Google+

Siria. Al Qaeda si spacca. Gli scontri tra gli oppositori di Assad causano 2.300 morti in un mese

febbraio 3, 2014 Redazione

Un articolo firmato “Comando generale di Al Qaeda” ha disconosciuto il gruppo più pericoloso, potente e violento: lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante

Mentre il primo round di colloqui a Ginevra II per fermare la guerra in Siria si è concluso con un bella nulla di fatto, continuano i combattimenti in Siria, specie ad Aleppo, dove il governo ha fatto decine di vittime, e in altre città dove a combattersi a vicenda sono i qaedisti dell’Isil e altre formazioni estremiste islamiche.

GUERRA TRA ESTREMISTI. In un solo mese, gli scontri tra Stato islamico dell’Iraq e del Levante, Al Nusra, estremisti islamici legati al Fronte islamico e ribelli hanno causato più di 2.300 vittime.
Sabato, come affermato dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, l’Isil è anche riuscito a uccidere il leader della potente brigata islamista Liwa Al Tawhid e quello del gruppo Suqour Al Sham.

GUERRA TRA QAEDISTI. Mentre il battaglione qaedista continua la sua guerra contro Assad e i ribelli, un articolo firmato “commando generale di Al Qaeda” e pubblicato su diversi siti jihadisti ha di fatto disconosciuto ogni legame tra il movimento terroristico e l’Isil: «Il commando generale di Al Qaeda non ha legami con l’Isil e non è responsabile per le azioni del gruppo, che si è scontrato quest’anno con altri ribelli».

LA LEGGE DI DIO. Se Al Qaeda ha deciso di allontanarsi così nettamente da un suo ex affiliato è perché l’Isil, guidato da Abu Bakr Al Baghdadi, ha rifiutato ripetutamente la leadership di Al Zawahri, che a maggio ha chiesto a Baghdadi di tornare in Iraq e all’Isil di obbedire all’altra formazione qaedista che combatte in Siria: Al Nusra. Baghdadi non ha ascolto il leader di Al Qaeda e ha risposto così, troncando i rapporti: «Mi trovo a dover scegliere tra la legge di Dio e la legge di Zawahri e scelgo la legge di Dio». Le lotte interne ad Al Qaeda in Siria sarà un problema in più da affrontare per i partecipanti di Ginevra II.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Pierpaolo says:

    La “Amica delle Siria” Emma Bonino preme per portare loro aiuti “umanitari”.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.