Raccolta farmaci per il Venezuela

Mentre il paese entra nel Consiglio Onu per i diritti umani, la popolazione è allo stremo. L’iniziativa del banco farmaceutico

venezuela

Il Venezuela vigilerà sul rispetto dei diritti umani. Del paradosso della nomina del paese governato dal dittatore Nicolas Maduro, tempi.it vi ha già parlato. Quel che preme sottolineare è che, mentre l’Onu combina i suoi pasticci, la sua situazione economica continua a essere drammatica, per non dire tragica.

Popolazione alla fame, uno Stato fallito, inflazione che, secondo le stime del Fmi, viaggia sul 1.000.000 per cento. La situazione è difficilissima anche dal punto di vista sanitario. Per farvi fronte, il Banco Farmaceutico ha lanciato sul proprio sito il progetto “Emergenza Venezuela”.

«In Venezuela, la situazione continua a essere disperata e ogni giorno si aggrava. Mancano beni di prima necessità e anche gli ospedali sono sprovvisti di medicine essenziali.

La maggior parte dei farmaci si possono reperire solamente fuori dai confini del Paese e soltanto chi ha molti soldi può permettersi l’acquisto.

Banco Farmaceutico, da agosto 2016, cerca di dare il proprio contributo raccogliendo, in Italia, farmaci da inviare agli enti assistenziali presenti sul posto.

Le consegne avvenute in più fasi, hanno garantito finora 511.947 confezioni di farmaci, per un valore economico di 5.076.837 euro.

È necessario fare molto di più. Non si può accettare che un popolo intero sia stato messo nella condizione di non avere il minimo indispensabile per sopravvivere.

Per questo, ti invitiamo a dare un piccolo contributo per aiutarci concretamente a donare i farmaci necessari.

Con la tua donazione a #EmergenciaVenezuela acquisteremo farmaci che saranno inviati agli enti assistenziali del Paese sudamericano.

1. Fai una donazione con Paypal

2. BONIFICO all’Iban IBAN: IT 56 F 03110 02400 001570013701
nella causale, inserisci Emergencia Venezuela».

Foto Ansa