Via libera alle mascherine lombarde. «Davvero una bella notizia»

La soddisfazione della Regione per l’autorizzazione concessa dall’Istituto superiore di sanità ai Dpi prodotti da Fippi contro l’emergenza coronavirus

Claudio Guarnerio, amministratore delegato di Fippi, azienda di pannolini che produce mascherine anti-coronavirus

Contro il coronavirus via libera alle mascherine lombarde della Fippi. «Davvero una bella notizia. Un responso che attendevamo da giorni. È infatti arrivato venerdì 3 aprile pomeriggio il parere favorevole da parte dell’Istituto Superiore della sanità (Iss) alla produzione, all’utilizzo e alla commercializzazione delle mascherine prodotte in Lombardia dall’azienda Fippi di Rho in provincia di Milano». Lo ha comunicato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenuto alla diretta Facebook trasmessa dalla pagina di Lombardia Notizie Online.

Iss ha confermato rispondenza del prodotto

Iss, infatti, ha confermato la rispondenza del prodotto alla normativa tecnica e ai requisiti ‘Mascherine facciali ad uso medico – requisiti e metodi di prova’, a quelli di biocompatibilità e di produzione implementata gestita secondo un sistema di gestione di qualità e ha dichiarato la rispondenza del prodotto alla normativa tecnica e ai requisiti richiesti.

Produzione valida fino al 31 dicembre

Fino al termine dell’emergenza (datata dalla delibera del Consiglio dei ministri al 31 dicembre 2020) Fippi potrà dunque produrre e commercializzare le mascherine.

Cattaneo: sinergia Regione, Politecnico e azienda al traguardo

L’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, che ha coordinato i lavori della task force da giorni impegnata su questo fronte ha espresso soddisfazione per questo risultato. «Siamo molto contenti – ha detto Cattaneo – dell’approvazione da parte di Iss alle mascherine prodotte da Fippi. Il lavoro svolto da Regione Lombardia, Politecnico di Milano e dall’azienda è stato finalmente riconosciuto e le mascherine potranno essere utilizzate dai nostri sanitari all’interno degli ospedali e delle Rsa, categorie che più ne hanno bisogno». «Con questa autorizzazione, infatti, le mascherine prodotte dalla Fippi – ha aggiunto – sono equiparate alle mascherine chirurgiche certificate».

Caparini: premio a perseveranza

«La nostra perseveranza – ha concluso l’assessore al Bilancio, Davide Caparini – è stata premiata. Un pressing a tutto campo che ci consente di dotare la Lombardia, ma non solo la nostra regione, di una nuova e importante produzione di dispositivi di prevenzione individuale quanto mai importanti e necessari».

Fonte: Lombardia Notizie Online