Europee, Piazza Affari: +3 per cento

Milano apre con un aumento significativo

Risveglio da leone, stamattina per Piazza Affari: la Borsa ha apprezzato il 40,8 per cento raccolto dal Pd di Matteo Renzi, un voto che i mercati hanno apprezzato perché simbolo di stabilità, e perché simbolo della vittoria sulle spinte più antieuropeiste (per esempio quelle del Movimento 5 stelle). Stamattina l’indice FTSE del Mib è salito al 2,93 per cento e l’Allshare del + 2,47 per cento: significativo il raffronto con altri indici, per esempio quello di Francoforte stamattina solo al + 1 per cento.

SEGNALE DI STABILITA’. «In ambito domestico è arrivato un segnale di stabilità, con il grande successo elettorale del principale partito di Governo. I timori dei mercati si concentravano però, in chiave europea, sui potenziali effetti destabilizzanti dell’avanzata dei partiti “euro-scettici”. E il consenso raccolto dal Front National di Le Pen in Francia e dall’Ukip di Farage in Gran Bretagna potrebbe condizionare l’andamento delle Borse europee» ha sostenuto Luca Comi nel daily report di oggi di Icbpi.