Google+

Nigeria, Boko Haram conquista Mubi e la rinomina “Città dell’islam”. Per le vie sfilano residenti con le mani mozzate

novembre 6, 2014 Leone Grotti

L’esercito nigeriano ha abbandonato la città davanti a soli 64 terroristi. Mubi è il secondo centro più grande dello Stato di Adamawa: ora è stata instaurata la sharia e nessuno può scappare

Abubakar-ShekauLa seconda città più grande dello Stato settentrionale di Adamawa, in Nigeria, non si chiama più Mubi ma Madinatul Islam, che significa Città dell’islam. Lo ha annunciato ieri il leader di Boko Haram, Abubakar Shekau, per rispondere all’esercito nigeriano che ha promesso di riconquistare Mubi. I soldati, secondo testimoni citati dalla Bbc, sarebbero fuggiti settimana scorsa davanti ad appena 64 miliziani di Boko Haram.

CALIFFATO ISLAMICO. Sui palazzi principali della città di circa 300 mila abitanti sventola da giorni la bandiera nera dei terroristi. Come tanti altri centri urbani del nord del paese, Mubi è ora entrata a far parte del Califfato islamico instaurato ad agosto da Shekau, che ha deciso di mantenere il controllo sulle città conquistate (indicate nella mappa a destra), invece che razziarle e andarsene come faceva negli anni passati.

nigeria-boko-haram-avanzataMANI MOZZATE. Lunedì a Mubi (50 chilometri a sud di Michika) è stata instaurata la sharia e come rivelato da un residente al quotidiano nigeriano Punch, è stata mozzata la mano a dieci persone trovate a derubare nelle case dei cittadini che hanno abbandonato la città in seguito agli scontri a fuoco tra esercito e islamisti. Le persone punite sono state fatte sfilare pubblicamente per le strade.

NESSUNO PUÒ SCAPPARE. Secondo quanto riportato da allAfrica, i terroristi hanno rassicurato i cittadini che saranno trattati meglio rispetto a prima e di «non temere nulla». I residenti sono poi stati costretti a riaprire i negozi, pena la confisca, e hanno proibito l’uso dei mezzi di trasporto privati al di fuori della bicicletta. L’obiettivo, afferma un residente, è controllare ogni mossa della popolazione e impedire che la gente scappi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Ugo says:

    Ma perchè i fautori del dialogo ad oltranza non si offrono per andare a “dialogare” con questi qua?
    O forse aspettano di vederseli per le vie di Roma, per risparmiare il biglietto del viaggio?

    • Menelik says:

      Perché se ne stanno belli comodi a godersi le loro posizioni e i loro stipendi qua, al riparo dal mondo reale laggiù.
      Fanno i grandoni con la pelle degli altri.
      Laici e prelati.
      Hai idea di quanti maledicono i Curdi che resistono a Kobane, ed il prossimo intervento americano contro l’ISIS?
      Chiaramente non te lo dicono direttamente, perché marca molto male.
      Però cercano di rallentare lo svolgimento delle cose e di getare acqua sul fuoco, per il principio che più cristiani crepano adesso in Medio Oriente ed in Nigeria, meno saranno da controbattere poi.
      Loro darebbero un occhio nella testa per vedere la chiesa cattolica perdere le sue missioni africane per sempre.
      Non te lo diranno mai esplicitamente, ma sotto sotto Boko Haram gli sta simpatico per quello che fa ai cristiani.

      • Raider says:

        Proprio così, amico. E infatti, quando si vengono a sapere queste cose, non si fanno vedere. Sono troppo occupati a contestare dati e valore scientifico degli studi che dimostrano come la religione cristiana sia, come sempre, la più perseguitata al mondo. E siccome è documentato anche chi sono i massacratori più di tutti gli altri messi assieme, tacciono loro e omertosa è pure la “grande stampa.”
        E la politica? Nel senso non della Boldrini testimonial di chi non gliene frega niente, ma i Partiti di Centro, Sinistra e Destra? Cho li ha visti, chi li ha sentiti? Perchè, poi, dovrebbero essere conseguenti in tema di multiculturalismo, integrazione, immigrazione. E… No, non si può! Ce lo chiede “l’Europa”! Ma che è, una dittatura, che non si può dire no allUe né sul sacro vincolo del 3% né suull’immigrazione né sull’ideologia gender? Sì, lo è! Per questo non voglio saperne più di questa Ue contro i popoli europei e dei Partiti che ne accettano direttive, diktat e dogmi!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.