Google+

Conosci Faruk? L’ennesima campagna pubblicitaria fallimentare del Pd

gennaio 17, 2012 Redazione

PERMALOSITÉ. In questi giorni parlare con Nicolas Sarkozy della tripla A perduta (…) è un esercizio difficile. Al presidente francese dà così tanto fastidio affrontare – soprattutto in pubblico – la questione del declassamento, che il vertice di Roma previsto per venerdì 20 gennaio è rimandato a febbraio «su richiesta francese».
Stefano Montefiori, Corriere della Sera

ANDREA. Com’è naturale, parlare di «maggioranza politica» per Pd e Pdl non è indolore. Tutt’altro, come ha capito a sera lo stesso Casini rifugiandosi nell’ironia: «Non si può chiamare “maggioranza politica”? Chiamiamola “Andrea”!».
Paola Di Caro, Corriere della Sera

TUTTO IL MONDO È CORTINA/1. A scorrere il dettagliato elenco sui redditi medi dei lavoratori autonomi che il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia ha messo in rete ieri, si ha l’idea di un paese poverissimo, dove i cittadini lavorano per il gusto di farlo e non per portare a casa un qualche guadagno. Un paese, dove, sotto ai notai, ai farmacisti e ai medici, categorie privilegiate, si agita una plebe cenciosa di tassisti, noleggiatori, orafi, sarti, costruttori di barche, ristoratori, negozianti di scarpe, pellicciai, gestori di stabilimenti termali o balneari, albergatori e baristi, che non riesce ad arrivare alla fine del mese.
Eduardo Di Blasi, il Fatto quotidiano

TUTTO IL MONDO È CORTINA/2. I militari delle Fiamme gialle, su 252 esercenti, hanno contestato 152 violazioni fiscali, quasi esclusivamente per mancata emissione di scontrino o ricevuta fiscale.
Stefano Caselli sui controlli della Finanza nei giorni scorsi a Roma, il Fatto quotidiano

TUTTO IL MONDO È CORTINA/3. Siamo stati nei negozi del centro storico tra i negozi di lusso, ma non solo. In zona Prati la clientela è prevalentemente composta da borghesia medio-alta, viale Marconi è un po’ più popolare, Ostia e la Provincia non sono certo roccaforti del lusso. Il fenomeno dell’evasione fiscale, purtroppo, è assai trasversale.
Il comandante provinciale della Gdf di Roma sui controlli dei giorni scorsi nella capitale, il Fatto quotidiano

COMPLIMENTI. Sono abusivi e inoltre «imbrattano, non sono ecologici, sono brutti» aggiunge Alicata (Cristina, ndr), che chiede «scusa alla città».
Federico Mello sulla campagna pubblicitaria “Conosci Faruk?” per il tesseramento del Pd, il Fatto quotidiano

ERA MEGLIO LA SOLITA GNOCCA. Il deputato Pd Roberto Giachetti su Facebook racconta che aveva pensato inizialmente che si trattasse di una «pubblicità per cuori solitari». Poi «scopro, ma stento a crederci, che si tratta della campagna di tesseramento del mio partito…».
Federico Mello sulla campagna pubblicitaria “Conosci Faruk?” per il tesseramento del Pd, il Fatto quotidiano

CENTRO. A guardar bene queste campagne hanno un filo comune: non esprimono contenuti politici, ma frasi ugualmente buone per un’agenzia di viaggi, un discount o un partito di centro.
Federico Mello sulla campagna pubblicitaria “Conosci Faruk?” per il tesseramento del Pd, il Fatto quotidiano

UNA STRAGETTA NON CE LA METTI? Da 17 anni (Formigoni, ndr) galleggia su una schiuma di faccendieri, appalti, società corruttrici, ville abusive, buchi di bilancio, false fatturazioni, finanziamenti illeciti, reati contro il patrimonio, bancarotte fraudolente…: un’orgia affaristica dentro la sua Regione Lombardia dove fanno capolino anche la ’ndrangheta e la criminalità organizzata.
Francesco Merlo, la Repubblica

COL DOVUTO DISPREZZO/1. La regione italiana, che il luogo comune identifica come la culla della modernità e dell’efficienza, sempre più si rivela coma la Padania gretta delle tangenti, ma anche di quella estetica micragnosa, da “tinello marrone” direbbe Paolo Conte.
Francesco Merlo, la Repubblica

COL DOVUTO DISPREZZO/2. E la Lombardia, la sua Lombardia, al di là delle responsabilità penali di Formigoni, sempre più somiglia maledettamente alla Sicilia, alla Calabria, alla Campania, al Sud delle clientele e delle parrocchie.
Francesco Merlo, la Repubblica

MERLO DIREBBE A NAPOLI. Ieri, come tutti hanno potuto constatare, in alcune zone del centro (di Milano, ndr) sembrava di essere a Zurigo.
Ugo Savoia sull’introduzione dell’Area C, Corriere della Sera

A PARTE BERLUSCONI. Davvero c’è un solo responsabile della catastrofe? (…) Bisogna avere il coraggio di dirlo: se la tragedia della “Costa Concordia” deve insegnare qualcosa a questo paese (e a tutti noi) non può essere solo la favola feroce e consolatoria del capro espiatorio, il pericolo pubblico, il matto solitario che libera con la catarsi della sua colpa le coscienze e le responsabilità di ognuno.
Luca Telese contro «la favola dell’unico colpevole» nel naufragio del Giglio, il Fatto quotidiano

UN CAPRO PER TUTTE LE STAGIONI. Il peggiore: Berlusconi. Voto: 3. Non si prepara un derby mercanteggiando su Pato e/o su Tevez. Meno che mai dettando la formazione sbagliata (Boateng mediano) a un allenatore confuso.
Giancarlo Padovan nelle pagelle del derby Milan-Inter, il Fatto quotidiano

TI AMO COMPAGNO/1. Noi stimiamo Eugenio Scalfari, anche quando ci chiama «editorialisti qualunquisti, demagoghi».
Marco Travaglio, il Fatto quotidiano

TI AMO COMPAGNO/2. «Il Fatto è tornato ad attaccare, con i consueti toni inquisitori, i giornali che usufruiscono del finanziamento pubblico. Tra gli smemorati colleghi del Fatto ce ne sono molti che fino a poco fa si battevano in difesa dei giornali «imbottiti di soldi pubblici» e altri che ci lavoravano tranquillamente senza porsi alcun problema di coscienza». Subito sotto, il giornale (l’Unità, ndr) ripubblica l’appello in difesa del finanziamento pubblici firmato nel 2006, tra gli altri, anche da Antonio Padellaro: oggi alla guida del Fatto, allora direttore di un’Unità che aveva tra i suoi collaboratori anche Travaglio.
Un corsivo dell’Unità di ieri ripreso dal Corriere della Sera

TI AMO COMPAGNO/3. Francamente non mi dispiace essere definito corazziere del Quirinale dai gendarmi di Di Pietro.
Emanuele Macaluso, direttore del Riformista, contro Marco Travaglio e il Fatto quotidiano

SOGNA LORIS, SOGNA. La tv di Stato sta discutendo il nuovo piano industriale, mi auguro non sia fatto solo di tagli, ma di investimenti in nuovi mezzi di ripresa che possano trasformare il pachiderma Rai in gazzella.
Loris Mazzetti, il Fatto quotidiano

LA FAMOSA SORPRESINA. La rivincita del terzo sesso. Sono trentamila i transgender italiani. Rappresentano l’avanguardia del movimento per i diritti e le libertà sessuali. (…) Sono testimoni di un cambiamento che potrebbe avere risvolti sociali imprevedibili.
Titolo e sommario della Repubblica

PREMIO CHISSENEFREGA. In che cosa Comunione e Liberazione si distingue così nettamente da altre esperienze cristiane? (…) Cerco di capirlo, senza riuscirci, da una trentina d’anni.
Michele Serra, la Repubblica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana