Borsa Italiana sceglie In-Presa come Charity Partner per i prossimi tre anni

L’annuncio dato ieri nel corso del Charitable Trading Day organizzato dalla London Stock Exchange Group Foundation presso Palazzo Mezzanotte, la storica sede di Borsa Italiana in Piazza Affari a Milano.

La fondazione London Stock Exchange Group ha annunciato ieri che la Cooperativa Sociale In-Presa è stata scelta come Charity Partner per i prossimi tre anni.

La London Stock Exchange Group Foundation rappresenta il canale esclusivo per la filantropia e le donazioni di tutte le società del Gruppo tra cui Borsa Italiana, Monte Titoli e Cassa di Compensazione & Garanzia. La missione principale della Fondazione è il sostegno a progetti dedicati ai giovani a rischio, utili a esprimere il proprio potenziale attraverso lo sviluppo di competenze professionali e l’avvio di microimprese.

In-Presa è stata scelta all’interno di una rosa di candidati dopo un sondaggio tra i dipendenti del Gruppo. La charity partner ha una durata di tre anni e comprende sia un sostegno economico, sia attività di volontariato che i dipendenti di Borsa Italiana potranno realizzare presso In-Presa.

L’annuncio di questa collaborazione è stato dato nel corso del primo Charitable Trading Day che si è tenuto ieri presso Palazzo Mezzanotte, la storica sede di Borsa Italiana in Piazza Affari a Milano.
Negli anni scorsi la London Stock Exchange Group Foundation è stata partner charity di AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) e Fondazione Banco Alimentare Onlus.

«Siamo onorati di essere stati scelti dalla London Stock Exchange Group Foundation come charity partner» ha dichiarato l’amministratore delegato di In-Presa, Davide Bartesaghi. «Avere Borsa Italiana come compagna di viaggio per un periodo di tre anni ci stimola a immaginare nuove forme di collaborazione tra non-profit e aziende private che possano dare maggiore efficacia all’attività da noi svolta per sostenere i 390 ragazzi che oggi seguiamo a In-Presa. Ringraziamo London Stock Exchange Group Foundation e Borsa Italiana per la loro scelta, per l’aiuto che ci daranno e per questo tratto di strada che percorreremo insieme».

Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato di Borsa Italiana, ha dichiarato: «Sono particolarmente contento di aver condiviso il nostro primo Charitable Trading Day con alcune delle organizzazioni non-profit sostenute dalla Fondazione. Siamo convinti che, attraverso il loro continuo impegno, riusciremo anche noi a dare un piccolo contributo per raggiungere obiettivi importanti».