Migranti. Nessuno li salva da solo. Che cosa c’è nel nuovo numero di Tempi

L’emergenza della Grande Migrazione e una storia esemplare dall’Uganda. Guida ai contenuti del numero di agosto del mensile. Con uno speciale Meeting

I migranti? Nessuno li salva da solo. È questo il titolo della copertina del Tempi di agosto 2019. Nel nuovo numero del mensile, infatti, parliamo della Grande Migrazione e del fatto che, sebbene siano stati fatti molti passi avanti nel controllo dei flussi (sì anche grazie al tanto demonizzato decreto sicurezza), tuttavia la questione non è affatto risolta.

Se è vero che non possiamo e «non dobbiamo accogliere tutti» (nemmeno secondo la Chiesa, come spiega nel suo articolo Luca Del Pozzo), è altrettanto chiaro che «non basterà chiudere i porti» per poter considerare chiusa anche l’emergenza. Come scrive Alfredo Mantovano, per governare la Grande Migrazione bisogna pensare in grande. Per Tempi questo vuol dire pensare il problema secondo le dimensioni che ha, cioè quelle del mondo. E agire di conseguenza. È un tema che riguarda la politica e le istituzioni, certo, ma non solo. La storia della scuola Luigi Giussani di Kampala, Uganda, indica chiaramente un altro livello su cui occorre cominciare a lavorare.

Copertina del numero di agosto 2019 di Tempi

Nel numero di agosto di Tempi c’è inoltre un imperdibile speciale dedicato alla quarantesima edizione del Meeting di Rimini. Pensando al titolo della manifestazione di quest’anno, «Nacque il tuo volto da ciò che fissavi», il celebre verso dedicato dal poeta e papa e santo Karol Wojtyla alla Veronica della Via Crucis, abbiamo chiesto al giornalista tedesco Paul Badde, “scopritore” del misterioso “Velo di Manoppello”, di raccontarci la sua vita completamente stravolta da Giovanni Paolo II e da quel misterioso lenzuolo. Sempre nello speciale, Mauro Grimoldi ripercorre la genesi di quella poesia di Wojtyla. Inoltre segnaliamo alcuni eventi e presenze davvero da non perdere al Meeting. Dalla Terra Santa al Venezuela.

UN ABBONAMENTO GRATIS

A proposito di Meeting: ricordatevi di passare a salutarci in fiera! Ci trovate nella Hall Sud della fiera, stand Illumia-Tempi. Non ci saremo solo noi e le copie di Tempi. C’è anche un’offerta che vale davvero la pena di prendere in considerazione: un abbonamento full in omaggio offerto dagli amici di Illumia. Come si fa ad approfittarne? Semplice, è tutto spiegato qui.

CHE COSA C’È NEL NUMERO

In attesa che il numero di agosto arrivi nelle loro case, gli abbonati a Tempi possono già sfogliare la rivista in formato digitale nell’area riservata del sito. I lettori non ancora abbonati, invece, farebbero bene ad abbonarsi subito cliccando qui.

Di seguito, una guida ai servizi, alle rubriche e ai commenti contenuti nel mensile.

PRIMALINEA

Sulle ali del contribuente
Vale la pena di prendersi sulla testa una zavorra da 4 miliardi di euro per permettere alla “nuova” Alitalia di decollare ancora? Un economista esperto di trasporti spiega perché il solito vecchio schema non funzionerà. Come tutte le altre volte
Di Andrea Giuricin

COPERTINA

Nessuno li salva da solo
Sono indubbi (e confermati dai numeri) i progressi fatti nel governare gli ingressi clandestini e regolari. Ma è illusorio pensare di affrontare la Grande Migrazione a forza di sbarchi vietati e decreti sicurezza. Bisogna coinvolgere mezzo mondo. E non abbiamo neanche iniziato
Di Alfredo Mantovano

Aprire gli occhi prima che i porti
Controllo dei flussi, rispetto delle leggi, repressione degli abusi. La Chiesa sa parlare molto chiaro quando lo richiede la realtà
Di Luca Del Pozzo

Gli ultimi re dell’Uganda
Storia della scuola che trasforma i ragazzi dello slum di Kampala nei migliori studenti del paese. «Invece di picchiarli, insegniamo loro che hanno un valore infinito». Anche se non sono figli del presidente
Di Leone Grotti

POLITICA

Tra sovranisti e tecnocrati c’è di mezzo tutto un popolo
Reduce da una campagna elettorale in cui ha fatto nomi e cognomi, il leader di Mcl Carlo Costalli è sicuro: «Una piattaforma cattolica e liberale serve eccome. E alle proposte chiare la gente risponde»
Di Emanuele Boffi

SPECIALE MEETING

Se sapessimo che aspetto aveva davvero
«Nacque il tuo nome da ciò che fissavi», recita il titolo del Meeting 2019. Sono le parole sussurrate da un grande papa alla Veronica della Via Crucis. Il giornalista tedesco che si è battuto tutta la vita per restituire ai cristiani il Volto Santo impresso sul velo di lei ci racconta la sua folgorazione 
Di Paul Badde

Quel desiderio di vedere
Incursione nella poesia di san Giovanni Paolo II per capire la nascita di una nascita. Quella di colei che ci è sorella nella nostra inquietudine
Di Mauro Grimoldi

In mezzo al disastro si alzò una canzone
Così la pazza idea di sfidare la catastrofe del Venezuela con la musica ha conquistato il più grande chitarrista del paese. In arrivo a Rimini
Di Rodolfo Casadei

Una lezione iniziata ottocento anni fa
L’unità «inspiegabile» tra cristiani e musulmani che fiorisce dalla presenza dei francescani in Terra Santa. Una mostra spiega perché tutto cominciò con la visita del patrono d’Italia al Sultano nel 1219
Di Leone Grotti

SOCIETÀ

Il balsamo dell’amicizia
Nel cuore della Milano dei danee c’è un’opera di carità creata e tenuta in piedi da medici che pagano per visitare i pazienti. E per condividere tutta la vita con loro e tra loro. I trent’anni della Fondazione Moscati
Di Caterina Giojelli

SPORT

L’ora di darci un calcio
Basta con la poesia delle bandiere, la retorica da stadio, le soap operas alla Icardi e Wanda Nara. Se si è potuto realizzare il sogno Cr7 e fantasticare su James Rodríguez, è perché siamo diventati un po’ più cinici. Catalogo preventivo dei tipi umani del campionato di serie A
Di Roberto Perrone

IL NOCCIOLO DELLA QUESTIONE

Il segreto del bene comune
Nell’epoca in cui nulla regge perché tutto si fonda sui sentimenti, bisogna dialogare con un filosofo come Francesco Botturi per affrontare fino in fondo certe domande fondamentali. Cosa ci tiene insieme? E come si difende la libertà dal capriccio del potere?
Di Rodolfo Casadei

LE RUBRICHE

E inoltre le rubriche e i commenti (e le vignette) delle firme di Tempi: Giancarlo Cesana spiega che cos’è l’unità dei cattolici e perché non si fa con le chat di Whatsapp; Renato Farina e padre Aldo Trento contro il pregiudizio indecente intorno a Roberto Formigoni (e noi che lo abbiamo condannato come i giornali); Luigi Amicone sullo «spinello totalitario di massa». Poi uno strepitoso Berlicche a proposito dei cattolici confusi dal «serio desiderio di paternità e maternità» delle coppie Lgbt. E ancora: Marina CorradiFred PerriGuido ClericettiPippo CoriglianoMarco CobianchiMarco InvernizziSimone Fortunato.