Google+

I grillini vogliono sfrattare i monaci cistercensi dalla Certosa di Pavia, perché la “okkupano” dal 1983

gennaio 23, 2014 Emmanuele Michela

Il santuario è monumento nazionale e la convenzione tra il Demanio e l’Ordine sarebbe scaduta dall’83. Polemico il M5S: alla chiesa serve restauro e biglietto d’ingresso. Ma attaccare i monaci serve a poco

2014-01-01-Pavia_CertosaPavia, nel silenzio della Certosa cinquecentesca che sorge sulla via che porta a Milano si consuma una battaglia fatta di carte demaniali, convenzioni e restauri. A prendere di mira i monaci cistercensi che abitano il santuario è il Movimento 5 Stelle, che punta il dito contro la convenzione stipulata tra il Demanio dello Stato e l’ordine religioso: è scaduta da troppi anni, ravvisa Iolanda Nanni, consigliera regionale dei grillini. I monaci, dice, sarebbero “abusivi”, non avrebbero alcun permesso di stare nella Certosa che è un monumento Nazionale, e ora che il tempo e il degrado renderebbero necessari interventi di ristrutturazione dello stabile, dalla Nanni e dal senatore pentastellato Luis Orellana arriva la richiesta di vederci chiaro sulla loro presenza: «L’assenza di una formale concessione è legata al timore dei monaci di doversi accollare le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, pertanto essi risultano occupanti senza un titolo preciso».

LA STORIA DELLA CERTOSA. Da parte loro, però, i monaci ci tengono a mantenere il massimo riserbo, invitando a chiedere le risposte al Demanio. E non potrebbe essere altrimenti per un ordine che della Certosa è ospite, non proprietario. Non sono stati loro il primo ordine a risiedere nel complesso, né tanto meno l’hanno costruito. L’attuale presenza dei cistercensi è figlia dei corsi storici che qui si sono incrociati negli ultimi 150 anni: le prime leggi d’incameramento dei Beni Ecclesiastici del Regno italiano portarono via ai certosini il santuario nel 1880, l’ordine ci tornò, come ospite, dopo i Patti Lateranensi. E quando, dopo la Seconda Guerra Mondiale, il monastero rimase vuoto, fu papa Montini nel 1968 a chiedere ai cistercensi di abitare questo luogo sacro, che sarebbe comunque rimasto di proprietà dello Stato: a loro spettava animarlo con le loro preghiere e le loro Messe, tenerlo in ordine e pulito, accogliere i fedeli che vi arrivavano. Le responsabilità della convenzione, scaduta a quanto pare addirittura dall’83, non sono da chiedere ai monaci, bensì al Demanio, al Ministero delle Finanze e a quello dei Beni Culturali: loro hanno sostenuto l’occupazione del luogo da parte dei cistercensi.

METTERE UN BIGLIETTO? Ora si torna a parlare della presenza dei monaci perché le potenzialità turistiche della Certosa potrebbero essere grandi. È un vero capolavoro artistico, e vederlo sempre più degradato è un peccato: le stime però degli interventi non sono leggere, e si attestano attorno ai 30 milioni di euro. Difficile capire chi potrebbe accollarsi una spesa simile in questi tempi. Per cercare di dare un ordine, i grillini chiedono di monitorare il flusso di turisti per ipotizzare un biglietto di ingresso con cui raccogliere quei soldi, oltre a una rendicontazione delle donazioni che i monaci ricevono, o delle vendite di rosari, immaginette e tisane che gli stessi fanno. Ma, anche in tutto ciò, i cistercensi possono fare ben poco: con quel che raccolgono dalle visite guidate, dalle donazioni e dal loro negozio pagano le alte spese di manutenzione ordinaria. Una struttura antica e di quelle dimensioni ha dei costi di riscaldamento ed elettricità non indifferenti: è impensabile recuperare anche i milioni che servono per il restauro. E a chi sostiene la necessità di un biglietto di ingresso, ricordano che la Certosa è prima di tutto un luogo di preghiera, e come tale va preservato. E senza i monaci non ci sarebbero neanche messe e momenti di preghiera. E anche il flusso di turisti, forse, sarebbe minore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

37 Commenti

  1. Andrew scrive:

    Quest’estate ero in Italia per le vacanze, il piccolo pellegrinaggio al monastero della Certosa é stato bellissimo. Le opere d’arte interne sono favolose, i monaci cistercensi sono l’immagine della misericordia divina, si respirava un clima di pace e benessere interiore che solo all’interno delle chiese é presente. Perché questi idioti per odio ideologico voglio distruggere?

    • Claudio scrive:

      Invece di ringraziarli e pregare in ginocchio che non se ne vadano…
      Farebbe la fine di Pompei…

      • Antonio scrive:

        i beceri e ambigui grillini hanno capito che schierarsi contro il clero paga. Vista l’odiosa ondata di odio anticattolico ed anticlericale che fa moda nelle masse ignoranti e sputacchianti, la maggior parte dell’Italia. E allora sono voti!

      • luca scrive:

        va be adesso non esageriamo, diciamo che mi sembra che lo stato non abbia bisogno di un edificio in più da mandare in rovina, tanto vale che lo tengano i monaci

  2. claudio scrive:

    Amici grillini… Ma non avete proprio un “membro” da fare…. occupatevene voi invece dei monaci così capirete cosa vuol dire stare al mondo e non sulla Luna…

  3. Jack scrive:

    Beh l’approccio dei “pentastellati” è anche in questa vicenda, che a dire il vero non conosco dettagliatamente, a dir poco ridicolo. NON HANNO NEANCHE CAPITO CHI DEVE PROVVEDERE.
    Dite che lo sanno ma ci fanno?
    BASTA RIMANDARLI A CASA Alla PROSSIMA TORNATA.

    Il problema cmq é serio: 30 milioni possono essere tanti!
    Quello che però spiace è che nessuno o pochi vedano questi problemi come opportunità.
    Siamo un Paese ricchissimo di cultura arte paesaggi ma i grandi magnati vengono a investire nelle squadre di calcio…

    Sarà ancora una volta una questione di educazione del popolo al vero e al bello?

    Credo proprio di sì!

  4. Francesco da Spino scrive:

    Cara e bella Italia … Perennemente in oscillazione fra imbecilli dell’ultima ora e poveri diavoli sempre più poveri. Mi sono convinco che solamente la saggezza di tanti uomini di buona volontà, amanti della realtà e non degli ufo, la potranno mantenere a galla ! p.s. A casa mia nella categoria degli uomini di buona volontà rientrano sicuramente i monaci e non degli scappati di casa come i rappresentanti politici pentastellati.

  5. AndreaB scrive:

    Assomiglia ad una barzelletta di Grillo… Forse non erano barzellette.

  6. bvzpao scrive:

    far fare ai 5stelle una brutta figura è facile, come con tutti i moralisti. potrebbe far comodo però anche ai monaci essere residenti “ufficiali” del luogo. Far diventare la Certosa un museo a pagamento è una porcata che solo una sommatoria di ignoranza storica e culturale può immaginare.

  7. Excelsior scrive:

    “Fede” significa non voler sapere quel che è vero. (F. W. Nietzsche)

    • AndreaB scrive:

      Avere fede nel male ha proprio il significato della citazione che ha riportato… Le ricordo che la persona che lei ha citato sembrava pensare che la vita dell’uomo non avesse alcun senso. Speriamo che per noi non sia cosi’

      • luca scrive:

        andrea certo che voi cattolici non siete proprio campioni nel conoscere i fatti della vostra stessa fede

      • Excelsior scrive:

        Contrariamente a quanto i più pensano, Nietzsche era a tutti gli effetti un mistico. Dallo studio del suo epistolario si deduce come egli fosse scisso in due distinte entità che potremmo chiamare – riportando alla memoria “Ecce Homo” – Dioniso e il Crocifisso. Nietzsche combinava in sé entrambi gli aspetti di queste due figure; dagli scritti filosofici, ovvero dal Pensiero, emergevano Dioniso e “la bionda belva”, mentre dalle lettere faceva capolino il Crocifisso, l’uomo mite che abbraccia un cavallo perché ne percepisce la sofferenza.

        Io mi scaglio contro i Dogmi imposti da una Chiesa che non è nè l’unica nè la prima a calcare la Storia dell’Umanità, pretendendo di possedere la Verità Assoluta.

        • AndreaB scrive:

          Mi scusi, ma secondo lei, c’e’ qualcuno che possiede la Verita’ assoluta?

          • Excelsior scrive:

            Con me le Plurium Interrogationum non funzionano affatto, mi spiace.

            Il mio discorso è diverso. Il Dogma è castrante per la Logica dato che rende possibile utilizzare solamente il pensiero deduttivo a scapito di quello induttivo perché si parte da premesse stabilite in partenza in modo completamente arbitrario.

            L’abolizione del Dogma è il primo passo verso la Libertà.

            Mi permetta di porle una domanda semplice: come fa a dire che la Bibbia è parola divina?

            • VivalItalia scrive:

              Dottò chi le ha detto che la Chiesa possiede la Verità?

              Sempre che a lei ce lo si può chiedere..

              • Excelsior scrive:

                « Poiché dunque tutto ciò che gli autori ispirati o agiografi asseriscono è da ritenersi asserito dallo Spirito Santo, si deve dichiarare, per conseguenza, che i libri della Scrittura insegnano fermamente, fedelmente e senza errore la verità che Dio per la nostra salvezza volle fosse consegnata nelle Sacre Lettere » (Catechismo della Chiesa Cattolica, II.107 [http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p1s1c2a3_it.htm]).

                Ecco un esempio di pessimo utilizzo del ragionamento deduttivo.

                • VivalItalia scrive:

                  Dottò.. sarò gnurante ma dove dice lei c’è scritto: “107 I libri ispirati insegnano la verità”.

                  Insegnare è ben diverso che possedere o no?

            • AndreaB scrive:

              Per quanto puo’ sembrare strano io credo che i Dogmi cristiani nascano dall’esperienza, da un vissuto di centinaia di migliaia di persone, inoltre, credo che la liberta’ non si conquisti volendo distruggere cio’ che non si comprende. Sa, il Vangelo riporta la storia di Gesu’ Cristo, cio’ che ha detto, i suoi insegnamenti per essere degli uomini buoni. Ci ha detto che bisogna amare e non odiare, che e’ giusto perdonare settanta volte sette, praticamente sempre. Anche i suoi piu’ vicini si stupivano ogni volta che parlava, ogni volta che guariva i malati… Non aveva paura di non essere alla moda, di non parlare come gli altri avrebbero voluto. Molti sono morti per dargli testimonianza e molti continuano ad essere uccisi in diverse parti del mondo solo perche’ hanno deciso di seguirlo, di prenderlo come esempio. In ogni tempo ed in ogni luogo ove i valori cristiani sono stati disattesi, qualche volta anche da chi avrebbe dovuto testimoniarli, sono stati calpestati i diritti umani fondamentali. Uno puo’ decidere che Cristo sia una persona che merita di essere conosciuta meglio, una persona da seguire ed i cui insegnamenti ci rendono migliori… Un altro no. La domanda che le ho fatto in merito alla Verita’ assoluta e che, credo lei abbia compreso perfettamente, era per poi sottolineare che la Verita’ assoluta non e’ prerogativa umana. In ultimo, per comprendere che la Bibbia, Nuovo e Vecchio Testamento e’ parola del Signore e parola ispirata dal Signore bisognerebbe approfondirne prima il contenuto, senza paura.

              • Excelsior scrive:

                «i Dogmi cristiani nascano dall’esperienza, da un vissuto di centinaia di migliaia di persone»

                Della serie: se tante persone ci credono deve per forza essere vero. Sbagliato, sbagliatissimo.

                «la libertà’ non si conquisti volendo distruggere ciò’ che non si comprende»

                Non ho mai parlato di distruzione ma di abolizione. Il mio era un semplice invito a pensare con la propria testa, non con quella degli autori di un libro di duemila anni fa, dotati di una forma mentis completamente diversa da quella odierna. Le religioni vanno e vengono, ciò che resta sono gli archetipi fondamentali, lo sciamanesimo e l’astrologia/astronomia. Cristo è, come Buddha, l’archetipo della Compassione e non è certo la prima divinità morente e resuscitante, nè la prima ad ordinare ai fedeli di praticare la teofagia.

                «In ultimo, per comprendere che la Bibbia, Nuovo e Vecchio Testamento e’ parola del Signore e parola ispirata dal Signore bisognerebbe approfondirne prima il contenuto, senza paura.»

                Ho letto la Bibbia da cima a fondo più volte e francamente non la considero più speciale di qualsiasi altro testo religioso dell’oriente antico.

                Non ho bisogno di qualcuno che mi dica come essere una brava persona perché so benissimo di esserlo già.

                • AndreaB scrive:

                  Una cosa che differenzia nettamente Cristo da altri e’ che Lui ha detto di essere Dio… Una persona umile, altruista, equilibrata che dice di essere Dio… Questo e’ sicuramente interessante.

                  • Excelsior scrive:

                    Je suis Napoleon…

                    • AndreaB scrive:

                      Beh, mi conceda l’osservazione, ma spesso quelli che dicono di essere chi non sono, essendone convinti, manifestano spesso squilibri evidenti a livello psichico. Per il fatto che e’ giusto che l’uomo utilizzi anche l’intelligenza prima di aderire o meno ad un determinato credo, sono perfettamente d’accordo con lei. Credo si debba considerare anche il fatto che l’intelligenza dell’uomo non puo’ arrivare a tutto, spesso, anche nel piccolo, non possiamo fare altro che fidarci e l’intelligenza non viene esercitata nel verificare in dettaglio quello che ci viene detto, ma nel valutare se chi abbiamo di fronte e’ o non e’ degno di fiducia…La ragione e’ che non siamo omniscienti. Possiamo scegliere di fidarci di Nietzsche o di Kierkegaard; di Marx o di Padre Pio, di Hitler o di Anna Frank, di Cavour o di Giovanni Bosco, di Erode oppure di Giovanni Battista, solo di noi stessi, oppure di Cristo… Sempre con intelligenza oltre che con il cuore. Se l’albero e’ buono lo si vede dai frutti.

                • VivalItalia scrive:

                  Dottò.. sarò gnurante ma dove dice lei c’è scritto: “107 I libri ispirati insegnano la verità”.

                  Insegnare è ben diverso che possedere o no?

                  • Excelsior scrive:

                    Il ragionamento dietro quel passo del Catechismo è:

                    1. Tutto ciò che dicono gli agiografi è ispirato dallo Spirito Santo
                    2. Lo Spirito Santo è infallibile
                    3. Tutto ciò che dicono gli agiografi è infallibile.

                    Se questa non è una dichiarazione di possesso della Verità non so proprio cosa potrebbe convincerla. I punti 1 e 2 sono indimostrabili mentre il 3 è la (IL)LOGICA conseguenza del ragionamento deduttivo.

                    Insegnano la LORO verità, che è diversa dalla mia e da quella di moltissime altre persone sulla faccia della Terra.

                    Perché sono veri solo gli insegnamenti cristiani e non – ad esempio – quelli indù, buddisti, taoisti, shintoisti? A parer mio non c’è un’unica Verità, ma tante Tradizioni religiose che spingono verso realtà d’ordine superiore.

                    • VivalItalia scrive:

                      grazie a dottò per la lezione. Ma nun ce convince..

                      a seguirla so d’accorddo sul fatto che siano gli AGIOGRAFI a CONOSCERE la verità in quanto rivelata dallo Spirito Santo e quindi la comunicano..

                      è un po come quando Giggino ha sguardato le soluzioni del compito in classe e me le ha girate.. non POSSEDEVA niente ma conosceva la verità del test e me l’ha comunicata…

                      N’altra cosa.. su tutto il resto che scrive:

                      cè provi a dimmostrare scientificamente quanto bene te vuole mamma tua!

                      finchè vorrà conoscere il fatto di Cristo e della sua chiesa applicando il metodo scientifico o sperimentale mi spiace ma nun ce caverà niente pure a rileggere 1.000.000 di volte Bibbia e Vangeli.. per conoscere una avvenimento ci si deve coinvolgere con testa e core, non basta studiarlo.

            • mike scrive:

              io sono nato e cresciuto in un ambiente cattolico ma non me frega nulla dei dogmi. cioè se sono veri (=se sono ragionevoli) ci credo altrimenti no. ad esempio una cosa che non ho mai capito, per come lo dicono, è il peccato originale e quanto ci si collega. forse ciò deriva proprio dall’educazione cristiana (“cercate e troverete…”). e la chiesa pure ha cercato di giustificare razionalmente le verità di fede. comunque partendo da premesse stabilite in partenza… beh gli stati della materia sono 3, quelli del tempo 3, i colori fondamentali 3, le dimensioni dello spazio 3, la molecola fondamentale (l’acqua) è 2 atomi di idrogeno ed uno di ossigeno ossia sempre 3, le facoltà principali dell’uomo sono ragione volontà desiderio ossia 3. inoltre ogni cosa deriva da un’altra (il principio di causa ed effetto, in fondo affermato anche da Democrito per il quale nulla si genera senza motivo ma tutto secondo ragione e necessariamente). posso dedurne che il Dio cristiano, uno e trino, sia ragionevolissimo. ed è uno poiché per gestire la creazione la mente creatrice deve essere in fondo una (anche qui… cristo disse di essere un tutt’uno con il padre). tutto ciò lo dico io che sono nato e cresciuto in ambiente cristiano. secondo me siete voi atei critici che vi vantate della logica e del pensiero induttivo/deduttivo ma non sapete applicarlo. e forse neanche sapete cosa sia.

        • clemente scrive:

          E ridalli con la storia dei dogmi “imposti”… Ma togliete si dischi rotti dal grammofono!!!
          A me sembra che i dogmi, più che la Chiesa, li abbiano imposti quelli che la Chiesa la rifiutano, e che pretendono che le loro idee, in quanto depurate dall’ aspetto “confessionale” , rimangano come verità rivelata che deve esser imposta a tutti.
          Come i corsi a base di LGBT che il sindaco Marino sta imponento alle scuole di Roma.
          Mentre le lezioni di religione sono facoltative, i suoi corsi gay sono obbligatori.
          E di cose imposte a tutti ( a suon di tasse) da parte dello stato “laico” ne potremmo trovare a iosa. Ad esempio la televisione di Stato. Perchè tutti dobbiamo essere obbligati a finanziare il Festival di san Remo o un programma radiofonico fazioso e becero come Caterpillar?

          • Excelsior scrive:

            Lei mi ha già inquadrato nella sua ristretta visione del mondo. Non sono un “laicista”.

            Il sindaco Marino ovviamente sbaglia perché dovrebbe pensare a rimettere in sesto gli istituti romani anziché occuparsi dell’immaginaria emergenza omofobia e infarcendo la testa dei ragazzi con falsi problemi.

            Mi trova d’accordo anche sulla questione della televisione di stato.

            Ma l’ora di religione deve restare facoltativa.

  8. Anonimo scrive:

    Cercare di dimostrare logicamente o scientificamente la fondatezza o della Bibbia o l’esistenza o meno di Dio è una perdita tempo.
    Credere è un atto di fede, non una scienza esatta.

    • Excelsior scrive:

      Si può sempre appassionarsi alla storia delle religioni e scoprire l’origine comune di queste credenze.

      Sciamanesimo e astronomia sono i due punti principali.

      A parer mio le religioni sono come tante facce di un poliedro, c’è chi guarda una faccia e chi un’altra ma l’oggetto è il medesimo.

  9. angelo scrive:

    E’ logico. Questi laicisti che balterano contro la chiesa “oppressiva” sono in realtà i peggiori dittatori che vogliono mettere le mani su tutto e far pagare tutto.
    Anche le Chiese, per loro, che non sono della comunità cattolica, ma dovrebbero diventare proprietà dello Stato in quanto monumenti. Magna,magna…..tutto ci prendiamo!
    E loro, che se la prendono con la Chiesa “cattiva”, poi non ci mettono niente a mettere pedaggi e biglietti, obbligando i fedeli a dover pagare pure per dover pregare.
    Con ciò si dimostra quanto sia menzognera la loro campagna anticlericale in corso da secoli e che vorrebbe dipingere la Chiesa come oppressiva e che ruba soldi al popolo. E’ tutto il contrario. La Chiesa difende la libertà, non pesa sui poveri, e non opprime il popolo.
    Invece loro sono quelli che rubano, opprimono e costruiscono castelli continui di spese pubbliche folli.
    Certo le Chiese sono anche monumenti storici e vanno manutenute, Ma questo non può essere un pretesto per esproprierle alla Comunità dei fedeli o per trasformarle in caselli autostradali a pedaggio, solo per chi può pagare per entrarvi. Le Chiese non devono diventare come gli Autogrill di Benetton!!!
    Non si trovano i soldi per la manutenzione dei monumenti storici italiani? Basterebbe tagliare sui depliant, i convegni, le feste della birra,le notti bianche, gli stadi di calcio, l’ aborto, i gay pride, le campagne contro l’ omofobia, le TV di Stato, le radio di stato, gli arredi urbani dei comuni… e tante altre cose inutili e voluttuarie che il mostro pubblico ci impone (salvo poi dare la colpa alla Chiesa che non paga l’ ici….).

    • Excelsior scrive:

      «La Chiesa difende la libertà, non pesa sui poveri, e non opprime il popolo.»

      Chi appoggiava Francisco Franco? Cosa ha fatto il cardinale Stepinac, arcivescovo di Zagabria? Potrei andare avanti parecchio…

      La logica “noi siamo il bene, gli altri il male” è becera e infantile.

      • mike scrive:

        con franco gli spagnoli si sono evitati i casini del comunismo. così i portoghesi con Salazar, e i latinoamericani con le “dittature latinoamericane”. infatti finite le dittature la penisola iberica e l’america latina sono simili all’europa del centro nord.

    • mike scrive:

      tutto vero. sono d’accordo.

  10. VivalItalia scrive:

    Vabbo.. chi tocca fino a mezzanotte?
    Excelso 8-15
    Riequollibrista 15-22
    Luchino 22-8?

    In tre ce date la soddisfazione di una risposta???

  11. VivalItalia scrive:

    Vabbo.. chi tocca fino a mezzanotte?
    Excelso 8-15
    Riequillibbbrista 15-22
    Luchino 22-8?

    In tre ce date la soddisfazione di una risposta???

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

È un dato di fatto: la mobilità a pedalata assistita è in costante crescita. A confermarlo sono i numeri: nel 2016 in Italia sono state acquistate 124.400 e-bike, prentemente mountain bike, con un incremento del 120% rispetto allo scorso anno. In sella alla bici elettrica il divertimento raddoppia, potendo contare sull’aiuto che il motore è […]

L'articolo EICMA 2017, le e-bike scendono in pista proviene da RED Live.

COSA: FLOW, la festa dello sport a Finale dura 10 giorni  DOVE E QUANDO: Finale Ligure, Savona, 22 settembre-1° ottobre Dal climbing alla mountain bike passando per il trail running, la speleologia e la barca a vela: si presenta gustoso il programma dell’8ª edizione del festival FLOW – Finale Ligure Outdoor Week. Dal 22 settembre al […]

L'articolo RED Weekend 22-24 settembre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Non è una vettura qualsiasi. La nuova XC40, per Volvo, è la chiave della svolta. Il modello sulle cui spalle poggia la responsabilità di far compiere alla Casa svedese un vero e proprio balzo generazionale, aprendole le porte del segmento delle SUV compatte. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio messo in atto dalla cinese […]

L'articolo Vista e toccata: Volvo XC40 proviene da RED Live.

Tutto è cominciato con il Mokka X, SUV compatto di grande successo con oltre 600.000 unità vendute; poi è stata la volta di Crossland X, crossover urbano più spazioso e versatile, che ha preparato il terreno alla novità Grandland X, SUV compatto da 4,48 metri che punta su linee muscolose e decise (condivide la piattaforma […]

L'articolo Nuovo Opel Grandland X proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana