«Non bisogna restare incinta». La nuova campagna di propaganda nelle scuole del governo Hollande

Una mostra sponsorizzata dal ministero dei Diritti delle donne, sotto il titolo “Cambiamo la mentalità”, invita le giovani ad avere paura della maternità

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

francia-maternità-governo-hollande-diritti-donne1Non bastava la diffusione dell’ideologia del gender nelle scuole francesi, che il governo ha promosso quest’anno attraverso il programma ABCD dell’uguaglianza con lo scopo di «decostruire gli stereotipi di genere». Ora ci si mette pure il ministero dei Diritti delle donne a inculcare nuove idee di presunta civiltà e parità agli alunni.

NON RESTARE INCINTA. Così in una scuola di Tolosa è stata allestita una mostra che con simpatici disegni invita le ragazze ad essere spaventate dalla maternità. Due disegni presenti nella mostra, pubblicati sul blog VigiGender, sotto il titolo “Cambiamo la mentalità” vanno in questa direzione.
Il primo mostra una ragazza alla guida di un aereo, in procinto di precipitare, che afferma: «Non bisogna cadere… incinta», sfruttando un gioco di parole con il verbo “tombe”, che in francese significa “cadere” ma viene usato anche per dire “restare incinta”.

francia-maternità-governo-hollande-diritti-donne«INVENTARE L’UOMO INCINTA». Il secondo ritrae due donne tra alambicchi ed esperimenti scientifici. La prima dice: «Per fare carriera c’è una sola soluzione: inventare l’uomo incinta». E la seconda che risponde: «C’è ancora del lavoro da fare». Come a indicare che la maternità è qualcosa da evitare perché potrebbe ostacolare la carriera lavorativa.
Questa nuova campagna finirà come quella sull’ideologia di genere, giudicata dallo stesso ministero dell’Educazione un flop?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •