 20 per cento rispetto allo scorso anno. E fino al 31 dicembre sarà possibile detrarne le spese del 50 o 65 per cento, e anche per quanto riguarda il pagamento della nuova caldaia sarà possibile rateizzare fino a tre anni, pagando direttamente con le bollette bimestrali o trimestrali. Vari i tipi di caldaie disponibili, a seconda delle esigenze della casa e di quanti vi abitano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •