Nigeria. Boko Haram rapisce altre 20 ragazze. A due mesi dal sequestro di Chibok, ancora nessuna novità

I terroristi islamici hanno fatto irruzione in un accampamento nomade di Fulani, etnia musulmana, vicino a Chibok e hanno prelevato 20 ragazze e tre uomini

Almeno altre 20 ragazze sono state rapite in Nigeria da Boko Haram gioevdì scorso, riporta oggi la Bbc. Secondo alcuni testimoni i terroristi hanno minacciato di morte le ragazze con le pistole e poi le hanno caricate su alcuni camioncini, portandole in un luogo sconosciuto nello Stato settentrionale di Borno.

NUOVE RAPITE. I terroristi hanno fatto irruzione in un accampamento nomade di Fulani, etnia musulmana, vicino a Chibok, dove lo scorso 14 aprile gli islamisti hanno rapito 276 ragazze, in prevalenza cristiane. L’esercito non ha voluto commentare la notizia mentre un membro del gruppo di vigilanza locale ha detto di aver inseguito i camioncini invano. Sarebbero stati rapiti anche tre uomini, che hanno cercato di impedire il sequestro delle 20 giovani.

ONDATA DI ATTENTATI. La scorsa settimana Boko Haram ha condotto un’ondata di nuovi attentati che ha portato alla morte di almeno 200 persone, anche se alcuni fonti parlano di oltre 400 vittime. I villaggi a prevalenza cristiani di Attagara, Agapalwa e Aganjara nel nord della Nigeria sono stati colpiti più di una volta, le abitazioni e le chiese locali sono state distrutte e in mezzo alle macerie i terroristi hanno piantato la loro bandiera.

nigeria-ragazze-rapite-boko-haram1CHIBOK, NESSUNA NOTIZIA. Intanto, a due mesi dal rapimento delle studentesse di Chibok, non si hanno ancora notizie sulla loro sorte e sullo stato di avanzamento delle ricerche. Secondo alcune fonti della Bbc, il governo nigeriano saprebbe dove sono tenute nascoste le ragazze ma non si azzarda a tentare di liberarle per non mettere in pericolo la loro vita.
Sembra anche che un intermediario abbia incontrato i leader di Boko Haram a maggio per accordarsi su uno scambio di prigionieri ma è saltato tutto.