Promemoria. «Quando l’Occidente aiuta i ribelli moderati, aiuta l’Isis»

Davanti alle ripetute notizie sull’entità dei finanziamenti e dell’addestramento che Stati Uniti e altri paesi offrono ai ribelli cosiddetti “moderati”, il patriarca greco-cattolico di Antiochia e di tutto l’Oriente Gregorios III Laham ha spiegato chiaramente in un’intervista ad Aide à l’Église en détresse perché l’Occidente continua a essere responsabile della guerra che sconvolge la Siria dal 2011.

«Quando l’Occidente aiuta direttamente i [ribelli] moderati in Siria, aiuta indirettamente lo Stato Islamico. Se voi un giorno date dei soldi ai gruppi deboli e moderati, quegli stessi soldi si ritroveranno il giorno dopo nelle mani dei gruppi più forti. Noi vediamo questa cosa accadere ogni giorno».

A marzo, ad esempio, i jihadisti di Jabhat al-Nusra (legati ad Al-Qaeda e finanziati dalla Turchia) hanno sbaragliato il primo gruppo di ribelli a cui gli Stati Uniti hanno fornito armi pesanti letali nel 2014, sequestrando missili TOW anti-carro e altri aiuti militari americani. Emblematico il messaggio che hanno diffuso: «Grazie America, ora le vostre armi le abbiamo noi».

Foto Ansa


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •