Israele-Gaza, salta ipotesi di una nuova tregua a causa di Hamas

Dopo le poche ore di cessate il fuoco di oggi, si apprende di una trattativa al Cairo per uno stop definitivo: Israele avrebbe firmato, ma i jihadisti di Gaza rifiutano. Peres chiede scusa per l’uccisione dei tre bambini palestinesi in spiaggia

Si è da poco concluso il cessate il fuoco tra Gaza e Israele: da entrambi i paesi è giunta una smentita all’eventualità di una nuova tregua, definitiva. «Non abbiamo alcuna indicazione in merito» ha detto Mustafa Sawaf da Gaza, una posizione confermata anche da alcuni dirigenti di Hamas («Progressi sono stati fatti ma per ora nessuna decisione»), stando al quotidiano israeliano Haaretz. Lo stesso quotidiano spiega inoltre che rappresentanti dello stato d’Israele hanno però firmato un accordo per la tregua al Cairo, e che ora stanno rientrando a Tel Aviv per discuterne con il resto del governo.

MEDIAZIONE INTERNAZIONALE. È infatti al Cairo che da due giorni sono in corso le trattative diplomatiche: nella capitale egiziana sono arrivati tra martedì e mercoledì rappresentanti di Hamas, per Gaza, e di Israele, che hanno alloggiato nello stesso albergo e che però si sono incontrati con i mediatori egiziani in stanze diverse. In Egitto sono arrivati anche il segretario di Stato Usa John Kerry, e il ministro degli Esteri italiana Federica Mogherini (in rappresentanza della presidenza Ue).

LE SCUSE DI PERES. Intanto nelle ore di tregua di oggi, è stato possibile far entrare aiuti sanitari nelle zone di guerra. Nello stesso tempo si sono fatte più chiare le informazioni sul drammatico triplice infanticidio di ieri sera, quando su una spiaggia della Striscia di Gaza due missili israeliani hanno colpito, nel corso di un raid marittimo, tre bambini che giocavano a calcio. Altri due bambini palestinesi sono morti poi a seguito di un raid aereo che ha fatto sei morti. Il presidente israeliano uscente Shimon Peres ha rilasciato oggi un’intervista alla Bbc in cui ha chiesto scusa e si è dichiarato «profondamente dispiaciuto» Peres ha sottolineato che si è trattato di un incidente, e che le autorità israeliane hanno aperto un’inchiesta.