Google+

Siria. Islamisti bruciano una chiesa e arrestano una ragazza perché non porta il velo

ottobre 28, 2013 Leone Grotti

Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante ha dato fuoco alla chiesa armena di Tal Abyad e ha arrestato una giovane ragazza di Raqqa, che ha rifiutato il nuovo imposto codice di abbigliamento

Non si fermano le violenze dei ribelli nella provincia di Raqqa, in Siria. Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isis), brigata legata ad Al Qaeda che ha trasformato la città di Raqqa in un emirato islamico, ha arrestato una giovane minorenne perché si è rifiutata di vestire l’hijab, velo che copre il capo.

«ABBIGLIAMENTO ACCETTABILE». Dopo la conquista della città, i terroristi islamici hanno distribuito a tutte le ragazze della scuola Hamida Tahira «un abbigliamento accettabile dal punto di vista religioso», l’hijab appunto. Una ragazza però non ha voluto indossarlo e come riporta oggi l’Osservatorio siriano per i diritti umani è stata arrestata.

 CHIESA BRUCIATA. L’Isil ha anche dato fuoco ieri notte alla chiesa armena nella città di Tal Abyad, sempre nella provincia di Raqqa. I miliziani, prima di bruciarla, hanno smontato la croce che campeggiava sulla sommità dell’edificio e l’hanno distrutta. I guerriglieri dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante a fine settembre erano già entrati nella chiesa greco-cattolica di Nostra signora dell’Annunciazione a Raqqa, bruciando tutti i paramenti religiosi.
La stessa cosa è stata fatta nella chiesa cattolico-armena dei martiri, dove hanno anche distrutto la croce che si stagliava sopra la torre e l’hanno rimpiazzata con la loro bandiera che inneggia al jihad. Le due chiese erano state colpite perché facevano suonare le campane a mezzogiorno, durante il richiamo alla preghiera del muezzin.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Altro che semplice restyling: la C4 Cactus 2018 ha una linea nuova per il 90%, adotta Airbump più piccoli e ora punta al cuore del segmento C. I prezzi partono da 17.600 euro

L'articolo Prova Citroën C4 Cactus 2018 sospensioni “magiche” proviene da RED Live.

La Casa americana invoglia i giovani all'acquisto della moto dei sogni proponendo i modelli Street 750, Street Rod e Sportster Iron 883 a condizioni vantaggiose. Le promozioni scadranno il 30 aprile

L'articolo Il mondo Harley alla portata dei giovani proviene da RED Live.

Il 24 e il 25 marzo, se siete in zona capitale, non prendete impegni: ci sono gli Honda Days 2018 all’autodromo di Vallelunga. Si possono provare auto, moto e non solo…

L'articolo Honda Days 2018: 24 e 25 marzo, tutti a Vallelunga proviene da RED Live.

Neve, ghiaccio, temperature polari e 26 passi alpini. La terza edizione della 20Quattro Ore delle Alpi, organizzata da Audi, ha incontrato le condizioni giuste per mettere alla prova 5 equipaggi che si sono sfidati a suon di km percorsi e prove speciali ghiacciate sulle nuove RS4. C’eravamo anche noi

L'articolo 20Quattro Ore delle Alpi Audi. C’ero anch’io proviene da RED Live.

Presentata per la prima volta nel 2007, la Peugeot 308 ha subito un restyling nel giugno 2017. Dal punto di vista meccanico la novità preponderante era stata la sostituzione del cambio automatico a 6 rapporti in favore di un nuovo 8 rapporti. Un cambio più evoluto sviluppato dalla giapponese Aisin capace di rubare sulla bilancia […]

L'articolo Peugeot 308: aggiornamenti a 8 rapporti proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi