Google+

Arrivano le jihadiste del sesso: la prostituzione è lecita se serve a «soddisfare» i ribelli islamici in Siria

luglio 24, 2013 Matteo Rigamonti

Centinaia di ragazze vengono reclutate dagli estremisti in Tunisia e inviate in Siria per «soddisfare» gli jihadisti

L’ultima frontiera del jihad, la guerra santa islamica, è il sesso. La chiamano prostituzione «halal», ossia «lecita», e coinvolge centinaia di ragazze tunisine, sedotte dai predicatori fondamentalisti di Ansar al-Sharia.

«SODDISFARE GLI JIHADISTI». Il partito salafita fondato tre mesi dopo la caduta di Ben Alì, che da tempo è impegnato nel reclutamento non solo di giovani musulmani da inviare in Siria a combattere per la caduta del regime di Bashar al-Assad, ma anche di giovani ragazze che possano raggiungerli per «soddisfare le pulsioni sessuali dei jihadisti in Siria» e «alleviare le loro sofferenze per ridare loro forza affinché possano vincere il nemico».

SCHIAVE DEL SESSO. A dare la notizia è stato il francese Le Journal International, che ha descritto con dovizia di particolari le modalità attraverso cui il partito radicale Ansar al-Sharia fa proseliti e indottrina i giovani musulmani per spedirli in Siria a combattere. Ora recluta persino giovani donne per farne “jihadiste del sesso”, schiave che nel nome dell’Islam combattano il jihad a modo loro: concedendosi ai combattenti. Con il rischio che a decine poi tornino in patria gravide di figli, il cui padre è destinato a rimanere sconosciuto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. marco says:

    gli americani e gli israeliani e i loro stupratori scagnozzi assassini di bambini e di ragazzine non c’è la fanno senza prostitute sono dei depravati

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.