Google+

Con padelle e casseruole i cacerolazos argentini manifestano a Milano contro Cristina Kirchner

novembre 9, 2012 Giovanni Ferrari

Arriva in Italia la rumorosa (ma pacifica) protesta contro le politiche della presidente socialista. «Vogliamo avere più libertà, pluralismo, democrazia e sicurezza»

«Juntos somos un nuevo mundo de libertad». È solamente uno tra i tanti slogan della manifestazione #8N che, partita da un Argentina stanca delle politiche della sua presidente Cristina Fernández de Kirchner, si è diffusa tramite i social networks in tutte le parti del mondo. Una manifestazione pacifica, ma rumorosa, visto che utilizza come unica arma pentole e casseruole (da qui il nome dei manifestanti, i cacerolazos).

Non è la prima volta che il popolo argentino si ritrova in piazza per denunciare le scelte del governo: lo scorso 13 settembre un’altra manifestazione ha coinvolto migliaia di argentini contro la gestione del potere della vedova Kirchner.

«Protestiamo per avere più libertà, pluralismo, democrazia e sicurezza», afferma una ragazza argentina che ieri sera si è data appuntamento con altri connazionali a Milano, nei pressi del Consolato argentino. Sono questi i temi scottanti che hanno portato i cacerolazos a protestare, questa volta in un modo ancora più capillare rispetto allo scorso 13 settembre, per la rivendicazione di libertà la cui presenza diventa sempre meno scontata.

Tra le manovre più criticate la decisione di abbassare l’età di voto a 16 anni, vista come una mossa demagogica per conquistare facili consenso. «Il governo sta garantendo molti sussidi ma nessun tipo di sussidiarietà – continua una manifestante – anche perché, distribuendo questi aiuti sociali, obbliga il popolo ad accontentarsi e a non cercare un modo più intuitivo e coraggioso per intraprendere una certa attività».

Si chiede infine il rispetto della Costituzione Nazionale (che si sta cercando di modificare per ottenere una rielezione non contemplata attualmente) e una giustizia non schiava della corruzione. Cristina la socialista vuole infatti entrare in tutti i campi della vita umana e, bloccando le importazioni e le esportazioni per un lungo periodo di tempo, ha bloccato l’economia argentina.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Salvot scrive:

    Le evidenzio solo la più grave delle menzogne che sta affermando: Nessuno sta cercando di riformare la costituzione. L’Argentina è un Paese democratico che ha eletto la Presidente Kirchner. Questo non vuol dire che tutto sia perfetto, ma poche decine a Milano o alcune cento di migliaia a Buenos Aires non sono rappresentative di una minoranza. Minoranza variegata che va dall’estrema destra passando per i nostalgici della dittatura fino alla casalinga di Voghera che esiste anche in Argentina, che crede di perdere vantaggi quando altre classi sociali ne ottengono.
    Non menta sig. Ferrari.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana