Amici, Renzi costretto a rinunciare alla De Filippi

Il premier oggi avrebbe dovuto registrare la partecipazione ad Amici, ma Mediaset aveva sconsigliato di farlo prima delle europee. È stato Renzi stesso a decidere di rinviare. Intanto riunione a Palazzo Chigi sulle riforme

Renzi ad Amici di Maria De Filippi 2 – un anno dopo. Un sequel che sembra non potersi fare: è stato lo stesso Renzi a decidere di non partecipare alla registrazione della puntata di oggi, che andrà poi in onda il 3 maggio. Avrebbe avuto a disposizione tre minuti in piena libertà di espressione, con il solo “paletto” imposto dalla De Filippi di parlare dei giovani, al centro del programma: ma i vertici Mediaset, preoccupati per il rispetto della par condicio, avrebbero dato l’indicazione di cancellare l’ospitata. Renzi ha preferito smorzare le polemiche, e decidere quindi di non andare.

IL CHIODO NERO. È diventata la più fotogragata e chiacchierata delle “ospitate” la partecipazione dello scorso anno, a marzo 2013, alla trasmissione condotta dalla De Filippi dell’allora sindaco di Firenze e leader della minoranza Pd. La De Filippi è leader indiscussa negli ascolti di prima serata, Renzi è stato il primo politico a partecipare alla trasmissione pop per eccellenza. Quella è stata l’occasione in cui Renzi si è presentato in chiodo nero e jeans (uno stile che ricordava quello di Fonzie nel telefilm Happy Days) che poi gli ha “regalato” l’appellativo usato da Beppe Grillo, “Renzie”. Il premier oggi ha comunque solo rinviato la sua partecipazione al programma, in un momento di maggiore tranquillità.

RIFORME. A palazzo Chigi stamattina si è tenuta intanto una riunione con il ministro alle Riforme Maria Elena Boschi, con la presidente della commissione Affari Costituzionali del Senato, Anna Finocchiaro e con il capogruppo Pd a palazzo Madama Luigi Zanda, sul ddl costituzionale di riforma del Senato e di abolizione delle province, in vista della prosecuzione dell’iter in commissione e di eventuali modifiche che il governo potrebbe apportare.