Google+

Lombardia, primarie, Parlamento: Bruno Tabacci si candida a tutto

ottobre 30, 2012 Chiara Sirianni

L’assessore al Bilancio del Comune di Milano è candidato alle primarie del centrosinistra. Ma non esclude la Lombardia. Carlo Masseroli (Pdl): «Manca solo il Presidente del consiglio di zona»

Bruno Tabacci, ormai ex assessore al Bilancio del Comune di Milano nella giunta Pisapia, 66 anni e una carriera politica di lungo corso, è ora candidato di “Italia concreta” alle primarie di coalizione del Pd. Motivo? «Mi propongo perché in questi mesi si decidono le sorti del Paese. Dopo l’esperienza del governo Monti la politica è chiamata a riprendersi un ruolo, e dovrà farlo facendo tesoro delle cose buone compiute quest’anno» ha spiegato il deputato Api. “Italia Concreta” è una coalizione che si candida come «alternativa morale e politica al lungo periodo berlusconiano, responsabile di aver lasciato un cumulo di macerie nel Paese». Si propone di recuperare grande tradizione europeista dell’Italia fino al suo approdo federale, con una visione «moderna e solidale che giustifica una razionale e misurata cessione di sovranità nazionale».

LA “STRAORDINARIA ESPERIENZA” DI MILANO. Se Mario Monti  lo ha appoggiato definendolo «l’espressione della coerenza» oltre che «un punto di riferimento, per me osservatore», i numeri non sembrano dargli grandi chance: nei sondaggi Tabacci è solitamente inserito nel gruppo “altri”, assieme a Laura Puppato, attualmente consigliere regionale della Regione Veneto. Ha detto di voler rappresentare, alle primarie, i cattolici. E a chi gli ha chiesto se il ruolo di potenziale alleato di Nichi Vendola gli andasse stretto, ha risposto che «la straordinaria esperienza fatta nella giunta di Milano, guidata da Giuliano Pisapia, mi induce a sostenere che è possibile realizzare un’intesa di governo anche con forze che sulla carta appaiono connotate da un certo estremismo». Il 10 giugno del 2011 è stato infatti nominato assessore al Bilancio del Comune di Milano. Non si è mai dimesso da deputato, non senza destare polemiche. Il 25 ottobre Tabacci ha restituito le deleghe al sindaco Pisapia, con una lettera. «Ovviamente deciderà il Sindaco e per me va bene qualunque soluzione riterrà di adottare. Non ho fissato termini. Quel che è certo – ha precisato  Tabacci – è che fino al 25 novembre sarò in giro per l’Italia, e non voglio partecipare alle primarie con il carico di deleghe impegnative che potrebbero forse generare un potere di condizionamento degli elettori».

SE IL GROVIGLIO SI SGROVIGLIA. Tabacci non ha escluso nemmeno la possibilità di candidarsi come governatore della Lombardia, di cui è stato già presidente dal 1987 al 1989 con la Dc. «Non ho difficoltà a scendere in campo, e se il groviglio si sgroviglia sono pronto a mettermi a disposizione». In un’altra intervista, il 14 ottobre 2012, ha ribadito il concetto: «Potrei non ricandidarmi in Parlamento e impegnarmi in prima persona per la Lombardia. Perché questi mesi a Palazzo Marino mi hanno fatto re-innamorare della gestione politica». Non sarà un po’ troppo? «Se va male tutto può anche candidarsi a presidente del Consiglio di zona» ironizza il capogruppo Pdl a Palazzo Marino, Carlo Masseroli, a tempi.it. «Non vuole giocare una partita subalterna al sindaco, con cui ultimamente non sembra andare molto d’accordo». Che ne sarà del bilancio del Comune? E chi sostituirà Tabacci? «Premesso che la mia impressione è che il Pd non si straccerà certo le vesti,  è molto probabile che ai conti di Milano ci penserà Davide Corritore, attualmente city manager. Che del resto, indirettamente, ha gestito tutte le partite».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana