Firenze, bomba esplode nella notte contro la sede del Pd

Nessun danno a persone, la Digos ritiene si tratti di un atto contro il partito cittadino e contro il premier Renzi. L’ordigno rudimentale è stato fatto esplodere alle 4, creando paura tra i residenti

Intorno alle 4 di questa notte un piccolo ordigno rudimentale, composto da tre bombolette di gas da campeggio immerse in liquido infiammabile, è stato fatto esplodere davanti alla sede fiorentina del Pd. Secondo il segretario fiorentino del partito, Fabio Incatasciato, «Desta sconcerto un attentato che rappresenta qualcosa di veramente grave e preoccupante, qualcosa di serio, non una bravata». Incatasciato ha assicurato che «Fortunatamente non c’è stato nessun ferito anche se le persone degli edifici circostanti sono scese in strada per lo spavento».

MISTERIOSO “BOMBAROLO”. Secondo la Digos, che sta indagando sul piccolo attentato, si tratterebbe di un atto simbolico contro il Pd della città ma anche contro il premier Renzi. Il piccolo ordigno, spiegano alla Digos, ha comunque creato dei piccoli danni alla facciata, e chi lo ha fatto esplodere ha dato probabilmente fuoco al liquido infiammabile, che a sua volta ha portato all’esplosione delle bombolette.