Google+

Le tivu locali ci provano con Youtube: al via trenta canali

marzo 7, 2013 Massimo Giardina

Le televisioni locali ci provano con Google e Youtube per trasmettere i loro programmi e raccogliere la pubblicità che permette la sopravvivenza

La crisi del settore televisivo e i problemi legati alla distribuzione delle frequenze per il digitale terrestre hanno mosso le emittenti locali a cercare delle soluzioni alternative. Il settore è sofferente per i tagli imposti dal governo Monti ai contributi che ogni anni venivano versati ai diversi editori e per la pubblicità in calo vertiginoso a causa delle crisi di molte aziende che nel passato investivano nelle televisioni dei territori.

PARTE LA SPERIMENTAZIONE. Non si poteva evitare di considerare la rete internet quale percorso da intraprendere e partirà fra pochi giorni una sperimentazione per trenta canali sulla piattaforma video di Google, Youtube.
I programmi saranno on-demand e se l’esperimento dovesse funzionare nascerebbe una nuovo modo di concepire la televisione e la conseguente pubblicità necessaria per la sopravvivenza delle emittenti.

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI. Il nodo da sciogliere sta proprio su questo punto, ovvero nella spartizione dei ricavi generati dai “consigli per gli acquisti”: un modello che Youtube e Google non hanno difficoltà ad attuare in quanto hanno già dei sistemi di spartizione dei guadagni con gli editori e i canali che nel mondo usano le loro piattaforme. Laddove dovesse sussistere un livello di sostenibilità economica e finanziaria anche per le emittenti e la sperimentazione andasse a buon fine, si verificherebbe un vero e proprio esodo verso il web che, con molte probabilità partirebbe da numeri bassi, ma con una possibilità di espansione a livelli elevati, anche se l’Italia su questo tema è ancora legata ai vecchi sistemi di comunicazione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana