Google+

Assaltano la chiesa, prendono il crocifisso e lo demoliscono in piazza. E non è l’Isis

giugno 10, 2016 Leone Grotti

Non è opera dello Stato islamico, ma degli studenti in Cile. La protesta contro il governo di ieri è finita con un incredibile atto di profanazione

Hanno assaltato la chiesa, abbattuto e bruciato il pesante portone di legno, staccato il crocifisso di tre metri che campeggiava dietro l’altare e dopo averlo portato in piazza, tra risa e grida, l’hanno distrutto calpestandolo, colpendolo con bastoni e staccandogli testa, braccia e gambe. Non è opera dello Stato islamico in Iraq, Siria o Libia ma di centinaia di studenti in Cile.

CONTRO IL GOVERNO. La triste riedizione del calvario ha avuto luogo giovedì a Santiago, capitale del paese sudamericano, e ha posto fine a una protesta studentesca contro il governo. Il movimento studentesco, sempre più forte e radicalizzato nel paese, protestava contro la mancata attuazione delle riforme economiche e sociali promesse dal presidente di sinistra Michelle Bachelet. Anche la riforma del sistema dell’istruzione è stata rimandata a causa della mancanza di fondi.

«SINTOMO MOLTO PREOCCUPANTE». Gli studenti erano in parte armati, con il volto coperto e dotati di maschere anti-gas per resistere ai lacrimogeni della polizia. Gli agenti in assetto anti-sommossa sono riusciti a fatica a disperdere la folla usando gli idranti, non prima che questa però abbia vandalizzato e profanato la chiesa della Gratitudine nazionale.
Il ministro degli Interni Mario Fernandez ha dichiarato ai giornalisti preoccupato: «Ciò che abbiamo visto è un sintomo molto preoccupante di quello che alcune persone vogliono cominciare a fare al nostro paese». La Chiesa cattolica ha chiesto che i responsabili non rimangano impuniti.

Foto Ansa/Ap

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

17 Commenti

  1. bove says:

    Signore perdonali perchè non sanno quello che fanno, sono accecati dalla rabbia.

  2. Giuseppe says:

    Posso pronosticare che questo gesto – o simili – troverà presto imitatori in Europa e in Italia, con i nostri vescovi ( a parte i soliti due o tre) che non solo non avranno nulla di ridire o protestare, ma vi troveranno “elementi positivi”, “semi di dialogo”, e riterranno che i responsabili [eventualmente, ma non è detto, individuati dalle forze dell’ordine e subito rilasciati dal magistrato di turno] non debbano essere puniti,perchè ciò “è divisivo”, mentre dobbiamo “ricercare ciò che unisce” e “costruire ponti”.

    Scommettiamo?

  3. EquesFidus says:

    Sono le potenze del male all’opera, ieri come oggi: si tratta di tentativi da parte di Satana (e dei suoi più o meno consapevoli servitori) di uccidere nuovamente il Cristo e di distruggerlo, che non potendo esplicitarsi contro di Lui si rivolgono con furia infernale contro oggetti, ministri e luoghi sacri.

    • uber says:

      Peccato che siano proprio i cattolici gli unici pensanti in un mondo di ateissimi pecoroni.

    • EquesFidus says:

      Ha parlato quello con elevato quoziente intellettivo; ma vai a trollare da altre parti, sciocco!

      • EquesFidus says:

        Non preoccuparti: significa che queste notizie, nonostante tutto, interessano a costoro, nel bene e nel male. E che riconoscono la veridicità delle mie parole: mi odiano e mi temono, infatti, altrimenti perché dovrebbero perdere tempo a trollare ed insultare sotto i miei interventi?

    • Susanna Rolli says:

      Ci “eleviamo” ripetendo le parole dell’angelo ai pastorelli di Fatima:

      Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito
      Santo, Ti adoro profondamente e Ti offro
      il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e
      Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i
      tabernacoli della terra, in riparazione degli
      oltraggi, sacrilegi e indifferenze con
      cui Egli stesso viene offeso. E per i meriti
      infiniti del Suo Sacratissimo Cuore e per
      l’intercessione del Cuore Immacolato di
      Maria, Ti chiedo la conversione dei poveri peccatori”.Amen.

  4. paolo says:

    E’ orribile, come sul Calvario!
    Padre, perdona i senza fede, quanto devono soffrire!

  5. Susanna Rolli says:

    Ne avevo postati due. PAzienza.

  6. Alessio says:

    Accanirsi su una povera statua è il basso livello culturale di queste persone!!! Il male lo hanno fatto a se stessi! W GESÙ!!!

  7. maxnadier says:

    scommetto che quando verrà la tua ora cercherai il prete e bacerai il rosario

  8. Menelik says:

    Quelli in nessun modo rappresentano gli studenti, sono solo dei collettivi anarchici, come i black block.
    Non cascate nella trappola e pensare che rappresentino gli studenti in generale.
    Rappresentano solo una minima parte, una infima parte degli studenti.
    La parte peggiore, la feccia del mondo studentesco.
    Studentesco…ultrafuoricorso, probabilmente.
    E tra di loro ci saranno anche molti non studenti, ma che si mischiano con gli studenti apposta per seminare zizzania.

    • Susanna Rolli says:

      infatti!, avevo postato che “se questi sono i frutti dello studio, viva l’ignoranza!”…ciao, grazie.

    • Pietro says:

      Dovunque, in tutti i tempi l’ideologia di sinistra non si smentisce mai: violenza, distruzione, intolleranza e chi più ne ha più ne metta. I fatti lo stanno a dimostrare dalla rivoluzione bolscevica ai giorni nostri pur attraverso le tanti varianti più o meno radicaleggianti.

  9. Ferruccio says:

    vedete. satana esiste. altrimenti tutto questo non avrebbe senso.

  10. Ester says:

    A me viene in mente la persecuzione atroce contro la Chiesa e i Cristiani durante la guerra civile spagnola del 1936.
    Chiese distrutte , Crocefissi bruciati o fatti ingoiare a cristiani, laici e religiosi ammazzati nei modi più orribili. .

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tutto quello che c'è da sapere sull'auto formato business, dalle motorizzazioni che vanno di più agli optional irrunciabili, passando per carrozzerie e colori

L'articolo Auto aziendale, come scegliere quella giusta? proviene da RED Live.

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.