Google+

Libia. È cominciata la «battaglia finale» per strappare Sirte all’Isis

agosto 29, 2016 Redazione

Ieri le milizie leali al governo di unità nazionale di Serraj sostenuto dall’Onu hanno subito pesanti perdite. Ma ai jihadisti restano solo due quartieri

Ieri è cominciata la «battaglia finale» per la conquista della roccaforte dello Stato islamico in Libia, la città di Sirte. L’assedio da parte delle milizie leali al governo di unità nazionale (Gna) di Fayez Serraj, aiutate da forze speciali americane, britanniche, francesi e italiane (nelle retrovie), va avanti dal 12 maggio e dovrebbe essere entrato nelle sue fasi conclusive.

L’ASSEDIO. Come scrive l’inviato della Stampa a Sirte, un centinaio di uomini dell’Isis, su 5.000 che erano all’inizio della battaglia, sono asserragliati nel quartiere 1 della città, a nord vicino alla costa, e nel quartiere 3, a est. Entrambi sono controllati dai jihadisti solo per il 50 per cento e assediati dalle milizie di Misurata e di Ibrahim Jathran.

ALMENO 34 MORTI. Nonostante l’intervento americano dall’1 agosto con continui bombardamenti, lo Stato islamico resiste e con una serie di attentati suicidi solo ieri ha ucciso almeno 34 combattenti libici e ne ha feriti altri 180. Le milizie di Misurata insistono che la vittoria è vicina: «Siamo entrati negli ultimi due quartieri di Daesh (acronimo arabo dell’Isis) a Sirte», ha dichiarato il portavoce delle forze che appoggiano Serraj, Reda Issa.

DIVISIONI POLITICHE. Al di là delle operazioni militari, il paese resta diviso anche politicamente. Una settimana fa il Parlamento di Tobruk, sul quale è forte l’influenza dell’Egitto e del generale Khalifa Haftar, che controlla la parte orientale del paese, si è rifiutato per l’ennesima volta di votare la fiducia al governo di Serraj, sostenuto dalle Nazioni Unite ma ancora illegittimo formalmente.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.