Google+

La notizia di cui nessuno parla. Multa di 200 milioni di euro per L’Espresso

maggio 24, 2012 Redazione

La commissione tributaria regionale di Roma condanna il gruppo editoriale di De Benedetti a pagare 200 milioni in imposte per alcune vicende risalenti agli anni Novanta

La commissione tributaria regionale di Roma ha sanzionato il Gruppo Editoriale L’Espresso al pagamento di 200 milioni d’imposte per alcune vicende risalenti al 1991. A comunicarlo è la società stessa, che in una nota dice di ritenere la sentenza «manifestamente infondata oltreché palesemente illegittima sotto numerosi aspetti di rito e di merito».

Ci si rifarebbe ad un fatto del 1995: all’epoca la Guardia di Finanza fece una verifica fiscale su una fusione tra nomi di peso. Erano l'”Editoriale La Repubblica SpA” e l'”Editoriale L’Espresso SpA”, entrambi parte del “Gruppo CIR” dell’imprenditore Carlo De Benedetti, attuale proprietario della maggioranza delle quote di controllo.

La notizia per come è stata riportata fino ad ora è piuttosto fumosa. Si farebbe riferimento a due notifiche promulgate dall’Ufficio imposte in seguito a tali verifiche, oggi riunite in questo procedimento, e che facevano ammontare la richiesta di danni all’Espresso a 700 miliardi delle vecchie lire. Dal canto suo il gruppo editoriale impugnò tale decisione con l’intento di rivolgersi agli uffici giudiziari di competenza. Un procedimento che finisce fino alla Corte di Cassazione nel 2007, la quale ribaltava la sentenza della Commissione Tributaria del Lazio e rimetteva ulteriori procedimenti ad un’altra sezione della stessa CTR Lazio.

Da qui, ecco la condanna di pagamento. Particolarmente salata: 200 milioni di euro. Ma L’Espresso non ci sta, e fa sapere che la Commissione Tributaria regionale di Roma «si è pronunciata sugli accertamenti emessi dalla Agenzia delle Entrate nei confronti della società per fatti risalenti all’esercizio 1991, condannando parzialmente il gruppo. In particolare ha dichiarato legittima la ripresa a tassazione di 440.824.125.000 lire per plusvalenze, ad avviso della Commissione, realizzate e non dichiarate e di 13.972.000.000 lire per il recupero di costi assunti come indeducibili afferenti a dividendi e credito di imposta, con applicazione delle sanzioni ai minimi di legge e condanna alle spese di giudizio».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.