Onde d’artista firmate Montagna. Il mare di Roma arriva in galleria

Il mare è il tema centrale di una serie di dipinti realizzati con pennellate lievi, veloci e intense in programma dal 19 al 21 ottobre alla Arte Borgo Gallery

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Onda_4

Upside down è il titolo di uno dei quadri più rappresentativi di Susanna Montagna, diventato anche il titolo della sua mostra personale in programma dal 19 al 21 ottobre alla Arte Borgo Gallery, in borgo Vittorio 25, racchiudendo nel suo significato tutto l’universo pittorico dell’artista e una personale visione del mondo.

Il mare è il tema centrale di una serie di grandi dipinti realizzati dall’artista romana con pennellate lievi, veloci e intense che rendono in maniera realistica l’incresparsi delle onde, la trasparenza dell’acqua, i riflessi della luce o il bianco della spuma, suscitando in chi l’osserva un immediato impatto emotivo.

Le onde di Montagna sono le sole protagoniste della scena pittorica e vanno ben oltre la semplice raffigurazione naturalistica per caricarsi di significati intrinsechi, investendo lo spettatore con un senso di smarrimento e di nostalgico abbandono. L’abilità dell’artista sta nel saper riproporre un unico soggetto senza mai cadere nella monotonia e facendolo diventare metafora di più ampie significazioni: il mare come fonte di ispirazione, luogo di pace e di tragedie, di silenzio e di ascolto. Susanna ama perdersi tra le sue onde osservandolo seduta sulla riva o immergendosi in esso, e lì si sente raccolta e protetta come in un ventre materno ed osserva il “mondo sottosopra” per poi lasciarsi invadere dalla luce che dal cielo lo attraversa. Montagna trasferisce nella sua produzione pittorica il proprio desiderio di abbandono e di contemplazione, riuscendo a captare l’essenza e la poesia di quelle onde in moto perpetuo e approdando ad una dimensione nuova che diventa specchio della nostra parte più nascosta. Per questa artista romana il mare è sempre uno spettacolo inatteso, meraviglioso, una di quelle cose che non finirebbe mai di guardare. Trasportata dalla scia di incanto e di quiete l’artista indaga, osserva e riflette sull’esistenza, ricerca e ritrova se stessa, si butta alle spalle tutto e rinasce appagata dalla magia che il mare sprigiona. La tecnica pittorica mescola sabbia, olio e stucco e conferisce all’insieme una resa poetica di forte impatto che arriva, per assurdo, a riprodurre il suono e il profumo di quelle onde. Di fonte ai suoi quadri l’osservatore si immerge nell’immensità di quella distesa d’acqua che ci sussurra all’orecchio intimi pensieri, che ci culla la mente, che ci avvolge il corpo e ci estrapola per un attimo dalla frenesia contemporanea per condurci in una dimensione “altra”, diversa, rasserenante.

Nuotatrice instancabile e amante dell’acqua in tutte le sue forme, Susanna Montagna è diplomata alla scuola universitaria per interpreti-traduttori; ha frequentato istituti d’arte a Roma e iniziato la sua attività come decoratrice e restauratrice. La bellezza delle sue tele è racchiusa nell’intimo dialogo che sa instaurare con la natura e nella spontaneità delle immagini alle quali conferisce movimento; perché alla fine il mare di Susanna ci abbraccia, ci fa sentire protetti, confortati, ci guida per mano in quello che è il viaggio più bello, quello della mente.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •