Il Comune di Milano vuole abbassare il limite in città a 30 km/h

Attualmente il limite di velocità è di 50 km/h. Ora lo si vorrebbe abbassare, cominciando da alcune zone del centro

Continuano i lavori del Comune di Milano per introdurre il limite di 30 km orari in città. Attualmente il limite è impostato a 50 km/h, anche se in molte zone della città questo abbassamento della velocità è già stato impostato, ma sono molti i soggetti che ne vorrebbero l’introduzione dappertutto. Il Comune dichiara che nel 2012 gli incidenti a Milano sono diminuiti dell’8 per cento, ma nonostante questo sono 6 le persone che hanno perso la vita, facenti parte della categoria “utenze deboli”. Cioè ciclisti e anziani.

UTENZE DEBOLI. L’Assessore alla mobilità Pierfrancesco Maran sostiene che un incidente a 30 km orari riduce il rischio di impatto letale, portandolo vicino allo zero. “Melzo e Lazzaretto saranno le nuove zone in cui proveremo l’abbassamento del limite, oltre che Solari, Tortona e Muratori” ha spiegato l’assessore. Un’idea che secondo l’assessore dovrebbe essere estesa a tutti i comuni italiani: “Come Anci, associazione nazionale comuni italiani, abbiamo presentato una proposta al Governo, proprio in questo senso. Le vie dei centri urbani devono diventare a 30 km/h, fatta eccezioni per le principali direttive di scorrimento. Cambiare le regole della strada, facendo sì che aumenti la sicurezza di tutti, deve essere una priorità e i 30 km/h servono proprio per riprogettare le città intorno ai cittadini”. Nella proposta di legge ci sarebbe anche l’introduzione per le biciclette di andare in contromano nei sensi unici, e di non dover rispettare la norma di stare da un lato della strada, se non per motivi di sicurezza.