Google+

Giù le mani dalla famiglia. Manifestazione con i francesi a Roma per la “liberté” Foto

aprile 23, 2013 Redazione

Oggi alle 18 in Piazza Farnese. Ci saranno le magliette. La lettere dei parlamentari Pdl all’ambasciatore: è una colpa credere nel matrimonio fra uomo e donna?

“Giù le mani dalla famiglia”, così si intitola la manifestazione che si terrà oggi a Roma alle 18.00 a Piazza Farnese, davanti all’ambasciata di Francia, per esprimere solidarietà ai francesi che, in questi giorni, sono stati fermati dopo la Manif pour tous.
La manifestazione, promossa dal Comitato “Giù le mani dalla famiglia”, insieme ai giovani del Pdl e ad alcuni esponenti del partito di Silvio Berlusconi (fra cui Eugenia Roccella, Maurizio Gasparri, Maurizio Sacconi, Beatrice Lorenzin, Barbara Saltamartini, Giovanardi e Annagrazia Calabria) è aperta a tutti.

CI SARANNO LE MAGLIETTE. Scrive oggi sul suo blog Assuntina Morresi: «Perché manifestare oggi a Roma solidarietà ai francesi nella loro lotta democratica e civilissima contro il matrimonio gay che Hollande vuole imporre al paese (che non ne ha bisogno, hanno i Pacs da più di dieci anni, Pacs che servono solo da passaggio intermedio e preparatorio al matrimonio omosessuale)? Perchè la democrazia è in pericolo, altro che. Leggete qua, su Tempi, come sono stati trattati i manifestanti francesi, nella patria della libertè etc. etc. Guardate che la Francia non è lontana… Oggi tutti a Roma , alle sei del pomeriggio: “Giù le mani dalla famiglia!”. Ci saranno le magliette».

LETTERA ALL’AMBASCIATORE. Roccella, Gasparri, Quagliariello e Sacconi hanno reso noto la loro lettera all’ambasciatore francese: «Abbiamo letto con stupore su Le Figaro – scrivono – che domenica 67 giovani che manifestavano pacificamente, e in silenzio, contro la legge che consente il matrimonio omosessuale sono stati arrestati, e rilasciati solo dopo molte ore. Di più: sappiamo, anche grazie a un video, che la polizia ha impedito l’accesso all’Assemblea nazionale  ad alcuni deputati dell’opposizione, dopo le manifestazioni di protesta. E’ la seconda volta che, su una questione di libertà di opinione e di espressione pubblica del proprio pensiero, la Francia – un paese che amiamo – stupisce gli osservatori esterni, in questi ultimi giorni. Ha sinceramente lasciato attoniti il caso di Franck Talleu, che è stato fermato mentre passeggiava tranquillo con i figli, solo perché indossava una felpa con il disegno di un gruppo familiare in cui si potevano distinguere un padre e una madre, ed è stato lasciato libero solo quando ha accettato di togliersela».

«Non entriamo nel merito della legge sul “marriage pour tous” – scrivono i parlamentari -, ma nel merito della libertà di esprimere il proprio pensiero e di manifestare pacificamente. Vogliamo tutti, crediamo, un’Europa in cui non circolino liberamente solo persone e merci, ma anche idee. Appare straordinaria la durezza con cui sono trattati manifestanti inermi e padri di famiglia che hanno la sola colpa di credere nel matrimonio tra un uomo e una donna, tanto più in un paese così importante per l’affermazione della democrazia e della libertà in Europa. Speriamo che le nuove forme del politicamente corretto non oscurino vecchie e gloriose bandiere, come quella della “liberté”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

17 Commenti

  1. GiGi says:

    Sicuramente l’ambasciatore francese sarà talmente turbato dalla protesta di 4 gatti che avrà notti insonni…
    andar bene sarete un branco di una 50 di ciellini esaltati….

    • Marco says:

      Tra l’altro, Bergoglio non sarà dei vostri! E’ favorevole infatti alle unioni civili tra persone dello stesso sesso! La Chiesa cattolica prmai è un ignobile carrozzone, in cui i ciellini sguazzano bene con il loro culto del potere.

      • GiGi says:

        ben detto marco, basta vedere il loro esponente di picco Formigoni, che si è fatto eleggere nel 2010 con firme false, è stato stabilito anche dal Tribunale civile di Milano che 723 firme erano false.

        Quando vi fa comodo siete per la democrazia e per il rispetto della legge, poi invece quando le regole vi vanno strette ce ne si sbatte il cazzo.

    • GiGi says:

      no retifico, manco una 50ina, al massimo eravate una 15ina… ahhhhh Penosi….

      • H.Hesse says:

        “no retifico, manco una 50ina, al massimo eravate una 15ina… ahhhhh Penosi….”
        Non quanto il tuo italiano Gigi.

  2. Sparaballe says:

    Non solo Bergoglio è favorevole alle unioni Gay, ma quando era Vescovo in Argentina arrotondava praticando aborti clandestini a domicilio.

  3. Hughes says:

    Ciò che succede in Francia svela chiaramente qual’è la strategia delle lobby gay. In Italia nel 2007 ci menavano il torrone con la storia dei Dico volendoci far credere che erano necessari per le coppie di fatto eterosessuali che avevano l’impellente esigenza di regolarizzare la loro posizione, che negli ospedali venivano discriminati, e via delirando (chissà perché tutte ‘ste coppie di fatto che vogliono regolarizzarsi non si sposano, mah…). Erano tutte balle. L’idea era quella di ottenere, per passi graduali, il “matrimonio” gay e l’adozione. Così quando ci raccontano che in Italia servirebbero leggi contro l’omofobia, sono balle, in realtà vogliono leggi che zittiscano e reprimono chi non la pensa come loro. L’ideologia gay è intrinsecamente violenta e intollerante e quanto avviene in Francia lo rende sempre più evidente. E’ necessario impedire sul nascere qualunque scivolamento verso un baratro che diventa inevitabile una volta aperta una piccola breccia. Bisogna sempre ricordarsene quando si vota: in Francia tantissimi hanno votato Hollande per avere una politica economica meno succube verso la Germania e si sono ritrovati con questa legge distruggi-famiglia e devastante per i bambini.

  4. Gabriele says:

    E’ presto per parlare, ma se quello che si racconta in questo articolo (purtroppo in francese) e’ vero… allora c’e’ da stare veramente in allerta:

    http://tvmag.lefigaro.fr/programme-tv/article/information/75130/manif-pour-tous-la-preuve-des-images-retouchees-existe.html

  5. ErikaT says:

    La discriminazione omofobica e transfobica, anche a livello di linguaggio, deve essere punita con il carcere.
    erikat veganatrans antibigottismo

  6. Michele says:

    Vergognoso Parlamento francese. Leggi come queste vanno disapplicate, contrastate, combattute con i mezzi legali. Aiutiamo la resistenza francese nella lotta con i bigotti omofili. Lotta pacifica e tranquilla perche’ i violenti sono loro. Non dobbiamo avere paura delle loro minacce. No alle pretese della lobby omofila, e prepariamoci a dare battaglia a casa nostra.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.