Inter – Cesena 3-2. Gol, sintesi e highlights

Quinta vittoria di fila per i nerazzurri. Una «vittoria pesantissima», frutto delle reti messe a segno da Eto’o, Maicon e Chivu. Bogdani e Giaccherini, espulso nel finale, non bastano per rimettere in carreggiata i romagnoli, che sfiorano più volte il pareggio nel finale ma alla fine non fanno nemmeno un punto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Vittoria pesantissima» così l’ha definita Leonardo. Vittoria sofferta aggiungiamo noi. Quinta consecutiva per i nerazzurri, quarta tenendo conto solo del campionato. «Tutte diverse» dice Leonardo, anche questa. Ieri si è faticato parecchio, e c’è voluta un po’ di fortuna per uscire con i tre punti.

Se avessero fischiato il rigore sul tocco di mano di Chivu (assolutamente involontario e casuale) non sarebbe stato scandaloso. L’Inter parte benissimo, va in vantaggio con il solito Eto’o e raddoppia con Milito. Poi il Principe si fa male e la partita cambia. Al suo posto entra un evanescente Biabiany e l’Inter in 6 minuti subisce il pareggio: prima Bogdani e poi Giaccherini rimettono in gioco un Cesena davvero brillante.

Prima dello scadere Chivu porta di nuovo in vantaggio l’armata nerazzurra grazie all’ennesimo cros pennellato dall’artista Maicon. Nel secondo tempo da segnalare la traversa di Eto’o e due buone occasioni per il Cesena che nonostante l’assalto finale non raggiunge il pareggio. Tre punti pesanti che lasciano qualche preoccupazione: una difesa davvero traballante dopo la perdita forzata di Samuel e in attesa che Ranocchia sia pronto a giocare da titolare; un attacco troppo leggero se si escludono Eto’o e Milito.

Forse servirebbe un innesto senza spendere cifre folli.
Servirebbe un Cruz, che stava in panchina senza fiatare e quando era chiamato in causa non faceva rimpiangere l’assente. Leonardo dice che è contento della rosa, ma se arrivasse qualcuno….

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •