Leader massone si lamenta con Hollande dei Veilleurs Debout: «Sta rinascendo la bestia immonda»

José Gulino scrive a Hollande e chiede di incontrarlo: «Noi massoni francesi siamo allarmati dal crescente anti-massonismo in Francia»

Il Gran maestro del Grande Oriente di Francia, José Gulino, ha chiesto di incontrare il presidente della Repubblica francese Francois Hollande. Il leader massonico non vuole lamentarsi con il presidente della crisi economica che sta investendo il paese o della disoccupazione galoppante, ma «dell’aumento dell’anti-massonismo».

«VIOLENZE DEI VEILLEURS DEBOUT». Gulino denuncia in una lettera a Hollande «le manifestazioni dei Printemps francais e dei Veilleurs Debout [movimenti nati dalla Manif pour tous, ndr] davanti ai nostri uffici» e le scritte anti-massoniche comparse sui muri «dei nostri locali di La Rochelle e Rennes». Queste «violenze», secondo il leader massonico, «rimettono in questione la laicità, che permette la libertà di coscienza e la concordia universale».

«REPUBBLICA MINACCIATA». «Noi francesi massoni», continua Gulino, «abbiamo la Repubblica in fondo al cuore e il Grande Oriente di Francia, sentinella della Repubblica, pensa che l’aumento degli estremismi, dei comunitarismi, delle violenze verbali e dell’intolleranza minacci l’universalismo e la Repubblica, che è fragile perché aperta e tollerante». Una tolleranza poco notata dai manifestanti della Manif pour tous e dagli stessi Veilleurs Debout, che sono stati più volte arrestati solo perché protestavano contro il matrimonio gay.

«RINASCITA BESTIA IMMONDA». Allarmati dalle azioni «di gruppuscoli che mettono in pericolo la libertà di espressione e di pensiero» e «davanti a questa rinascita della bestia immonda», i massoni francesi si aspettano da Hollande «risposte a questa crisi che mette in pericolo i valori repubblicani» e chiedono perciò, «all’insegna della fraternità e della tolleranza», un «incontro» al presidente della Repubblica. Visti i precedenti anti-cattolici di Hollande e del suo governo, che in un anno ha attaccato in ogni modo la Chiesa, non è difficile immaginare che l’incontro con i massoni ci sarà molto presto.