Google+

Lombardia, primarie, Parlamento: Bruno Tabacci si candida a tutto

ottobre 30, 2012 Chiara Sirianni

L’assessore al Bilancio del Comune di Milano è candidato alle primarie del centrosinistra. Ma non esclude la Lombardia. Carlo Masseroli (Pdl): «Manca solo il Presidente del consiglio di zona»

Bruno Tabacci, ormai ex assessore al Bilancio del Comune di Milano nella giunta Pisapia, 66 anni e una carriera politica di lungo corso, è ora candidato di “Italia concreta” alle primarie di coalizione del Pd. Motivo? «Mi propongo perché in questi mesi si decidono le sorti del Paese. Dopo l’esperienza del governo Monti la politica è chiamata a riprendersi un ruolo, e dovrà farlo facendo tesoro delle cose buone compiute quest’anno» ha spiegato il deputato Api. “Italia Concreta” è una coalizione che si candida come «alternativa morale e politica al lungo periodo berlusconiano, responsabile di aver lasciato un cumulo di macerie nel Paese». Si propone di recuperare grande tradizione europeista dell’Italia fino al suo approdo federale, con una visione «moderna e solidale che giustifica una razionale e misurata cessione di sovranità nazionale».

LA “STRAORDINARIA ESPERIENZA” DI MILANO. Se Mario Monti  lo ha appoggiato definendolo «l’espressione della coerenza» oltre che «un punto di riferimento, per me osservatore», i numeri non sembrano dargli grandi chance: nei sondaggi Tabacci è solitamente inserito nel gruppo “altri”, assieme a Laura Puppato, attualmente consigliere regionale della Regione Veneto. Ha detto di voler rappresentare, alle primarie, i cattolici. E a chi gli ha chiesto se il ruolo di potenziale alleato di Nichi Vendola gli andasse stretto, ha risposto che «la straordinaria esperienza fatta nella giunta di Milano, guidata da Giuliano Pisapia, mi induce a sostenere che è possibile realizzare un’intesa di governo anche con forze che sulla carta appaiono connotate da un certo estremismo». Il 10 giugno del 2011 è stato infatti nominato assessore al Bilancio del Comune di Milano. Non si è mai dimesso da deputato, non senza destare polemiche. Il 25 ottobre Tabacci ha restituito le deleghe al sindaco Pisapia, con una lettera. «Ovviamente deciderà il Sindaco e per me va bene qualunque soluzione riterrà di adottare. Non ho fissato termini. Quel che è certo – ha precisato  Tabacci – è che fino al 25 novembre sarò in giro per l’Italia, e non voglio partecipare alle primarie con il carico di deleghe impegnative che potrebbero forse generare un potere di condizionamento degli elettori».

SE IL GROVIGLIO SI SGROVIGLIA. Tabacci non ha escluso nemmeno la possibilità di candidarsi come governatore della Lombardia, di cui è stato già presidente dal 1987 al 1989 con la Dc. «Non ho difficoltà a scendere in campo, e se il groviglio si sgroviglia sono pronto a mettermi a disposizione». In un’altra intervista, il 14 ottobre 2012, ha ribadito il concetto: «Potrei non ricandidarmi in Parlamento e impegnarmi in prima persona per la Lombardia. Perché questi mesi a Palazzo Marino mi hanno fatto re-innamorare della gestione politica». Non sarà un po’ troppo? «Se va male tutto può anche candidarsi a presidente del Consiglio di zona» ironizza il capogruppo Pdl a Palazzo Marino, Carlo Masseroli, a tempi.it. «Non vuole giocare una partita subalterna al sindaco, con cui ultimamente non sembra andare molto d’accordo». Che ne sarà del bilancio del Comune? E chi sostituirà Tabacci? «Premesso che la mia impressione è che il Pd non si straccerà certo le vesti,  è molto probabile che ai conti di Milano ci penserà Davide Corritore, attualmente city manager. Che del resto, indirettamente, ha gestito tutte le partite».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi