«L’Area C non ha diminuito smog e traffico, ma ha arricchito le casse del comune» [link url=https://www.tempi.it/videogallery/area-c-un-fallimento-per-il-traffico-e-lambiente#.UBEptUROEzM]Video[/link]

Il Consiglio di Stato chiude l’Area C di Milano. Carlo Masseroli, capogruppo Pdl al Comune: «Ora speriamo che la giunta Pisapia non introduca nuove tasse».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Al Consiglio di Stato non piace l’Area C di Milano, che limita la zona centrale della città e costringe gli automobilisti al pagamento di un ticket d’ingresso alla giunta Pisapia. L’organo costituzionale ha infatti ritenuto, a seguito di un esposto da parte del proprietario di un parcheggio che si era visto diminuire il proprio volume d’affari, non valida la limitazione decisa dal primo cittadino e tanto decantata in campagna elettorale.
Carlo Masseroli, capogruppo del Pdl al Comune di Milano, commenta a tempi.it la scelta del Consiglio di Stato ritenendola un passaggio intermedio che sintetizza il malessere dei commercianti all’interno dei bastioni milanesi. Per Masseroli l’Area C è un sostanziale fallimento, visto che non ha reso più pulita l’aria di Milano. Il Pm10, infatti, è agli stessi livelli di sempre: «Anche se il Comune ha adottato uno stratagemma, misurare il black carbon, affidando i rilievi a un’azienda partecipata». Si è così creata, secondo il capogruppo del Pdl, la classica situazione in cui non vi è distinzione tra il controllore e il controllato.

Altro punto critico riguarda la diminuzione del traffico: «Anche a Bologna e a Torino è diminuito, senza adottare provvedimenti simili all’Area C. La riduzione sta avvenendo dappertutto a causa dell’aumento della benzina e della crisi. Non è un effetto della congestion charge». Masseroli si è detto preoccupato per la situazione delle casse comunali: «L’Area C, tra ricavi originati dal servizio e le conseguenti multe, avrebbe portato al Comune decine di milioni di euro. Speriamo che la scelta del Consiglio di Stato non si tramuti in un’introduzione da parte della giunta di nuove tasse. Mi auguro che la toppa che metterà questa amministrazione non sia peggio del buco».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •