La birra degli Iron Maiden è già sold out. Ma in Svezia non la berranno mai

Bruce Dickinson, cantante del gruppo metal Iron Maiden, è un così grande appassionato di birra che ha deciso di produrne una tutta sua. E l’ha chiamata “The trooper”, come una delle canzoni più importanti della discografia della band. Sull’etichetta, la copertina del singolo, un soldato-zombie agguerrito.

SOLD OUT. La birra, bionda classica da 4,8 gradi, molto attesa da fan del gruppo e degustatori di birra, è stata lanciata sul mercato. E la Robinson Brewery, che la produce, è stata costretta a lavorare tre giorni e tre notti in più per riuscire a soddisfare l’enorme richiesta ricevuta. La Trooper viene infatti venduta in casse da sei bottiglie di mezzo litro, e costa 18,50 euro, più le spese di spedizione, un prezzo del tutto accettabile. L’Italia è al 17esimo posto nella classifica dei paesi che si sono lanciati sulla prevendita, 184 in totale.

VIETATA IN SVEZIA. Gli unici tagliati fuori da questi festeggiamenti sono i fan svedesi. La superliberale Svezia ha per il momento vietato la vendita del prodotto, a causa della sua etichetta. Il “trooper”, con il suo volto da teschio che ghigna, non è adatto a essere messo in un supermercato, potrebbe turbare la sensibilità di qualcuno, ha scritto il giornale Aftonbladet, citando le preoccupazioni del monopolio di stato.
Il cantante degli Iron Maiden però difende il personaggio: «Era la scelta più ovvia, il disegno è fantastico e ci sarà un motivo per cui è una delle immagini più tatuate in tutto il mondo». E rassicura chi si accinge a stappare la birra, che si tratta di un prodotto di qualità, non solo apparenza: «Sarebbe stato facile attaccare il nostro logo su una birra qualunque. Noi abbiamo scelto invece una birreria che non deludesse l’aspettativa dei fans».

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •