Fs ci scrive: «Con sant’Egidio un’iniziativa benefica in occasione del Natale»

Pubblichiamo la precisazione inviataci da Ferrovie dello Stato in relazione alla campagna a favore dei senza tetto realizzata sui treni Frecciarossa in collaborazione con la Ong fondata dal ministro Andrea Riccardi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pubblichiamo la precisazione inviataci da Ferrovie dello Stato in relazione all’articolo “Inassimilabili di tutta Italia unitevi” apparso sul numero 2 di Tempi, in cui si citava la campagna a favore dei senza tetto realizzata dalle Ferrovie in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio del ministro Andrea Riccardi. «È un inciso frettoloso e sbilenco– ha risposto il direttore Amicone a un lettore che sollevava perplessità in merito. Me ne scuso con i lettori, il ministro e le Ferrovie dello Stato».

Gentile Direttore,

in relazione al vostro articolo “Inassimilabili di tutta Italia unitevi”, FS precisa che la colletta sui treni a vantaggio di cinque case famiglia della Comunità di sant’Egidio è, e vuole essere, una iniziativa benefica in occasione del Natale. E nient’altro. Iniziative di questo genere non sono affatto una novità per FS. E non lo sono neppure per il suo personale che si è distinto con impegno, per anni, nella raccolta fondi per la ricerca scientifica in campo medico (Telethon) e, negli ultimi due anni, per iniziative solidali (mense Caritas e alloggi per i senza fissa dimora di Milano Centrale).

Sono iniziative pianificate da un anno all’altro, frutto della costante collaborazione delle politiche sociali del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane con istituzioni e associazioni operanti in questo campo.

Federico Fabretti – Direttore centrale Media – FS Italiane

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •