Google+

Spread, quattro cose elementari che nessuno dice

marzo 16, 2012 Massimo Giardina

Lo spread è sceso sotto quota 300 ma nessun titolo in prima pagina l’ha fatto notare, diversamente dai tempi in cui al governo c’era Silvio Berlusconi e ogni minima variazione era spunto per un titolo a sei colonne. Se ora lo spread scende è perché il Parlamento appoggia stabilmente Monti, che porta a termine le riforme cominciate dall’ex premier.

Lo scorso 14 novembre il prof. Alberto Quadrio Curzio dichiarava a tempi.it: «Mi auguro che pian piano lo spread rientri sotto i 300 punti base, ma ci vorrà un po’ di tempo» (leggi l’intervista). Il momento è arrivato, infatti il differenziale tra Bund decennale e Btp è sceso sotto quota 300 nel tentativo di agganciare la soglia di tranquillità verso i 200 punti base. Ieri la Bce ha fatto sapere che, grazie all’operato dell’esecutivo Monti, l’Italia ha registrato il maggiore calo dello spread nell’Eurozona: una flessione di 166 punti base che riporta ad agosto i valori dei rendimenti sui Btp.

Perché lo spread ha assunto una così elevata significatività nei contesti finanziari? Il differenziale misura la distanza tra due economie e restituisce un’informazione sulla stabilità di una nazione nei confronti dell’altra. Non riguarda due valore assoluti, ma grandezze variabili nel tempo il cui criterio di correlazione risiede nella capacità di generare sicurezza per gli investitori, nella considerazione  dei fondamentali economici e delle previsioni di crescita di una nazione. La distanza con la Germania indica il livello di rischio dell’Italia nei confronti di un paese ritenuto il punto di riferimento dell’Euro. Paradossalmente, se la Germania cominciasse a destare sospetti di affidabilità, lo spread si abbasserebbe non per la bravura degli italiani, ma per un declassamento dell’economia tedesca.
Bisogna oltremodo distinguere le diverse modalità di acquisto dei titoli di stato: la prima da compiersi al momento dell’emissione attraverso la partecipazione alle aste del Tesoro (meccanismo d’asta marginale); la seconda nel mercato secondario. Quest’ultimo è il luogo dove avvengono gli scambi di titoli già emessi. La definizione del costo dei rendimenti per il dipartimento del Tesoro avviene in fase di collocamento, nel secondario vengono fissati i prezzi negli scambi tra i privati.
 
Il prof. Quadrio Curzio, nell’intervista appena citata aveva inoltre dichiarato che i conti italiani erano in ordine. Cosa è cambiato da quel 14 novembre? In primo luogo gli attori della politica. Il governo Monti sta portando a compimento alcune  riforme scritte in parte dai ministri che sedevano fino al 12 novembre nelle poltrone di Passera, Fornero &Co. La differenza più rilevante rispetto all’esecutivo precedente è in Parlamento, perché dai numeri “risicati” di Silvio Berlusconi si è passati ad un consenso quasi plebiscitario per Mario Monti. Il professore bocconiano si è così trovato in una strada in discesa perché ha potuto portare a compimento riforme già pronte (o quasi) e godere dell’appoggio di quasi tutto il Parlamento. Esito? Gli spread si sono abbassati e i giornali (non economici) sono passati dall’inserire la parola spread in prima pagina alla semplice menzione negli articoli delle sezioni economiche.
Twitter: @giardser

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana