Qual è la posizione che devono tenere i cattolici quando fanno l’amore?

Abbi presente chi sei tu, chi è lei, perché siete lì. Che non è la foia di un momento, uno sfogo, una reciproca masturbazione per ottenere piacere.

Quando stavo per sposarmi indagai per scoprire se la Chiesa dicesse qualcosa sulle  – uhu – posizioni lecite tra i coniugi nell’intimità.

La risposta che ottenni fu più o meno questa: non è la meccanica dell’atto che importa, ma lo spirito con cui lo fai. Fate in maniera da guardarvi sempre negli occhi, perché è nel tuo riflesso nei suoi occhi che lo si capisce.

In altre parole: fa l’amore con tua moglie, non con una persona immaginaria o te stesso. Abbi presente chi sei tu, chi è lei, perché siete lì. Che non è la foia di un momento, uno sfogo, una reciproca masturbazione per ottenere piacere. Se è solo il piacere che si cerca tanto varrebbe farlo con sconosciuti.

Invece, se siete insieme, è per accompagnarvi in un destino. Due persone che sono l’una per l’altra guida, e compagnia, e incontro.

La posizione che devono tenere i cattolici quando fanno l’amore? Una posizione ragionevole.

tratto dal blog di Antonio Benvenuti