Google+

Peccato non avere il fair play, ma peggio ancora è averlo farlocco. Il caso Ronaldo

maggio 23, 2015 Fred Perri

Mi dicono che Cristiano Ronaldo se n’è andato dal prato del Bernabeu senza dare la mano ad arbitri e juventini. Aggiungo io: ha pure cornificato Irina Shayk

ronaldo-chiellini-real-madrid-juventus-ansa

Pubblichiamo la rubrica di Fred Perri contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Riccardo Dietrich, lettore con padronanza di aggettivi (mi definisce mitico), segnala che Cristiano Ronaldo se n’è andato dal prato del Bernabeu senza dare la mano ad arbitri e avversari juventini dimostrando scarso se non inesistente fair play. Aggiungo io: ha pure cornificato Irina Shayk, topona doc. Ma come si fa? Non c’è più rispetto, non c’è più decoro.

Caro Riccardo, il fatto di Irina maltrattata mi sembra più grave. Sul fair play ti seguo ma fino a un certo punto. Meglio averlo che non averlo, ovviamente, ma non deve diventare un obbligo. Già ce ne sono troppi. Se uno non ne è capace affari suoi. E poi deve essere sentito, ce lo devi avere. Come il coraggio, se non ce l’hai non te lo puoi dare.

Comunque meglio non stringere la mano agli avversari che fingere di aver subìto un fallo da rigore, segnare di mano e tirar via una rotula entrando in maniera delinquenziale. Nel calcio ormai dilaga il fair play a comando. Butta fuori la palla se un avversario è a terra (ma perché?, si gioca, poi vediamo); restituiamo il pallone se il gioco è stato interrotto e la palla ce l’avevano gli altri. Infine il delirio del terzo millennio: la mancata esultanza per antica militanza.

Domenica l’ho visto fare a Maxi Lopez in Torino-Chievo. Ma perché?, ho chiesto. Risposta: ha giocato sei mesi nel Chievo un anno fa. Un poderoso vaffanculo mi è nato dal cuore. Scusa, Riccardo, per il mio scarso fair play.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. salvatore scrive:

    concordo . oggi ci sono giocatori che cambiano dodici squadre in una carriera. allora che dovrebbero fare ? non esultare mai ? lo trovo fetido come un qualsiasi politicamente corretto. poi magari fuori dal campo è un pedofilo o un evasore fiscale o peggio…ma l’importante è che non ha esultato per aver segnato alla sua ex squadra

    • carron scrive:

      Sei mesi sono tanti per la vita di un uomo. Cose grandiose possono accadere in sei mesi. Cosa ne sapete voi della sua vita? Chi siete voi per giudicare? Per ridurre il gesto di un uomo a quattro ridicoli stereotipi? Se non ha esultato avrà le sue ragioni!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana