Dopo Pell, Barbarin. Anche la Francia ha il suo capro espiatorio

L’arcivescovo di Lione è stato condannato a sei mesi di carcere (con la condizionale) per non avere denunciato gli abusi sessuali di padre Preynat. Ma un primo procedimento per gli stessi fatti era stato archiviato perché «non è stata riscontrato alcun reato penale»

  • 84
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    84
    Shares

«Il male del nostro tempo è l’iperindividualismo»

«Molti hanno tentato di mettere acqua nel vino della verità, allo scopo di mantenere alto il numero di coloro che frequentano la Chiesa, ma questo non funziona». Intervista al primate d’Olanda Willem Jacobus Eijk

  • 207
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    207
    Shares

La «caccia violenta» al cardinale Barbarin

L’arcivescovo di Lione è al centro di un polverone mediatico-giudiziario che lo vorrebbe responsabile di aver coperto abusi sessuali e molestie da parte di tre preti della sua diocesi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •