Hollande annuncia la legalizzazione dell’eutanasia in Francia: peggio di così si muore

Dopo l’uscita di un articolo sul settimanale di gossip Closer, che ha svelato la scappatella amorosa tra il presidente socialista Francois Hollande e l’attrice di 20 anni più giovane Julie Gayet, oggi il capo di Stato francese ha tenuto una conferenza stampa per fare chiarezza. L’affaire Gayet l’ha liquidato in 20 secondi così: «Ognuno nella vita personale attraversa delle prove, sono momenti dolorosi ma sono problemi privati e non voglio parlarne adesso».

Per distogliere l’attenzione dallo scandalo che ha fatto finire all’ospedale la sua attuale compagna Valérie Trierweiler, Hollande ha fatto due annunci. Prima ha promesso, da qui al 2017, 30 miliardi di sgravi fiscali per imprese e lavoratori autonomi. Una bella mossa, anche se in 17 mesi il presidente “normale” è diventato famoso per le promesse non mantenute, che l’hanno reso il «presidente più impopolare della storia della République».

Poi ha annunciato che la Francia, sempre impegnata nel «rispetto della dignità», approverà la legalizzazione dell’eutanasia. Ovviamente, ci saranno «paletti severissimi», ma chi ha seguito l’evoluzione della legge in Belgio, che sta per estendere la “buona morte” anche ai bambini, sa quanto valgono queste parole.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •