Sondaggio: crollo M5S. E per un elettore grillino su quattro la colpa è di Beppe Grillo

In una settimana il Movimento Cinque Stelle ha perso tre punti, scendendo sotto la soglia del 20 per cento. Primo partito il Pdl. Calo per il governo Letta e per Matteo Renzi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Verrebbe da dire: «Grillo arrenditi, sei circondato». Il partito di Beppe Grillo, infatti, crolla di tre punti in una settimana e scende sotto il 20 per cento. Lo dice un sondaggio Swg presentato su Rai3 alla trasmissione Agorà. Non solo: per oltre la metà degli italiani (63 per cento) è iniziata la parabola discendente del Movimento 5 Stelle e più di un elettore su tre (36) è convinto che il calo registrato alle amministrative sia legato alla gestione del Movimento da parte di Grillo. A puntare il dito contro il comico è il 23 per cento dei sostenitori grillini, mentre secondo il 22 per cento degli elettori totali e l’11 percento di quelli 5 Stelle il calo registrato dal Movimento è legato a candidati non all’altezza.

Partiti:

  • Pdl: 27,8 per cento
  • Pd: 25,8 (+3,2)
  • M5S: 19,1 (-3,5)
  • Scelta Civica: 5,2 (+0,3)
  • Sel: 5,00 (+0,2)
  • Lega Nord: 4,7 (-0,2)
  • Fratelli d’Italia 1,8 (+0,3)
  • Udc: 1,7 (-0,3)

La fiducia nel governo di Enrico Letta cala di un punto (ora è al 30 per cento). In meno di un mese è scesa di 13 punti.

Fiducia nei politici:

  • Giorgio Napolitano: 53 per cento (-2)
  • Matteo Renzi: 49 (-5)
  • Enrico Letta: 44
  • Silvio Berlusconi: 24 (-1)
  • Angelino Alfano: 23 (-3)
  • Nichi Vendola: 23 (+1)
  • Beppe Grillo: 22 (-3)
  • Mario Monti: 18
  • Guglielmo Epifani: 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •