Google+

Caso Del Turco, rinviato a giudizio il grande accusatore Angelini

dicembre 12, 2011 Redazione

L’imprenditore Vincenzo Angelini è finito alla sbarra per il crac da 220 milioni di euro del suo gruppo Villa Pini. Angelini aveva raccontato a Pescara dei traffici di Del Turco e della sua giunta, provocandone la prematura caduta nel 2008. Perché i pm di Pescara sono stati incapaci di scoprire ciò che è risultato evidente ai loro colleghi di Chieti?

“Crolla il bluff dell’accusatore di Ottaviano Del Turco“, così titola oggi il Giornale, che, a firma del corrispondente Gian Marco Chiocci, pubblica un articolo in cui rivela che «il grande accusatore dell’ex governatore abruzzese è stato rinviato a giudizio dal gup Di Geronimo per bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale».
Scrive Chiocci che l’imprenditore Vincenzo Angelini è finito alla sbarra a Chieti per il crac da 220 milioni di euro del suo gruppo Villa Pini. Angelini aveva raccontato a Pescara dei traffici di Del Turco e della sua giunta, provocandone la prematura caduta nel 2008. Creduto sulla parola – i soldi  non furono mai trovati dopo numerosi accertamenti patrimoniali e bancari –, Angelini si trova oggi a passare dalla parte “sbagliata” della storia, con un rinvio a giudizio che ne mina fortemente la credibilità.

Nell’articolo del Giornale si dà conto delle “spese pazze” di Angelini con «premi in nero «conferiti a primari e impiegati delle cliniche, agli acquisti di opere d’arte, alla mania per gli acquisti che lo stesso ammise in un interrogatorio boomerang a Pescara dove confessò di aver comprato un dipinto del Tiziano coi quattrini del Gruppo: “Lo sanno tutti, anche in Tibet, che ho le mani bucate”».

Chiocci conclude l’articolo con una domanda: «Posto che non esiste alcun riscontro sulle mazzette ai politici, perché i pm di Pescara hanno evitato ostinatamente di chiedersi ciò a cui i colleghi di Chieti sono riusciti a darsi anche una mezza risposta, e cioè se tante volte, Angelini, avesse millantato il ricorso alle tangenti per nascondere lo shopping compulsivo concausa della bancarotta?»

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download