Google+

Papa Francesco. «Non sono una star. La Chiesa ha fatto più di tutti sugli abusi, eppure è la sola ad essere attaccata»

marzo 5, 2014 Redazione

Riportiamo ampi stralci dell’intervista a papa Bergoglio pubblicata oggi dal Corriere della Sera. Famiglia, matrimoni gay, povertà, Benedetto XVI e ruolo della donna tra i temi affrontati

«Sigmund Freud diceva, se non sbaglio, che in ogni idealizzazione c’è una aggressione . Dipingere il Papa come una sorta di superman, una specie di star, mi pare offensivo. Il Papa è una persona normale». Così papa Francesco afferma in un’intervista al direttore Ferruccio de Bortoli pubblicata oggi sul Corriere della Sera. Ne riportiamo alcuni stralci.

BENEDETTO XVI. «Il Papa emerito non è una statua in un museo. È un’istituzione. Non eravamo abituati. Sessanta o settant’anni fa, il vescovo emerito non esisteva. Venne dopo il Concilio. Oggi è un’istituzione. La stessa cosa deve accadere per il Papa emerito, Benedetto è il primo e forse ce ne saranno altri. Non lo sappiamo. Lui è discreto, umile, non vuole disturbare. Ne abbiamo parlato e abbiamo deciso insieme che sarebbe stato meglio che vedesse gente, uscisse e partecipasse alla vita della Chiesa. (…). La sua saggezza è un dono di Dio».

MISERICORDIA. «È il centro del Vangelo. Altrimenti non si capisce Gesù Cristo, la tenerezza del Padre che lo manda ad ascoltarci, a guarirci, a salvarci».

MARXISMO. «Non ho mai condiviso l’ideologia marxista, perché non è vera, ma ho conosciuto tante brave persone che professavano il marxismo».

PEDOFILIA. «I casi di abusi sono tremendi perché lasciano ferite profondissime. Benedetto XVI è stato molto coraggioso e ha aperto una strada. La Chiesa su questa strada ha fatto tanto. Forse più di tutti. (…) La Chiesa cattolica è forse l’unica istituzione pubblica ad essersi mossa con trasparenza e responsabilità. Nessun altro ha fatto di più. Eppure la Chiesa è la sola ad essere attaccata».

POVERI. «Il Vangelo condanna il culto del benessere. Il pauperismo è una delle interpretazioni critiche. (…) San Francesco ha avuto la genialità di collocare il tema della povertà nel cammino evangelico. (…) La povertà allontana dall’idolatria, apre le porte alla Provvidenza. Zaccheo devolve metà della sua ricchezza ai poveri. E a chi tiene i granai pieni del proprio egoismo, il Signore, alla fine, presenta il conto».

FAMIGLIA. «Si è scelto di discutere della famiglia che attraversa una crisi molto seria. È difficile formarla. I giovani si sposano poco. Vi sono molte famiglie separate nelle quali il progetto di vita comune è fallito. I figli soffrono molto. Noi dobbiamo dare una risposta. Ma per questo bisogna riflettere molto in profondità. È quello che il Concistoro e il Sinodo stanno facendo. Bisogna evitare di restare alla superficie. La tentazione di risolvere ogni problema con la casistica è un errore, una semplificazione di cose profonde, come facevano i farisei, una teologia molto superficiale».

KASPER. «Il cardinale Kasper ha fatto una bellissima e profonda presentazione. (…) Il quinto punto era quello dei secondi matrimoni. Mi sarei preoccupato se nel Concistoro non vi fosse stata una discussione intensa, non sarebbe servito a nulla. (…) I confronti fraterni e aperti fanno crescere il pensiero teologico e pastorale. Di questo non ho timore, anzi lo cerco».

VALORI E UNIONI CIVILI. «Non ho mai compreso l’espressione valori non negoziabili. I valori sono valori e basta. Per cui non capisco in che senso vi possano essere valori negoziabili. (…) Il matrimonio è fra un uomo e una donna. Gli Stati laici vogliono giustificare le unioni civili per regolare diverse situazioni di convivenza, spinti dall’esigenza di regolare aspetti economici fra le persone. (…) Si tratta di patti di convivenza di varia natura, di cui non saprei elencare le diverse forme. Bisogna vedere i diversi casi e valutarli nella loro varietà».

DONNA. «È vero che la donna può e deve essere più presente nei luoghi di decisione della Chiesa. Ma questa io la chiamerei una promozione di tipo funzionale. Solo così non si fa tanta strada.  (…) Il grande teologo Urs von Balthasar lavorò molto su questo tema: il principio mariano guida la Chiesa accanto a quello petrino. La vergine Maria è più importante di qualsiasi vescovo e di qualsiasi apostolo. L’approfondimento teologale è in corso».

HUMANAE VITAE. «La sua genialità fu profetica, ebbe il coraggio di schierarsi contro la maggioranza, di difendere la disciplina morale, di esercitare un freno culturale, di opporsi al neo-malthusianesimo presente e futuro. La questione non è quella di cambiare la dottrina, ma di andare in profondità e far sì che la pastorale tenga conto delle situazioni e di ciò che per le persone è possibile fare».

STATO VEGETATIVO. «Io non sono uno specialista negli argomenti bioetici. E temo che ogni mia frase possa essere equivocata. La dottrina tradizionale della Chiesa dice che nessuno è obbligato a usare mezzi straordinari quando si sa che è in una fase terminale. Nella mia pastorale, in questi casi, ho sempre consigliato le cure palliative. In casi più specifici è bene ricorrere, se necessario, al consiglio degli specialisti».

ORTODOSSI. «Siamo tutti impazienti di ottenere risultati “chiusi”. Ma la strada dell’unità con gli ortodossi vuol dire soprattutto camminare e lavorare insieme».

FILM. «L’ultimo film che ho visto è stato La vita è bella di Benigni. E prima avevo rivisto La Strada di Fellini. Un capolavoro. Mi piaceva anche Wajda…».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

44 Commenti

  1. Alberto scrive:

    Come, come, come? Il Papa non esclude a priori le unioni civili? A certi lettori di Tempi prenderà un coccolone! Basti pensare a tutta la caciara che si era era fatta sui DICO…

    • LawFirstpope scrive:

      Potrebbe esserci il caso in cui mi trovi a vivere con dei parenti o dei fratelli (o degli amici), senza dover sempre necessariamente insinuare un’inesistente apertura verso i rapporti extra-matrimoniali.

    • Su Connottu scrive:

      E ai troll di Tempi prenderà un attacco di bile, dopo aver letto che anche per il Papa il matrimonio è tra uomo e donna. E ora cosa userete per spacciare meglio le vostre balle seriali? Walt Disney?
      Alberto, il punto nodale dei DICO è molto laico (= €) e, papa o non papa, voterò e farò votare chi sosterrà la maternità e le vere famiglie, mentre non voterò e ostacolerò chi penserà di mettere sullo stesso piano famiglia, rapporti omosessuali e case di cura per cani.

  2. Bifocale scrive:

    La Chisa non viene attaccata su questo tema perchè al suo interbo vi erano pedofili seriali, è stata attaccata per averli a lungo (sicuramente decenni, probabilmente secoli) ospitati e protetti. Persino l’ONU è alla fin fine intervenuta, si spera che ora facciano qualcosa dopo tante chiacchiere e pochi fatti.

    • Toni scrive:

      Bifocale
      Hai ragione, lo devo ammettere! Se la Chiesa avesse benedetto un partito pedofilo, come in Olanda, avrebbe avuto meno problemi con l’ONU. Se avesse collaborato in sinergia con alcune associazioni pedofile (si…è successo pure questo con certe leghe internazionali tanto buone ) forse sarebbe stata apprezzata per l’apertura .
      Deve prendere esempio di come si vive.

      • Su Connottu scrive:

        Hai ragione Toni,
        la chiesa oggi viene attaccata da chi, concretamente e storicamente, non ha mai fatto nulla contro la pedofilia. Anzi, su un piano più culturale, chi attacca la chiesa è di fatto espressione della battaglia per la preparazione del terreno adatto alla devastazione dell’infanzia.
        Siamo ancora in attesa di un atto di scuse dell’ONU per le nefandezze compiute dai suoi caschi blu e funzionari a Srebrenica e in Africa, per citare una piccola parte del putridume che abbiamo dovuto pagare.

      • Bifocale scrive:

        Toni, ancora ‘sta balla del fantomatico partito pedofilo? Ti sfido a dirmi quanti rappresentanti di tale “partito” siedono nel parlamento olandese. Forza su diccelo.

        Quanto alla gerarchia cattolica se stanno finalmente facendo qualcosa dopo decenni e probabilmente secoli di copertura lo stanno facendo solo dopo l’enorme scandalo mondiale e indignazione dell’opinione pubblica, che li ha messi all’angolo dopo aver a lungo cercato di ignorare il problema, far finta che non esistesse, cercare di scaricare la colpa su altri, dire che si trattava solo di una sordida campagna mediatica atta a screditarli, invece era tutto vero, e via dicendo. Sta finalmente cambiando qualcosa? Alla buon ora! sarebbe stato molto meglio per tutti (a cominciare dalle vittime) se si fossero mossi prima – MOLTO prima – invece di preoccuparsi tanto del danno d’immagine.

        • Toni scrive:

          Bifocale… non essere superficiale … il chiedermi di “quanti rappresentanti di tale partito siedono nel parlamento olandese” è una idiozia! Perché conta il principio … in Olanda un partito pedofilo è LEGITTIMO…. capito …Bifo? Il fatto che ha o non ha parlamentari col culo seduto è ACCIDENTALE.
          Per quanto riguarda la presenza da SECOLI nella chiesa: hai consultato qualche autorevole antropologo o storico di casa vostra? Oppure si tratta dell’argomento strategico con il quale pensi: … “adesso li stendo!” Non stendi e non incanti nessuno …. Perché non credo a chi muove argomenti, come fai tu, abbia un interesse genuino al benessere dei bambini.
          Ed il tuo post, paradossalmente, lo dimostra!

          • Bifocale scrive:

            Toni, naturalmente non hai potuto dire quanti rappresentanti avrebbe il cosiddetto “partito pedofilo” nei Paesi Bassi perchè non ne ha nessuno, e mai ne ha avuti. Li probabilmente sono più pragmatici e invece di gridare tanto allo scandalo come si fa in Italia, per poi ritrovarci col parlamento corrotto (moralmente e non solo) che abbiamo, hanno voluto vedere come finiva la cosa. E come è finita? In niente, zero, una bolla di sapone. I 4 gatti che vaneggiavano di cose simili sono stati ignorati dalla popolazione e l’unico motivo per il quale della cosa si è parlato tanto in Italia è perche’ qualche illuminato cattolico di primo piano stava cercando di distogliere l’attenzione sul megascandalo mondiale della cleropedofilia e questa non-notizia faceva comodo alla propaganda. E comunque, tanto per chiarire, ti informo che la pedofilia in Olanda è illegale esattamente come in Italia.

            Per quanto riguarda la presenza di pedofili seriali nella Chiesa cattolica perchè ci sarebbero dovuto essere solo di recente e non negli anni, decenni, secoli precedenti? Non bisogna certo consultare qualche antropologo o storico per supporre ragionevolmente che sia un andazzo radicato. La Sacra e Santa Chiesa Cattolica Romana ha una storia millenaria. Il fatto che il bubbone purulento sia esploso e li abbia costretti a fare qualcosa (seppur controvoglia) è stato il fatto che le vittime in ogni parte del mondo hanno cominciato a parlare, i mezzi di informazioni hanno diffuso le notizie e allora molte altre storie sono emerse perchè il secolare muro di silenzio che li circondava è stato rotto, i racconti delle vittime di abusi sessuali da parte di componenti del clero si sono resi conto di non essere i soli, che la cosa era diffusissima, anche se nessuno fino ad allora ne parlava per vergogna e perchè comunque la parola di uno qualunque contro la parola di un Uomo Di Chiesa in passato era sempre considerata meno attendibile. E comunque, ripeto, la vera indignazione della gente non è stata tanto per il fatto che ci fossero dei preti pedofili (che possono essere ovunque, anzi la maggior parte degli abusi di queste genere avviene nelle famiglie) quanto il fatto che la gerachia cattolica non abbia fatto niente o quanto meno molto poco (li spostavano da una diocesi all’altra…) per fermarli sino a quando non sono stati costretti a farlo dallo scandalo e dall’indignazione popolare. A me il benessere dei bambini interessa in ogni circostanza, perchè i bambini sono il futuro. In certi ambienti invece pare che l’immagine illibata e pura della Chiesa sia stata a lungo più importante della loro incolumità.

            • Toni scrive:

              La solita endemica tua superficialità
              Il fatto dei “quattro gatti” è relativo se un sistema già acquisisce come legittimo una aberrazione come la pedofilia .. e non fare finta di non capire … . Nel fare lo gnorri, e nel tentare di sminuire questo elemento, metti in giusta luce la reale natura della tua blanda avversione alla pedofilia. Cerco di essere chiaro… “pragmatici” un corno! Non esiste pedofilia dal volto umano!
              Per ritornarle alla Chiesa ti ripeto per l’ennesima volta che la Chiesa non può essere pedofila, ma può avere elementi e complici che traggono linfa da una cultura che, sospetto, … a te limitrofa.
              Inoltre nel voler dilatare la portata dello scandalo della pedofilia in Chiesa segui il preciso intento, disonesto intellettualmente, di omettere quanti preti sono stati ingiustamente accusati, quanti vittime di estorsioni, quante vittime create da studi legali per cause risarcitorie ecc. .
              Questo, sicuramente, a te non interessa, perché sei animato da altri scopi, per i quali, se anche in tutto il mondo ci fossero 10 preti pedofili per te basterebbero ed avanzerebbero.
              Comunque di una cosa puoi stare certo: passeranno i millenni e mai un papa dirà “la pedofilia è giusta”. Cosa che dubito fortemente non accadrà in altri ambienti (ripeto a te … limitrofi) . I sintomi sono presenti… l’Olanda, già detta, e varie leghe internazionali (di una il nome l’ho sulla punta della lingua … cavolo!) che hanno collaborato con associazioni per la “l’emancipazione della sessualità del bambino” e … pure altre cose.

              Lascia perdere… Bifocale!

        • Toni scrive:

          il mio post?

    • Laura scrive:

      Se l’accusa di aver ospitato e protetto per secoli pedofili seriali fosse vera ne deriverebbe che tutti

      questi sporcaccioni devono per forza essere esistiti ed esistere, cioè esserci, all’interno della Chiesa.

      E questa è la costante che si sente ripetere a tutti i livelli a mo’ di pappagallo.

      Di fatto, se è scontato che la fragilità umana e il peccato sono presenti in tutti gli uomini, è altrettanto

      indiscutibile che le percentuali di pedofili, sempre più visibili, esistono in percentuali molto più ampie

      all’esterno della Chiesa e ammorbano il mondo con azioni, testi e leggi che avanzano.

  3. Andrea (uno dei tanti) scrive:

    consiglio

    “Il cielo e la terra.”

    Il pensiero di Papa Francesco sulla famiglia, la fede e la missione della Chiesa nel XXI secolo

    Dialogo fra il rabbino Skorka e l’allora arcivescovo Bergoglio.

    Molti dei temi toccati nell’intervista sono trattati in profondità e in dialogo con il punto di vista della religione ebraica.

    • Andrea (uno dei tanti) scrive:

      riferimenti libro:

      “Il cielo e la terra.”

      Editore: Mondadori (29 marzo 2013)
      ISBN-13: 978-8804632153

      temi trattati:

      la nascita e la morte, le forme della convivenza civile, le insidie del potere, la possibilità di un’etica condivisa tra laici e credenti, l’omosessualità, l’eutanasia

      Molto meglio che farsi dire da Tempi o da Repubblica su come la pensa Papa Francesco.

  4. Pierpaolo scrive:

    finalmente non sentiremo più i vostri slogan inutili sui “valori non negoziabili” con cui avete rincoglionito un popolo. ciao ciao

    • Gabriele scrive:

      Peccato che basta leggere con giusto un pochino di attenzione e si accorge che il papa non ha detto che non esistono i valori non negoziabili, ma che non esistono valori di seria A e altri di serie B. I valori sono tutti importanti, e il papa aggiunge pure: “Per cui non capisco in che senso vi possano essere valori negoziabili”.
      Chi vuol capire, capisca.

    • Gigia scrive:

      “Non ho mai compreso l’espressione valori non negoziabili. I valori sono valori e basta. Per cui non capisco in che senso vi possano essere valori negoziabili”.

      ..più chiaro di così si muore. Non ha detto che non esistono valori non negoziabili, ha detto che la distinzione è esornativa (inutile) perché non possono esistere valori “negoziabili”.

      A dare agli altri dei “rincoglionitori di popolo” dopo aver travisato così smaccatamente tre righe di intervista scritte due centimetri più su ci vuole un bel fegato. Complimenti!

      • Laura scrive:

        Il termine “non negoziabile”, pur essendo scontato è, a mio avviso, più che opportuno per tutti quelli che al mattino non si sturano bene le orecchie.
        Il messaggio implicito che contiene è questo: “E piantatela una buona volta, su questi valori, che si tenta di aggredire con varianti e banalità da circo, non intendiamo transigere. Punto !”
        Ovviamente il papa non può esprimersi così e i continui travisamenti cui è andato incontro lo stanno rendendo sempre più prudente.

  5. Sandra scrive:

    “Non sono una star” meno male che l’ha detto l’adulazione di cui è oggetto Bergoglio a me fa venire da vomitare.
    Gesù Cristo è i santi non sono stati oggetto di cosi tanta adulazione e si dice quando il diavolo accarrezza vuole l’anima!
    Se lo adulano così ……

    • Toni scrive:

      sandra
      non ti meravigliare, storicamente è già successo che papi sono diventati delle star. Gli opinion leader ottocenteschi sviolinavano a Pio IX appena papa per poi massacrarlo dopo un paio di anni. Probabilmente nell’adulare papa Francesco vogliono, in questa fase, far emergere il livore contro Benedetto XVI. Gli passerà di incensarlo e faranno come hanno sempre fatto.

  6. mario scrive:

    Pierpaolo. Voto 4. è il classico esempio di chi capisce ciò che vuol capire anche se è il contrario di ciò che è scritto. Superficiale

  7. Bruno scrive:

    Chissà che stranguglione e travasi di bile gli verrà agli ultras cattofondamentalisti nel leggere che l’attuale papa riconosce agli Stati laici il diritto di ricorrere alle unioni civili per regolare aspetti della convivenza di loro cittadini. Ha anche bellamente cestinato la patacca dei “valori non negoziabili” con la quale ci hanno martellato i _ per anni. ah ah ah!

    • Laura scrive:

      Ecco un altro che mangia troppo pane con volpe !!

    • mario scrive:

      Ecco un altro fenomeno. Sei il gemello di Pierpaolo?

    • Giacomo CS scrive:

      Vediamo se così riuscite a capire: se io dico “mi piacciono i cani con 4 zampe”, la mia affermazione non ha molto senso, visto che tutti i cani hanno 4 zampe. Allo stesso modo il papa sostiene che nell’espressione “valori non negoziabili” il “non negoziabili” sia superfluo. Questo perché (come dice chiaramente Begoglio nell’articolo) tutti i valori in quanto tali non sono negoziabili.
      Tuttavia quando si discute con persone che, come tu hai appena dimostrato, hanno la spiccata tendenza a travisare e equivocare le affermazioni altrui è sempre meglio specificare per essere più chiari possibile, a costo di risultare ridondanti.

      Concludo dicendo che non ci hai capito un tubo nemmeno dell’affermazione del papa sulle unioni civili. Infatti lui dice solamente che gli stati le giustificano allo scopo di regolare aspetti economici e di convivenza tra le persone. NON (e attenzione perché questo NON è importante al fine di comprendere il senso della frase) dice assolutamente di riconoscere agli stati il diritto di utilizzarle!

      • beppe scrive:

        proprio riguardo alle UNIONI CIVILI forse sarebbe il caso di essere più chiari, e non mi sembra che un’intervista sia il luogo giusto. 1) i matrimoni CIVILI – che esistono in tutte le legislazioni – cosa sono, carta straccia? 2) cosa c’è da REGOLARE con una unione civile ? questioni di SOLDI? . allora siate chiari e meno ipocriti, tutti voi che invocate le UNIONI CIVILI come segno di libertà.

        • EquesFidus scrive:

          1) Sì, certo, dal momento che per la Chiesa l’unico matrimonio valido è quello cattolico, non certo quello civile; anzi, il matrimonio civile si cofnigura come peccato con materia grave, poiché la grazia santificante è un elemento essenziale nel matrimonio. Se poi questo sia lecito o meno per coloro che non credono o credono in altre cose è un altro discorso, ma per un cattolico il matrimonio civile (e a maggior ragione la convivenza) non vale niente, tanto è vero che è possibile sposarsi civilmente, divorziare e sposarsi in chiesa senza alcun problema (tranne quelli legati al peccato di concubinato effettuato, ma questo è un altro discorso).
          2) Le cosiddette unioni civili non sono niente o sono inique, dato che o non introducono nulla di nuovo (e allora sono dei amtrimoni civili) o forniscono i diritti di un matrimonio (ma non i doveri, o solo una parte), magari a coppie dello stesso sesso o ad altro ancora, ed allora sono ingiuste.

  8. filomena scrive:

    Certo che sul Papa siete molto suscettibili.

  9. Shiva101 scrive:

    Bergoglio ha avuto molta faccia tosta ad affermare che
    “La Chiesa cattolica è forse l’unica istituzione pubblica ad essersi mossa con trasparenza e responsabilità.”

    dopo la totale bocciatura e incriminazioe da parte dell’ONU:
    “A causa di un codice del silenzio imposto su tutti i membri del clero sotto la pena della scomunica i casi di violenza sono stati anche difficilmente riferiti alle autorità giudiziarie nei Paesi in cui sono stati commessi”.

    ed aggiunge che sono state adottate
    “politiche e pratiche che hanno condotto alla continuazione degli abusi ed all’impunità dei responsabili”.

    Inoltre cosa significa:
    “nessuno è obbligato a usare mezzi straordinari quando si sa che è in una fase terminale” ?

    Frase volutamente ambigua.

    Questo Papa è integralista da una parte e dal’altra usa frasi ambigue per accomodare la stampa a farsi sembrare “aperto”.

    E’ un ciarlatano.

    • Laura scrive:

      Shiva
      Cita qualcun altro che si è mosso con altrettanta responsabilità e trasparenza: ONU, ordini professionali, leader di altre religioni, personaggi dello spettacolo, partiti …LGBT(!!!) e tanti altri che hanno molto, troppo da farsi perdonare….

      • Shiva101 scrive:

        La Chiesa NON si è mossa ne con trasparenza, nè tantomeno con responsanbilità visto che è accusata di aver favorito la pedofilia e l’impunità dei colpevoli.

        E sopratutto abbiamo dovuto aspettare i riflettori mediatici perchè si sia scoperta la vera entità di questi crimini nella Chiesa (e di crimini ne comemtte diversi altri).

        Voi cattolici non avete mai fatto nessuna dimostrazione contro la Chiesa nè avete mai preteso trasparenza e onesta da parte dei vostri leader spirituali, pertanto siete complici.

        • beppe scrive:

          shiva, sei un buffone, menti sapendo di mentire.

        • Toni scrive:

          Se tu avessi ragione sui crimini della Chiesa, e questa addirittura li raddoppiasse nel futuro più prossimo, ma nel contempo accogliesse tutti i diritti scellerati nati da fantasie scellerate… non si lamenterebbe nessuno… neanche l’ONU!

          • Laura scrive:

            Shiva,
            in tutta segretezza voglio passarti una notizia inedita : LA TESTA E’ FATTA PER USARLA !!

        • Toni scrive:

          Shiva101
          Non avevo letto tutto il tuo intervento, ed in particolare non ero giunto a “siete complici”.
          Caro Shiva101
          Se la lotta alla pedofilia fosse dipeso da gente con il tuo credo saremmo ancora in un guazzabuglio orgiastico.
          Penoso ed ipocrita è il tuo uso dei bambini violati nel tentativo di accozzare ragioni anticristiane. Commenti come il tuo ricordano “l’onestà” di Giuda Iscariota: “Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che doveva poi tradirlo, disse: “Perché quest’olio profumato non si è venduto per trecento denari per poi darli ai poveri?”. Questo egli disse non perché GL’IMPORTASSE DEI POVERI, ma perché era LADRO ….”

          • Toni scrive:

            dimenticavo Giovanni 12, 4

          • Shiva101 scrive:

            E’ stato Dio a progettare il piano per “salvare” l’umanità inducendo Giuda a tradire, il quale si è impiccato e lo si insulta di continuo invece di ringraziarlo (visto che senza il suo tradimento Dio non poteva andare avanti con il piano)..
            e dato che Dio è onnipotente poteva escogitare un sistema migliore..

            Detto questo rimane il fatto che voi cattolici non avete MAI fatto alcuna manifestazione contro la pedofilia nella Chiesa
            contro il ricicalggio di denaro
            contro i privilegi
            contro le tante storture della sua dottrina..

            nè avete MAI preteso a muso duro che i responsabili pagassero ma avete solo e sempre applaudito ..

            vi accontentate di farvi menare per il naso e di farvi dire “buon pranzo” la domenica da Bergoglio.

            Woytila lo volete Santo Subito eppure tutti i recenti scandali sono passati sotto la diretta responsabilita sua e di Ratzinger (e non dite che NON SAPEVANO…).

            Siete come gli islamici che non manifestano contro la sharia ne contro le fatwe wcc..

            pertanto siete TUTTI complici.

            • Toni scrive:

              il mio post?

            • Toni scrive:

              caro Shiva101
              il nostro Dio è molto serio:
              Rispetta il libero arbitrio di tutti… anche di Giuda.
              Il cristiano non può avere una doppia morale, non può essere in grazia di Dio ed essere con i ladri pedofili ecc. (ergo:i non si può essere complici di niente).
              Sulle “storture della dottrina”, onestamente, non mi pare che tu possa essere uno che trascorre le notti studiando la dottrina cattolica. Almeno dai tuoi interventi non esiste elemento che porta a pensare questo. Ritengo più probabile che spari cose di cui non sai nulla.
              Non credo alla buona fede di chi accusa la Chiesa. I mali contenuti, in una parte minoritaria di essa, sono espressione di una corruzione allo spirito del mondo. Pensiero mio: La peggior Chiesa è comunque migliore di ogni tipo di mondo che riescono a realizzare persone che la pensano come te. Questo perche mancate delle qualità “essenziali” .

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana