Google+

Il prof che ispirò il mito della Olivetti. Il cuoco che rovinò John Profumo

aprile 7, 2017 Sandro Fusina

Le considerazioni del professor Wedderburn sui turni di lavoro avviarono un aspro dibattito mondiale. Lo scandalo che coinvolse Lucky Gordon.

Zander-Wedderburn-large-image-web

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Zander Wedderburn. Nacque il 9 maggio 1935. Nacque a Edimburgo da un magistrato e una casalinga. Nel 1959 si laureò in psicologia a Oxford. In servizio come psicologo, prima nella marina militare e poi presso una grande acciaieria del Northamptonshire, registrò numerosi casi di disagio attribuibili all’organizzazione del lavoro. Docente universitario, attinse a quella esperienza per ragionare su tempi e metodi e soprattutto sulla questione dei turni di lavoro.

Erano, nel Regno Unito, gli ultimi anni Cinquanta, i primi anni Sessanta: gli anni dei giovani arrabbiati di John Osborne, dei film desolati tratti dai racconti d’ambiente proletario di Alan Sillitoe, come Sabato sera, domenica mattina; gli anni del proletario Andy Capp, l’eroe delle strip che al lavoro non concedeva neppure un attimo del suo prezioso tempo, ripartito tra lunghi sonnellini sul divano di casa, l’utilizzo integrale del tempo di apertura dei pub, il prelievo furtivo di spiccioli per la birra dalla borsetta dell’industriosa moglie Flo, e altri impegni come le gare di piccioni viaggiatori e di freccette. Che quota di responsabilità in tanto disagio avrà avuto la turnazione su base settimanale: una settimana il primo turno, la successiva il secondo turno e la terza il turno di notte?

Negli anni dell’industria pesante imperante, dei suoi vantaggi e dei suoi inconvenienti, le considerazioni del professor Wedderburn avviarono un dibattito aspro e internazionale. La sua proposta era: due giorni di primo turno, due giorni di secondo turno, due giorni di turno di notte seguiti da tre giorni di riposo.
In Italia le sue idee suscitarono interesse, almeno presso la fondazione Olivetti di Ivrea, che si ispirava alle teorie e agli esperimenti anglosassoni del neocapitalismo per immaginare una forma di organizzazione del lavoro che favorisse insieme produttività e benessere materiale e mentale dei lavoratori. Poi, tempi, clima culturale e fortune dell’industria mutarono.
Il professore emerito Zander Wedderburn è morto venerdì 27 febbraio.

Schermata 2017-04-07 alle 17.19.31Aloysius Lucky Gordon. Nacque il 5 luglio 1931. Nacque a Kingston, in Giamaica. La madre, cuoca, lo chiamò Lucky, fortunato, perché quello stesso 5 luglio vinse una piccola somma a una lotteria. Lucky crebbe e lavoricchiò nel porto di Kingston negli anni in cui si affermava la cultura rasta.

Nel 1948 riuscì a infilarsi su un mercantile per mettere piede in Scozia. Sarebbe stato espulso se non avesse accettato di lavorare in miniera. Pochi giorni di polvere di carbone e scomparve. A Londra, a Notting Hill, fu cuoco e cantante jazz, specializzato in spaccate in gioiellerie. Entrò e uscì dal carcere, per una varietà di reati, preferibilmente violenti. Al Rio Café di Notting Hill controllava lo spaccio di marijuana. Passò per lo shopping Christine Keeler, modella giovane e avvenente, accompagnata da un osteopata di grido di nome Stephen Ward e da un amante, un certo John Profumo, figlio di barone e segretario di Stato per la guerra nel governo tory di Harold Macmillan. La Keeler aveva qualche altro amante, tra i quali si contava un Yevgeny Ivanov, casualmente attaché navale all’ambasciata sovietica. Gordon si unì al drappello con ambizioni egemoniche.

Lo scandalo scoppiò quando un collega di malavita, geloso di Gordon, tentò di entrare a colpi di pistola nell’appartamento di Ward, dove si trovava la Keeler. Uscì il nome di Profumo, gentiluomo ed eroe dello sbarco in Normandia. Macmillan si dimise. Il successore, sir Alec Douglas-Home, indisse elezioni. I conservatori furono battuti: cominciò l’era dei laburisti e di Harold Wilson. La Keeler finì in prigione per avere diffamato Gordon, Ward si uccise, Profumo si riabilitò con opere caritatevoli.

Gordon scoprì che un produttore giamaicano aveva pubblicato un album sull’affare Profumo. Tentò inutilmente di estorcergli denaro, ottenne solo un posto di cuoco e di factotum nello studio di registrazione di Notting Hill.
Quando nel 1977 decise di trasfersi a Londra, Bob Marley trovò appropriato assumere Gordon come cuoco.
Lucky è morto mercoledì 15 marzo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.