Google+

Genocidio armeno. Il Sinodo dei vescovi studia come proclamare santi e martiri le vittime dei turchi

ottobre 3, 2013 Leone Grotti

Dopo sei secoli si è riunito il Sinodo della Chiesa armena apostolica. «La canonizzazione è in fase di studio. Dal VI secolo non proclamiamo santi»

Le vittime del genocidio armeno potrebbero essere canonizzate. A partire dal 1915 i turchi uccisero un milione e mezzo di armeni, che a 100 anni di distanza potrebbero essere proclamati martiri.

SINODO CHIESA ARMENA. Il sinodo dei vescovi della Chiesa armena apostolica, che si è tenuto dal 24 al 27 settembre riunendo per la prima volta dopo sei secoli tutti i vescovi armeni apostolici, ha discusso di questa possibilità. «La canonizzazione delle vittime del genocidio armeno è in fase di studio, ma certo ha rappresentato uno dei punti più interessanti affrontati nel recente Sinodo», ha dichiarato a Fides padre Georges Dankaye.
Il rettore del Collegio Armeno di Roma e procuratore della Chiesa armena cattolica presso la Santa Sede ha aggiunto: «Si tenga conto che nella Chiesa armena apostolica gli ultimi santi sono stati proclamati nel VI secolo».

IL CASO HRANT DINK. Quello del genocidio armeno resta un tema molto sensibile in Turchia, che nega la sua esistenza. Ne sono prova le polemiche che ancora è in grado di scatenare il caso dell’assassinio del giornalista turco-armeno Hrant Dink (che ha rilasciato a Tempi la sua ultima intervista nel 2006 prima di essere ucciso), bersagliato dallo Stato per aver scritto molti articoli sui diritti dei curdi e il massacro degli armeni. Il processo ai suoi assassini è stato riaperto lo scorso 17 settembre, Nel 2010, la Corte europea dei diritti umani ha condannato la Turchia a risarcire la famiglia Dink con una cifra superiore ai 100 mila euro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana