Formigoni: «Il Pdl modello Ppe». Lupi: «Teniamo d’occhio Balduzzi»

Il Governatore lombardo per una rivoluzione moderata: «Il Pdl cambierà nome, diventeremo la sezione italiana del Ppe». Il vicepresidente della Camera chiude la porta a un partito dei cattolici e riapre all’alleanza con la Lega. E alle primarie del partito voterà Alfano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Governatore lombardo Roberto Formigoni nella sua newsletter ribadisce la sua linea e sotto il titolo “Rivoluzione moderata” e scrive: «Indietro non si torna più: il Pdl cambierà nome ma, soprattutto, si aprirà al grande progetto di riunire i moderati sotto l’insegna della sezione italiana del Ppe. Le parole pronunciate oggi dal segretario Alfano confermano la direzione di marcia del nostro partito. Resto convinto della necessità di unire quanti credono nei valori della persona e della sussidiarietà. Lo ero quel sabato 27 novembre 2010 quando assieme ad Angelino Alfano lanciammo a Rete Italia da Milano l’idea di costituire il Ppe italiano. Lo sono e lo sarò fino alla completa realizzazione di questo progetto popolare e riformista».

In un’intervista apparsa ieri sul Quotidiano nazionale, Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera, ha chiuso la porta a un partito dei cattolici e riaperto all’alleanza con la Lega.
Nell’intervista, Lupi dice che «il Pdl è più vivo che mai» e che «la sfida che abbiamo davanti non è quella di fare il partito dei cattolici ma di abbassare i toni dello scontro e utilizzare quest’anno per costruire un bipolarismo mite dove laici e cattolici si impegnino insieme per costruire il bene comune».
Secondo Lupi «il governo durerà fino al 2013», anche se, è ovvio che «se il ministro della Sanità (Renato Balduzzi, ndr), famoso per le sue posizioni su bioetica e coppie di fatto, dovesse andare su questi temi, cade domani mattina. E se leghiamo l’esecutivo ad argomenti come immigrazione, intercettazioni o riforma della giustizia rischiamo di farlo fallire».

Berlusconi candidato nel 2013? Lupi risponde: «Io credo a quello che ho sentito. Berlusconi ha detto che ci saranno le primarie e lui, come me, appoggerà Alfano».
E con la Lega? «Il nostro compito è rafforzare l’alleanza con la Lega e aprire ai moderati del Terzo polo».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •