Google+

Dichiarazione redditi, come fare se il datore di lavoro non paga e non manda la Cu (ex Cud)

febbraio 9, 2015 Massimiliano Casto

Il quesito di un genitore la cui figlia ha ricevuto nel 2014 solo tre mesi di stipendio: quale reddito considerare per indicarla come “a carico”? L’esperto risponde

modello-730-dichiarazione-redditi-shutterstock_132870098Massimiliano Casto, autore di questo articolo, è Tributarista e Consulente del Lavoro. Chi avesse interrogativi particolari o volesse sottoporre domande su questioni riguardanti la fiscalità può scrivere a studiocasto@virgilio.it, specificando nell’oggetto: “Fisco semplice”. Altri quesiti li potete trovare qui.

Quesito

Spett.le Redazione Tempi, vi sarei grato se poteste rispondere a questo mio quesito:
Mia figlia, 26 anni, ha lavorato come commessa nell’anno 2014 con un contratto standard a tempo indeterminato, dimettendosi però dopo pochi mesi. Nel 2014 il datore di lavoro, che nel frattempo ha chiuso la propria attività, l’ha retribuita solo per tre mesi circa ed oggi è stata costretta ad attivare un Patronato per vedere riconosciuto il proprio salario o parte di esso. Quale reddito devo considerare io genitore per poterla considerare a carico nell’anno 2014 e poter usufruire delle eventuali detrazioni? Quello netto intascato? Quello lordo relativo a quanto intascato? O quello relativo a tutti i mesi lavorati anche se di fatto non retribuiti? Come posso fare a saperlo se sicuramente non sarà possibile ricevere un Cud?
Vi ringrazio anticipatamente.
Ivano Marrazzo

Risposta

Gentilissimo lettore,
in tali casi, purtroppo molto frequenti, il lavoratore deve dichiarare solo i redditi effettivamente percepiti.

Anzitutto è bene chiarire che i redditi e la relativa tassazione seguono sempre il principio di cassa e non di competenza. Questo significa che se non verrà consegnata il modello di Certificazione Unica 2015 ex modello Cud Lei potrà dichiarare solo il reddito effettivamente percepito e per cui ha ricevuto la relativa busta paga. Potrà indicare il reddito sommando l’imponibile fiscale delle buste paga e sommando le ritenute fiscali trattenute poiché non è possibile indicare un reddito non percepito.

È opportuno ricordare che il modello Cu Certificazione Unica 2015 ex modello Cud è un documento fondamentale per il lavoratore dipendente o parasubordinato che lo riceve. Contiene tutta la situazione fiscale e previdenziale del lavoratore, relativamente all’anno appena concluso e relativamente al rapporto di lavoro con la società che lo rilascia. Riveste particolare importanza sia perché nel Cu 2015 è indicato il reddito imponibile fiscale, sul quale sono state calcolate le imposte, ed il reddito imponibile previdenziale, sul quale sono stati calcolati i contributi poi versati, sia perché sono indicate nel modello Cu2015 le cifre relative alle imposte trattenute e versate dal datore di lavoro (Irpef e addizionali regionali e comunali) ed anche le cifre relative ai contributi previdenziali a carico del lavoratore. È inoltre indicato anche il trattamento di fine rapporto (Tfr) maturato fino a quel momento.

In caso di mancata consegna del modello Cu2015 ex modello Cud da parte del datore di lavoro al proprio dipendente, ai sensi dell’art. 11 comma 1 del D. Lgs. 471/97, il sostituto di imposta viene punito con una sanzione amministrativa da € 258,23 a € 2.065,83. E tale sanzione viene applicata anche nel caso di una certificazione incompleta o con dati non veritieri.

Essendo la Certificazione Unica ex Cud un documento necessario anche per la presentazione della dichiarazione dei redditi dell’anno, nel caso vi sia un notevole ritardo, è consigliabile spedire sempre una raccomandata al datore di lavoro per richiedere la consegna del modello Cu2015 facendo presente che nel caso la richiesta non sia evasa, si provvederà a denunciare la violazione all’Agenzia delle Entrate competente territorialmente.

Foto dichiarazione redditi modello 730 da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Alessandra says:

    Salve.contatto per avere informazioni. Il mio compagno ha dato dimissioni da un contratto a tempo determinato da maggio 2014.da allora non riesce a contattare il suo ex datore di lavoro il quale nn gli ha dato ne le buste paga ne le restanti spettanze e cud.come possiamo muoverci.grazie

  2. michele del vecchio says:

    Buongiorno, nel mio caso ho ricevuto la Cu certificazione unica 2015 che riporta i dati relativi al mese di gennaio (sono stato licenziato il 31 gennaio 2014), non ho mai percepito i soldi sia della busta paga che della liquidazione, ma sul 730 precompilato dell’agenzia dell’entrate risulta il reddito, come devo
    comportarmi ?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.