Google+

«Tanti cristiani di Aleppo pensano che sarebbe quasi meglio morire»

luglio 21, 2016 Redazione

Padre Ibrahim Al-Sabbagh: «Situazione insopportabile. Chiunque spara centinaia di razzi su case, chiese, scuole e ospedali non può essere chiamato un “ribelle moderato”. Bisogna bloccare la Turchia»

L’esercito siriano di Bashar al-Assad ha preso il controllo del corridoio Castello, nella parte nord di Aleppo, che serve ai gruppi ribelli e jihadisti per assicurasi rifornimenti dalla Turchia. Ora gli islamisti, che controllano la parte orientale di Aleppo, si preparano a un assedio che potrebbe durare mesi e che rappresenta lo scenario peggiore per i cristiani che vivono nella parte ovest della città: «Non avremo possibilità di vivere. Molti pensano che sarebbe quasi meglio morire. Noi dobbiamo rispondere con la pazienza e un’azione positiva».

250 RAZZI. Le parole ad Aiuto alla Chiesa che soffre di Ibrahim al-Sabbagh come sempre mescolano drammaticità e speranza. Settimana scorsa, in un solo giorno, «250 razzi sono caduti sugli abitanti di Aleppo ovest», lanciati dai ribelli: «Questa è una situazione che non può più essere sopportata».

«POSSIAMO ALMENO PREGARE». Aleppo, continua il frate francescano, «sta vivendo i peggiori momenti della sua storia. La gente prega giorno e notte. Prega e piange per la disperazione». L’unica consolazione per i pochi cristiani rimasti nella città siriana è che possono ancora pregare, perché «almeno qui abbiamo il diritto di vivere e credere nella nostra fede. Sotto i ribelli questo sarebbe impensabile».

«NON SONO RIBELLI MODERATI». Chiunque spara ogni giorno centinaia di razzi e colpi di mortaio «su case residenziali, chiese, scuole e ospedali non può essere chiamato un “ribelle moderato”», polemizza con l’Occidente e i suoi media padre Ibrahim, che suggerisce: «Bisogna chiudere i confini attraverso cui armi, cibo e uomini arrivano ai jihadisti di Aleppo. Il 95 per cento dei rifornimenti arrivano dalla Turchia e non aiutano individui ma interi gruppi, organizzati, con una logistica».

«REAGIRE DAVANTI AL MALE». Pur nel mezzo di una situazione insopportabile, ancora una volta, il frate francescano continua a sperare e ad agire: «Non possiamo rimanere passivi di fronte al male. La nostra chiara risposta deve essere la pazienza e la positività dell’azione. Ecco perché aiutiamo tutti quelli che possiamo visitando i malati e pregando con i fedeli».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Rolli Susanna says:

    Caro padre, la ringrazio, davvero vi resta solo la speranza in un miracolo…siete sulla croce e la croce si sopporta solo con la Grazia di Dio che ci viene dall’Eucarestia e dalla preghiera..Questo lo sappiamo, ma sappiamo anche che non resteranno impuniti i responsabili delle azioni malvagie degli uomini….Purtroppo, perchè per certuni sarebbe meglio che così non fosse.

  2. maboba says:

    Con grande amarezza devo constatare l’ignavia e il menefreghismo del nostro governo, e insieme a lui di tutto il cosiddetto “establishment” (presidenza della repubblica in primis, giornali, TV, parlamento) sempre pronto a stracciarsi le vesti per Regeni, o per il kenyano, afarne grandi questioni di principio e poi del tutto silenti e assenti verso cosiddetti alleati che compiono tali misfatti. Come continuare a dare fiducia a “cattolici” come il premier, il ministro degli esteri e compagnia cantando?
    Il mondo va così e ci sono interessi superiori da tutelare? Bene. La smettano però allora con l’ipocrisia e la presa per i fondelli.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.