Google+

Se siamo uomini e non bestie perché non togliamo l’embargo alla Siria?

settembre 8, 2015 Luigi Amicone

Qualche domanda al premier dopo la predica umanitaria. Perché continuiamo a ingrossare l’esercito dei profughi e degli sfollati imponendo l’embargo alla Siria?

Anticipiamo l’editoriale del numero del settimanale Tempi in edicola da giovedì 10 settembre – Gentile presidente del Consiglio Matteo Renzi, cosa significa ricordarci che «siamo umani, non bestie» adesso che la Turchia ha deciso di aprire le frontiere ai profughi e la Germania di accoglierli? Sono anni che le tendopoli al confine della Siria fungono da copertura ai traffici di armi verso l’Isis e i qaedisti anti-Assad. Adesso Erdogan capisce il disastro a cui ha personalmente contribuito e gira all’Europa la patata bollente.

Brava Merkel. Ma quando mai gli italiani hanno dimenticato di essere “umani”, in questi anni in cui “merkelandia” li ha lasciati soli a salvare per mare e per terra ogni genere di disperati? Vogliamo sul serio parlare degli 8oo mila che la Germania è disposta ad accogliere, esito di una guerra civile in Siria sostenuta da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna da una parte; Turchia, Arabia Saudita e Qatar dall’altra?

Spiacenti, le immagini della fiumana di profughi in marcia sono troppo poco per fare concessioni a una propaganda umanitaria che non spiega cosa sta succedendo. Non in queste settimane. Ma da quattro anni. Con la colpevole – e questa sì, disumana – collaborazione dei governi “umani”. Spiacenti, la foto del corpicino del povero Aylan non può essere usata per diffamare i paesi dell’est e inoculare ai popoli europei sensi di colpa per la mollusca e vigliacca politica estera dei loro governanti.

Infatti, un altro Aylan ci ricorda in queste ore che «noi vogliamo tornare a casa nostra, questo vogliamo, non vivere profughi in Europa».

Sono anni che raccontiamo da queste pagine la tragedia dei popoli in Medio Oriente. Di agosto è l’ultima copertina di Tempi firmata dal nostro inviato ad Aleppo, città martire, assediata dalle bestie islamiste. Ed è da quattro anni che i famosi Stati Uniti, Nazioni Unite e Unione Europea assistono senza batter ciglio ai 240 mila morti, ai 4 milioni di profughi tra Turchia, Libano e Giordania, agli 8 milioni di sfollati all’interno della Siria.

Dunque, piuttosto che rivolgersi al senso di umanità della gente comune, chi ha responsabilità di governo come le ha Matteo Renzi dovrebbe rivolgersi a se stesso e ai propri partner con domande tipo: perché continuiamo a ingrossare l’esercito dei profughi e degli sfollati imponendo l’embargo alla Siria? Perché continuiamo ad appoggiare i cosiddetti “ribelli” di Damasco e, attraverso i ricchi paesi islamici che fanno shopping in Europa e gonfiano i listini della Borsa newyorkese, continuiamo a sostenere l’avanzata del Califfato che è la principale causa dell’esodo biblico?

In verità, solo la Chiesa rimane accanto ai perseguitati in ogni dove nel mondo. Adesso, con la proposta di Francesco di accogliere una famiglia in ogni parrocchia, i cristiani sono chiamati a una bella sfida umana.

Ma chissà come la prenderà certa “fratellanza” musulmana che la propria gente la lascia ben fuori dai propri confini sigillati con i petrodollari e la usa come carne da cannone jihadista.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

14 Commenti

  1. Fabrizio says:

    Complimenti, ben detto! Bravo Luigi Amicone!

  2. Roberto says:

    Accusare Renzi di non aver fatto niente mi sembra eccessivo e poco corretto.
    Considerando che qualsiasi cosa faccia a partire( Da SEl a Fratelli D’Italia passando dalla Lega e Forza Italia ) Sorprendente Vero?Dx e Sx. uniti contro L’Untore chissà perché ?……..
    Alla prossima.

    • Filippo81 says:

      Renzi ha fatto ……..danni, in perfetta sintonia con i suoi predecessori berlusconi, monti , letta,ecc

  3. Fabio G. says:

    Non togliamo l’embargo alla Siria perchè siamo succubi degli USA,
    loro chiedono, consigliano, invitano (ma in sostanza ordinano) e
    noi eseguiamo. Purtroppo non siamo i soli.

  4. Sebastiano says:

    “…Ma chissà come la prenderà certa “fratellanza” musulmana che la propria gente la lascia ben fuori dai propri confini…”
    Che domande, Luigi…?!
    Più o meno come la stanno prendendo i “musulmani moderati” di casa nostra, che non mi sembra si stiano sbracciando o che stiano aprendo i salvadanai per accogliere i loro correligionari…

  5. Roberto says:

    Vorrei fare delle Considerazioni.
    1°Leggere art. Di Marco Bertoncini su Italia Oggi ” Taglio Delle Tasse Renzi Fa sul Serio”
    2° Articolo Sui Talk Show Sempre su Italia Oggi
    3°Vorrei qui ricordare poi che i precedenti governi con FI-Lega AN Prodi e via cantando nonostante avessero maggioranze bulgare nulla hanno fatto.Anzi sempre piu’ hanno affossato l’Italia.
    4°Come detto nell’intervento precedente Tutti vogliono cambiare per non cambiare nulla.
    Almeno questo a fatto 4 cose A messo nell’ angolo i sidacati,ha dato 80 €,ha attuato lo Job Act,ha ridotto
    Irap,dovete solo dire cosa hanno fatto B.Prodi e compagnia.
    Ma dovete convincermi con prove e fatti.
    Ma come fate a parlare e commentare senza un briciolo di giudizio,e di memoria?
    Saluti
    Viva L’italia

    • Fabio G says:

      Ma quì si parla del dramma che sta vivendo la siria:
      240 mila morti,
      4 milioni di profughi tra Turchia, Libano e Giordania,
      8 milioni di sfollati all’interno della Siria.

  6. Babbaluciu says:

    Finchè non usciamo dalla NATO e continuiamo ad avere sul nostro territorio più di cento basi di un esercito di occupazione da ormai settant’anni che usa la nostra Italia come uno zerbino di decollo ed atterraggio per le operazioni di guerra USraeliane, i nostri politici continueranno ad essere dei meri esecutori di ordini dei nostri padroni.
    E’ la Russia il nostro alleato naturale, visto che le condizioni del nostro esercito non sono tali da potersela cavare da solo efficientemente in caso di crisi militare causata dai nostri cosiddetti “alleati”, in realtà padroni occupanti.

    • xyzwk says:

      La Russia di Putin alleato naturale? Una specie di dittatore che nega libertá di stampa e di opposizione al suo governo, che considera una parte dei suoi cittadini, solo perché sono omosessuali, di serie b, è il vostro idolo? E un paese democratico dove tutti, sono liberi di seguire le proprie idee, sarebbe padrone in casa nostra?
      La vostra capacità di ribaltare completamente la realtà è patetica, se non fosse patologica!

      • Giovanni says:

        Il paese di cui parli, gli USA, è lo stesso paese che sgancia bombe atomiche, finanzia il terrore, si impiccia negli affari di tutti i paesi stranieri. la sinistra faceva meno schifo prima che prendesse il sopravvento la vostra cultura radicale.

        • Andrea says:

          Ormai l’occidente sforna solo gente che parlando di Russia l’unica cosa che sa fare è il collegamento con il deretano.

  7. Raider says:

    Da chi ci dovrebbe difendere la Russia? Dall’Iran che ci minaccia di ritorsioni se non gli garba la nostra politica verso questo o quello, non solo Israele?
    L’Iran che per ragioni religiose ovvero di ‘nazionalismo’ panislamico vuole distruggere Israele e ‘liberare’ Gerusalemme così come fare con Roma islamizzata,dove intorno a San Pietro cresce la presenza degli islamici che predicano la conversione all’Islam?
    Chi ci dovrebbe difendere da un’islamizzazione e da Eurabia, i cui fautori sono gli eurocrati e onusiani alla Boldrini che hanno deciso che, guerre o non guerre, l’Ue dovrà essere da 250 milioni di immigrati da qui al 2060, a parte quelli che sono già in loco? Putin e islamici e filo-islamici impediranno tutto questo? A Putin non gliene frega niente; a islamici e filo-islamici di tutte le tendenze confessionali e politiche questa prospettiva non può che fare piacere.
    Tocca a noi,ai popoli europei da sempre, dire
    NO ALL’ISLAM!
    NO ALL’IMMIGRAZIONE!

    Gentile Direttore,

    sto intervenendo per qualche minuto dal computer di un amico. Voglio ringraziarLa per quello che Lei ha detto ieri a UnoMattina uscendo fuori dal copione e dallo spartito predisposto,come fa di continuo, dalla Rai per glorificare i matrimoni gay.Ho apprezzato e ammirato il Suo coraggio e la Sua determinazione nello smascherare operazioni mediatiche e politiche (avallate dalla magistratura, queste) proprie del regime a Pensiero Unico in cui viviamo. Non c’è dibattito in par condicio e non è ammesso il dissenso: Lei è stato fra i pochi a dirlo apertamente. Grazie!
    Un plauso anche a Adinolfi, finito nella trappola del pomeriggio sempre su RaiUno; e al leghista Molteni, che nella stessa trasmissione si è visto solo contro tutti, compreso un prete che ci teneva a prendere le distanze dai crismi sacramentali ricevuti dalla Chiesa.
    Un grazie a voi tutti!
    NO AL PENSIERO UNICO!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.

La Casa di Noale propone due motorette brillanti ed economiche: sono le Aprilia RX e SX 125, una enduro, l’altra motard, entrambe vendute a 4.020 euro.

L'articolo Prova Aprilia RX e SX 125, per i nuovi 16enni proviene da RED Live.