Google+

Siria, Al Qaeda elimina i ribelli appoggiati dagli Stati Uniti: «Ora abbiamo noi le armi americane»

marzo 4, 2015 Redazione

La brigata Harakat Hazm, sbaragliata domenica, era la prima ad essere finanziata dagli Usa. Ora Al Qaeda ha disposizione missili TOW anti-carro

al-qaeda-video-usa-cristiani«Grazie America, ora le vostre armi le abbiamo noi». È questo il succo dei tweet lanciati dai terroristi islamici di Al Nusra domenica. La milizia di Al Qaeda in Siria è riuscita infatti a conquistare tutti i principali insediamenti del primo gruppo di ribelli a cui gli Stati Uniti hanno fornito armi pesanti letali. Sequestrando tutti i rifornimenti bellici.

«CI SIAMO SCIOLTI». Da mesi Al Nusra ha preso di mira la brigata Harakat Hazm. Prima i cosiddetti “ribelli moderati” sono stati costretti a ritirarsi dalla provincia di Idlib, poi dalla nuova base nella provincia di Aleppo. Domenica, dopo aver perso l’ultima cruenta battaglia, i responsabili della brigata hanno diffuso questo messaggio: «Il movimento si è sciolto nel tentativo di fermare lo spargimento di sangue». I membri sopravvissuti si sono uniti alla coalizione ribelle Fronte Shamiyah.

ARMI AD AL QAEDA. Come riportato dal Washington Post, ora Al Qaeda ha disposizione missili TOW anti-carro e altri aiuti militari americani. Questi erano stati forniti alla milizia di circa 5.000 uomini l’anno scorso, seguendo un programma architettato dalla Cia per far cadere il presidente siriano Bashar al Assad.

TURCHIA E ARABIA SAUDITA. Dopo il fallimento del primo programma, la nuova strategia del Pentagono prevede l’addestramento di altri 5.00o ribelli siriani perché combattano lo Stato islamico e non più Assad. Il programma dovrebbe partire ad aprile ma come si è visto con il primo, nessuno è in grado di dire se sarà efficace. Nonostante la strategia di armare i ribelli non sia servita a nulla, se non a peggiorare la situazione dei siriani, domenica il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il re saudita Salman si sono accordati a Riyad per aumentare l’invio di aiuti all’opposizione siriana «ed ottenere così risultati».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

31 Commenti

  1. Sebastiano says:

    “…il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il re saudita Salman si sono accordati…”

    Se la situazione non fosse tragica ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate. Due topi si sono accordati su come fare la guardia al formaggio…

    • Geppo says:

      Non si preoccupi , c’è la Cia che architetta…

      • yoyo says:

        Anche no. Il Medio Oriente è la prova provata della incosistenza della CIA di Obama. Molto meglio quella dei waterboarding, per quanto non esattamente ortodossi, per usare un eufemismo.

        • Raider says:

          Succede di tutto, ma, sì, certo che no, non c’è da preoccuparsi, si sa che la colpa è tutta e solo e sempre e unicamente della C.I.A.: che bisogno c’è di chiedersi la ragione dei fatti e prima ancora, conoscere i fatti, interrogarsi su di essi, districare fra interessi contrastanti, convergenti e intecciati a programmi, complotti, alleanze variabili, solidarietà di tipo confessionale, divergenze ideologiche, fattori politici contingenti o strategici, personalismi leaderistici, ecc… Basta sapere che la C.I.A. e le sue macchinazioni sono responsaili di tutto: e non si pensa più, si ripete lo stesso ritornello, si copincollano le solite opinioni e confessioni che collimano con la tesi di fondo: e gli islamici fanno dell’Ue Eurabia: e anche su questo c’è poco da discutere.

          • yoyo says:

            Raider, lo sai come la penso. Infatti stavo mettendo in crisi il concetto dello strapotere dei servizi segreti.

            • Raider says:

              Yoyo, mi sembra chiaro che non mi riferivo a te: e ho capito ciò che intendevi.
              Un saluto.

              • Geppo says:

                Cia o non CIA lei alla fine difende sempre gli usa e i loro amici. Chissà perché …

                • Raider says:

                  Forse perchè c’è gente che per principio, mezzo e fine preferisce credere e ripetere assurdità: e se proprio non riesce a fare l’una cosa e l’altra o si fa prendere dall’entusiasmo per avercela fatta e vuole metterci del suo, ecco, allora, che insinua, come fa lei.

                  • Geppo says:

                    Le assurdità appartengono ai suoi logorroici sproloqui. Se non sopporta le mie insinuazioni ( che evidentemente centrano l’obiettivo ) se ne faccia una ragione oppure vada a sproloquiare altrove.

                    • Raider says:

                      Provi, non dico a ragionare, ma a rinunciare, tanto per cominciare, a dire scemenze, dia il buon esempio, voglio dire, a quelli che sproloquiano come piace a lei.

          • bernardo says:

            Dietro la Cia c’è Sion

          • Tommasodaquino says:

            Sbaglio o l’ue è diventata Eurabia per colpa del multiculturalismo di stampo socialista a cui il presidente Obama non ha mai fatto mistero di fare pedissequamente riferimento?

  2. Doroty says:

    Mi domando se Obama o chi per esso sia effettivamente cosi’ stupido oppure se non si tratti dell’attuazione di un nuovo ordine mondiale nel quale non ci sia piu’ spazio per quella parte di terra che fu la culla della civilta’ e della cristianita che si chiama Europa e Medio Oriente. Obama vuole eliminare Assad perche’ predilige fare accordi ed affari con Putin. In Ucraina, i nazionalisti sicuramente vengono finanziati da qualcuno visto che loro sono sull’orlo della bancarotta. E’ evidente anche a una settantenne come me che c’e’ una superpotenza e una, forse ex superpotenza che si stanto facendo la guerra a casa d’altri e che qui si e’ inserito il terzo incomodo dello stato islamico che ha un suo progetto a parte e che, nel suo delirio, se potesse eliminerebbe gli altri due guerreggianti.
    Il solo buon senso cosa consiglierebbe? Di lasciare da parte nazionalismi vari, manie di grandezza e guerre piu’ o meno a bassa tensione per unire tutte le forze e fronteggiare questo terzo incomodo cosi’ fanatico, crudele e violento.

    • Menelik says:

      Sulla domanda che ti poni in prima riga, ti rispondo che SI, E’ EFFETTIVAMENTE STUPIDO, LUI E LA SUA POLITICA.
      L’ho scritto in maiuscolo per porlo in enfasi.
      Non che lui personalmente sia stupido, Dio me ne guardi, ma E’ IL SUO MODO DI PENSARE AD ESSERE STUPIDO.
      Il modo di pensare suo e di quel bacino cultural-elettorale di cui è l’espressione: quel progressismo insipido che sa tanto di sinistrismo social-democratico, ampiamente rappresentato anche in Europa ed in Italia.
      Considera l’ONU, per esempio: ha “bocciato” Al Sisi, l’unico baluardo all’estremismo islamista in Siria perché…..non ha preso il posto con metodi “democratici”, alla social-democrazia occidentale.
      Gli UNICI ad essere riusciti nell’intento di controbattere efficacemente sul campo di battaglia quelli dell’isis sono stati i guerriglieri Curdi e, secondariamente, l’esercito irakeno sotto la diretta supervisione USA.
      Gli altri, tutti gli altri, hanno fallito miseramente.
      E quel campione di strategia va a fornire armi buone e moderne ai “moderati” siriani, come se esistessero davvero, e ai Peshmerga da gli scartini, i rimasugli di magazzino.
      Ma noi Italiani non credere che siamo meglio: abbiamo fornito ai Curdi dello YPG quando difendeva Kobane, dei razzi anticarro Folgore, di fabbricazione Breda.
      Io credevo fosse roba decente. Mi sono informato, ed ho letto che sono attrezzi obsoleti che non erano all’altezza nemmeno quando sono stati progettati.
      Pensa che l’esercito italiano non li ha voluti in dotazione, e li usa solo per addestramento, noi abbiamo i razzi MILAN di produzione franco-tedesca.
      I Folgore, una volta che spari il razzo, sono poco precisi, non danno la garanzia di mettere fuori uso un carro moderno al primo colpo, però una volta fai partire il razzo, riveli la tua posizione al nemico, e se non lo fermi col colpo che hai sparato, lui ti fa saltare in aria.
      Ecco, abbiamo fornito ai Curdi quell’anticaglia degna solo di un museo di residuati bellici.
      La socialdemocrazia è una droga mentale dannosa come l’eroina.
      Va be’ che anche la destra le ha fatte le sue stronzate, ma mai come adesso nelle mani della socialdemocrazia in USA e CEE, l’Occidente è stato debole, e covo di debolezza su cui, se i governi non perdono presa sui popoli, i terroristi avranno gioco relativamente facile.
      Relativamente perché la gente nelle difficoltà non segue culture e governi, PER GRANDE FORTUNA!!!!, ma segue il proprio istinto di esseri umani su cui la cultura ha poca presa.

  3. Ale says:

    Abu Imran a capo del gruppo “Sharia Belgian” dice che nel 2030 il Belgio sarà arabo musulmano è così Bruxelles…quindi altro che Africa e guerre lì ….chissene, ovvero usiamo soldi e navi per bloccarli e riportarli a casina loro.. questi non vanno fatti proprio entrare e quando arrivano vanno rimbarcati e riportati di là in Africa. Altrimenti se continuiamo così a soccorrerli e farli entrare e passare anche per andare nel Nord Europa domani domineranno il Cuore Economico e Politico dell’Europa e ci soggiogheranno con elezioni “democratiche” per poi abbattere la democrazia ed applicare la Legge Coranica ovunque. Non arriveranno Armati dall’Africa, ci soggiogheranno dal cuore dell’Europa, Bruxelles. Continueranno ad arrivare come “agnellini” bisognosi, noi li aiuteremo nella traversata e loro entrando come PROFUGHI andranno in Nord Europa perché sanno che là riceveranno soldi (quasi uno stipendio) per almeno un anno “senza muovere foglia” e alloggio gratis. Se arrivano con aereo non possono chiedere lo stato di rifugiato e devono cercarsi un lavoro , rischiando l’espulsione. Dobbiamo assolutamente bloccare l’arrivo continuo via mare o tra 15 anni l’Europa sarà tutta loro. Sono lupi travestiti da agnelli. Cosa possono essere persone che pregano 5 o più volte al giorno chiedendo a Dio di proteggere loro e “Annientare Ebrei, Cristiani, Atei ecc” ?! Mi dispiace che chi ci governa sia tanto stolto da non vedere il pericolo. La Francia ora vuole un Islam controllato … Hanno fallito . Non si convive pacificamente con i musulmani, purtroppo, a meno che non rimangano minoranza della popolazione. Se maggioranza la Sharia, la jihad e quindi violenza e sangue saranno pane quotidiano. Abbiamo già il cancro con le metastasi in Europa. Chissene dell’Africa. Urge cura aggressiva o iniziano rivedendo e togliendo tutte le Sure di Morte o vanno bloccate le traversate verso l’Europa. Obama è pro Islam ..basta vedere che rapporti ha con Nethaniaun e quanti Ebrei stanno fuggendo dall’Europa. È in arrivo il nazifascismo islamico Made in Europe, nella migliore delle tradizioni nato nel nord Europa…

  4. Ale says:

    Obama PREMIO NOBEL PER LA PACE!!! Che sfondone. È l’uomo che ha fatto più casini di tutti. In USA ci sono guerre “razziali” neri che urlano e aggrediscono la polizia, quando buona parte della stessa polizia è composta da neri e latini… e poi il Medio Oriente peggio di così non poteva fare. In Ucraina poi non ne parliamo.. Quando termina il mandato questo casinaro??? OBAMA SEI OUT!!!!!!!!!!!!!!!!! Vai a casa dimettiti , fai un regalo non solo agli USA ma AL MONDO!!!!!

  5. Ale says:

    Aggiungo che la Sinistra, ovunque, è così STOLTA da appoggiare gli islamici che sono il nuovo nazifascismo ovvero quello che si sono sempre fregiati di combattere. Ma lo hanno letto il CORANO e le Sure dove si dice Uccidi, Uccidi ed Uccidi, Soggioga , Annienta??? Come fanno ad appoggiare gente che amano definirsi “uomini di pace” se fin dal risveglio pregano Iddio di proteggerli e annientare chi non musulmano?! Loro dialogano solo se in svantaggio o minoranza. Non in maggioranza. Lì comandano e applicano la Sharia. Siamo spacciati perché continuiamo a buttare dentro lupi vestiti da agnelli. Ed Obama si conferma stolto come tutti i politici europei che credono nel dialogo con questi . Devono smettere di fare i cretini in Medio Oriente..hanno aiutato la caduta di Saddam, Gheddaffi poi hanno tentato con Assad andando dietro a mediorientali naturalizzati europei che incitavano la caduta di questi che, se pur dittatori, garantivano un minimo di stabilità e libertà religiosa. Tutto questo casino lo abbiamo anche grazie a Mister Obama. Altro che primavere arabe ..questa è una glaciazione. Ma non vi ricordate la propaganda sostenuta anche da tanti politici nostrani che andavano sostenute le primavere arabe..fatte dai Fratelli Musulmani che ..sono tutto tranne che moderati. Quindi meno male che resiste l’esercito in Egitto. Non possiamo più permetterci politici che ci gettano in pasto all’Islam.

  6. Ale says:

    Non sono contro i musulmani ma contro i musulmani che vogliono la Sharia. Sta a loro farci capire cosa vogliono e se sono disposti a rivedere il loro testo sacro. Non possono più permettersi di dire “va interpretato” . No, lo devono ristampare togliedo quelle Sure. Altrimenti non devono arrivarne altri. E va intrapreso un dialogo con Al Sisi in barba ad Obama. Prima pensavo che tutto nascesse dal l’occupazione dei territori da parte di Israele ma invece è lampante che in medio oriente le etnie arabe ovunque sono fanno guerra o tra loro o contro le minoranze religiose e ora anche in Europa reclamano la loro Sharia. Hanno un problema , grosso, che viene da un’interpretazione violenta dell’Islam , perché hanno Sure mai abrogate che invocano atti incompatibili con una democrazia e chi ha creduto che le primavere arabe portassero democrazia era solo uno stolto . In Europa dobbiamo condurre noi il dialogo e per farlo non possiamo permetterci il lusso di diventare minoranza rispetto a loro. Il buonismo è pericoloso. Il medico pietoso fa la piaga puzzolente.. dice un vecchio adagio.

  7. Nas_Rallah says:

    Foto di McCain con i capi dell’ISIS : non sapeva chi erano

    Hillary Clinton : li abbiamo addestrati e coltivati, ma ci sono sfuggiti di mano

    Mercenari e intelligence NATO occidentali in Ucraina : per controbilanciare gli invasori fantasma russi

    Uccisione (fantasma) di Bin Laden e nessuna foto : per non impressionare i minori

    Video ISIS co-produzione SITE- Katz con terroristi alti due metri e mezzo : per impressionare gli adulti

    Armi USA paracadutate ai Kurdi e finite in mano all’ISIS : errare è umano

    Eh sì, è la conferma che la CIA non è più quella di una volta. Credono che la gente si beva queste panzane. Ma possono sempre contare su alcuni commentatori di questo sito.

    • yoyo says:

      Tornatene in Libano.

    • asdfowejgvopjvop says:

      Ti avevo scritto una bella rispostina, ma sono stato censurato in automatico dalla redazione.
      Menelik

    • Yalla_Yusuf says:

      @Nas_Rallah

      Io credo sappiano che la gente invece si beva sempre meno queste panzane. Ormai sono allo stadio terminale. I due più forti strumenti dell’occidente (il dollaro e il controllo monopolistico dei media) cominciano a scricchiolare sempre più. Alla fine solo qualche reduce crederà ancora ad Hollywood.

      • Raider says:

        Sì, naturalmente, la gente si abbevera alle fonti naturali delle castronerie con cui questa coorte di islamofili, mentecatto-islamisti, vetrero- e neo-marxisti, nazisti vecchio stampo, politicamente corretto, eurocrazia, monoteismo del Pensiero Unico vorrebbero far credere che la dhimmitudine, l’islamizzazione dell’Occidente, la distruzione dell’identità europea siano il destino manifesto dei popoli europei e la salvezza del Cristianesimo.

    • Raider says:

      Il finanziamento e gli aiuti ai talebani contro l’Unione Sovietica come il sostegno alle forze anti-Assad possono rivelarsi un errore, ma i complottisti dicoono che, no, una foto è una foto è una foto è una foto, per farne la prova che l’Occidente è con i terroristi: se lascia che sul campo fazionie regimi si combatano da soli, l’Occidente fa combattere agli le sue guerre: poi, appena l’Occidente vuole combattere i terroristi, le sue guerre e quelle degli altri, i complottisti e i loro riferimenti idelogici, morali e religiosi insorgono e minacciano ritorsioni, con tutti gli islamici “moderati” che si sono stanziati nell’Ue:
      – che Hilary Clinton ammetta ciò che è evidente, il sostegno ai gruppi anti-Assad e che di per sè smentisce le fissazioni dei complottisti, per i complottisti è la prova maestra che il complotto c’è, senza erendersi conto, nel loro totale ottundimento, che il complotto non c’è:
      – ci sono mercenarie volontari occidentali che combattono nel Donbass, come ve ne sono che combattono per l’Ucraina, ma per i complottisti i russofoni del Donbass stanno vincendo da soli:
      – quando fu pubblicato il video di Saddam Hussein che veniva visitato dai medici dopo la cattura, ci fu una sollevazione generale perchè mostrare il sent’uomo il cui cavo orale veniva ispezionato da un dentista occidentale era una “umiliazione” inaccettabile perlui e per il m0ondo arabo:
      – inoltre, dopo che si sostiene che l’Occidente fabbrica burattini alla Bin Laden, che uno sia tolto di mezzo o no, vedete che pena gli fa quest’altra controfigura dell’Occidente e che cambia, dal punto di vista dell’ortodossia clinica complottista, dicedno che bin Laden e altri sono burattini degli U.S.A. sia vivi che morti:
      – d’altra parte, lo stesso discroso vale per i terroristi di Charlie Hebdo, cui nessuno ha visto uccidere giornalisti e gli ebrei del supermarket kosher e pertanto, nessuno è morto, nessuno ha ucciso – forse, mah, sì, no -, i trerroristi non erano terroristi e non erano islamici anche se hanno fatto bene, tutti vivono al sicuro sotto falso nome: e tutte queste fandonie e altre completamente opposte a queste sono contemporaneamente vere perché lo dice Maurizio Blondet:
      – altra chicca: i video dell’isis sono un sofisticato prodotto dei servizi segreti amercani perchèp sono perfetti: e però, siccome i terroroisti sono più alti del normale e quindi, il filmato non è perfetto,m allora, è fatto apposta dai servizi segreti americani e perciò, sono falsi lo stesso:
      – i curdi, l’esercito iracheno, possibili coalizioni a guida O.N.U. sconfiggono i jihadisti armati dagli U.S.A.: è la prova che gli US.A. aiutano i johadisti: ma se non sconfiggono i jihadisti, è la prova che gli U.S.A.
      appogginao i terroristi.
      Eh, sì, questo sito non è come gli altri, dove le cavolate prodotte da questa rete filo-islamica funzionano: e quindi, i complottisti si rosicano il fegato, rovinato da tutte le porcherie paranoidi che ingurgitano. Buon appetito.

  8. roberto says:

    Qando i tanti anche in Italia, anche tra i lettori di Tempi, si accorgeranno che gli Stati Uniti stanno perseguendo un loro progetto che è antitetico al nostro bene, quando capiremo che la democrazia non si esporta, allora quanto meno non ci faremo più prendere in giro e chiameremo le cose con il loro nome. Cambierà poco o niente, ma almeno quando ci tirano bastonate in testa forse smetteremo di ringraziare chi ci bastona (e di pagarli…)

    • Leo says:

      @Roberto

      Io credo che tanti in Italia se ne siano già accorti. Parli con la gente e vedrà che l’atmosfera sta cambiando. Poi che gli stessi abbiano un’idea chiara sul da farsi questo è un altro paio di maniche.
      Noti che poi vi sono anche persone talmente legate ideologicamente al mito USA che di questa presa di coscienza ne sono strutturalmente incapaci.

  9. FoKauldt says:

    L’ISIS o Al Qaida o le altre sigle di cui si serve la triade diabolica sarà sconfitto sì, ma dagli arabi stessi. Ecco un articolo sugli ultimi sviluppi :

    I capi settari terroristi di Jabhat al-Nusra eliminati in un’operazione speciale della Siria

    marzo 6, 2015

    Murad Makhumudov e Lee Jay Walker Modern Tokyo Times

    Il governo laico della Siria è in prima linea contro il terrorismo internazionale, mentre gli USA continuano a istigare Qatar, Turchia e Arabia Saudita contro questa nazione indipendente. Ancora una volta, le Forze Armate della Siria mostrano al mondo che rimangono vigili e unite contro le numerose minacce estere che cercano il caos. Pertanto, la fine dei capi del gruppo affiliato ad al-Qaida sarà saluta da tutta la Siria, perché Jabhat al-Nusra, proprio come il SIIL (Stato islamico – SI) e una pletora di altri gruppi terroristici, vuole uno Stato confessionale basato su leggi medievali e persecuzione degli altri gruppi religiosi. Abu Humam Shama, Abu Musab Falastini, Abu Bara Ansari e Abu Umar Qurdi sono stati eliminati da un attacco aereo secondo informazioni da Jabhat al-Nusra. Tali individui non mancheranno alla popolazione della Siria perché Jabhat al-Nusra è una delle tante vili forze terroristiche e settarie presenti in Siria su istigazione internazionale. In altre parole al-Nusra, proprio come il SIIL, non teme per nulla NATO, Turchia o Israele. Al contrario, tutte le principali forze terroristiche e settarie si sentono protette nei pressi delle frontiere con Israele e Turchia. In effetti, i terroristi di tali due gruppi e della pletora di altri gruppi, sono spesso curati negli ospedali di Israele e Turchia. Allo stesso modo, i complotti internazionali usano altre nazioni, come la Giordania, per destabilizzare la Siria. La BBC riferisce: “Dettagli dell’attacco non sono chiari. Tuttavia, l’agenzia di stampa ufficiale siriana ha descritto come un’”operazione unica” quella svolta dall’Esercito siriano nella zona di al-Habayt“. Dettagli rimangono ancora indefiniti, quindi la BBC continua: “Altre fonti citate dalla Reuters affermano che l’attacco ha avuto luogo nella città di Salqin, vicino al confine con la Turchia.”
    Chiaramente, la notizia sarà salutata da tutte le nazioni che si oppongono al terrorismo internazionale e al settarismo. Tuttavia, nei corridoi del potere a Ankara, Doha, Londra, Riyadh, Parigi e Washington, questa notizia sarà accolta negativamente perché tali nazioni hanno tramato, e continueranno a tramare, contro la Siria laica. L’operazione speciale svolta dalle forze armate della Siria è un indicatore chiaro che queste unità militari multi-religiose rimangono ferme e unite contro i nemici interni ed esterni. E’ tempo per le altre nazioni di astenersi dal sostenere le forze settarie e terroristiche, perché il conflitto si trascina per via delle malvagie azioni di USA, Francia, Quwayt, Qatar, Arabia Saudita e Regno Unito. Accanto ad esse, Giordania e forze sinistre in Libano aiutano le numerose ratlines terroristiche che permettono al terrorismo internazionale di prosperare nel Levante. Naturalmente, Hezbollah in Libano aiuta il ricco mosaico della Siria contro la barbarie taqfira che scorre nelle vene di gruppi terroristici come Jabhat al-Nusra e SIIL. Allo stesso modo, il principale leader cristiano del Libano, Michel Aoun, è fermamente convinto che il governo della Siria sopravviverà ai tanti sinistri complotti contro questa nazione

    • Raider says:

      A istigare i Paesi del Golfo sarebbero gli U.S.A… Le rivalità e ostilità fra questi Paesi così come con l’Iran, non hanno bisogno di suggerimenti e i tentativi di Assad di dare luogo alla Grande Siria si sono scontrati, nel passato, con le mire iraniane, senza contare il protagonismo irakeno di Saddam Hussein nella regione.
      Le contrapposizioni all’interno della Lega Araba, poi, sono andate avanti da sole: e vedete un po’ il trattamento riservato ai giordani, anch’essi attaccati come l’Arabia Saudita accusandoli di essere governati da dinastie cripto-ebraiche.
      Lo stesso per la Turchia quanto al suo Pater Patriae, Ataturk, accusato dagli islamici turchi e non solo da essi, oltre che dai complottisti, di essere cripto-giudeo, frottola che mal si concilia con la pretesa di un Islam modernizzatore che, però, in Turchia si affida alla restaurazione delle tradizioni islamiche portate avanti dal govero Erdogan. La demonizzazione della Turchia procede a corrente nervosa alternata, n nonostante Erdogan abbia impresso alla Turchia una svolta decisa verso la re-islamizzazione: e come se non bastasse questo a mostrare la confusione mentale da cui i complotisti si tirano fuori con i limpidi schemi della paranoia, i complottisti che giurano che la Turchia è manovrata dall’Occidente hanno appena finito di salutare con favore, come una loro vittoria personale, la ritrovata intesa fra Turchia e Russia in funzione anti-occidentale; mentre il nuovo corso che vede la Turchia in rotta di collisione con Israele è cosa nota, di cui i complottisti, appunto perché non devono perdere di vista le loro allucinanti dietrologie, fanno finta dio non essersi accorti.
      E dopo tutto questo, sono gli U.S.A. e gli Occidentali a istigare i turchi e gli altri… E dopo che si era profilata un’intesa con gli U.S.A. in funzione anti-Isis: e addirittura, un’intesa sottobanco in tal senso con gli iranaiani… I complottisti filo-islamici la raccontano e la girano come gli fa dire la testa secondo teorie che non chiedono molto ai loro cervelli. Ma sarà interessante vedere
      – se, liberata la Siria dall’Isis tenendosi il caro leader, i cristiani potranno tornare dai Paesi in cui sono fuggiti, godere del diritto di fare la minoranza sottomessa, i siriani potranno tornare a essere di nuovo felici di essere sottoposti al regime del clan alawita degli Assad e se, d’incanto, i conflitti per egemonie regionali si saneranno da soli;
      – se in Iraq i ribelli sunniti in lotta con i governi sciiti instauratisi con la fine del regime saddamita smetteranno di seminare bombe nel nome del defunto raìs;
      – e se l’Arabia Saudita – accusata di complottare con gli U.S.A., ma che, a scorno dei complottisti, accredita ufficialmente, con premi internazionali, le teorie complottiste, smentendo così chi vuole i Saud complici degli U.S.A. – si farà ancora dire dagli U.S.A., per conto dei complottisti, le cose di cui gli U.S.A. vogliono essere accusati da loro in ordine all’undici settembre e a seguire.

    • Ale says:

      Gli USA hanno peccato di ingenuità. Nella seconda guerra mondiale appoggiarono i partigiani per far cadere il nazifascismo in Italia ed in a Europa..ma gli occidentali sono molto diversi dai popoli del medioriente che vedono “colonialisti ed oppressori” ovunque e si rivoltano anche contro chi li vorrebbe aiutare ad instaurare la democrazia. Non si esporta la democrazia dove si negano i diritti umani con un testo “sacro” e si esalta la dissimulazione, la violenza verso altre forme di religione , verso omosessuali , blogger liberali, donne perché considerate impure ed inferiori all’uomo. Gli USA hanno peccato di notevole superficialità ed ingenuità. Obama e la sua amministrazione sono pessime. Il CORANO è incompatibile , così com’è oggi con quelle Sure, con la parola Democrazia. E le guerre del medioriente stanno pesando veramente troppo sull’Europa , Italia in primis, di questo Mister Obama è chiamato a rispondere!!!! Era meglio Saddam, Gheddaffi e company dell’ISIS e degli emiri del Qatar che sovvenzionano questi. Per cui ben venga Al Sisi

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tutto quello che c'è da sapere sull'auto formato business, dalle motorizzazioni che vanno di più agli optional irrunciabili, passando per carrozzerie e colori

L'articolo Auto aziendale, come scegliere quella giusta? proviene da RED Live.

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.