Google+

Gran Bretagna. “Madre” e “padre” banditi dai moduli di ammissione delle scuole cattoliche

novembre 17, 2017 Caterina Giojelli

Dopo una causa legale a Londra, il Servizio di educazione cattolica ha invitato gli istituti cattolici a conformare la propria modulistica al balbettio burocratico tanto caro alla chiesa arcobaleno

scuola-ansa

I termini “madre” e “padre” dovranno essere banditi dai moduli di ammissione delle scuole cattoliche britanniche. Accade a Londra, dove il Servizio di educazione cattolica, organo della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles, ha invitato gli istituti cattolici a conformare la propria modulistica al balbettio burocratico tanto caro alla chiesa arcobaleno: non più “mother”, non più “father”, bensì “parent”.

Tutto nasce, come nei migliori templi social, da una segnalazione di un utente: l’Office of the Schools Adjudicator (Osa, l’organo di governo che si occupa di politiche di ammissione nelle scuole) ha infatti accolto l’accorato reclamo di un genitore che voleva iscrivere i figli alla scuola elementare cattolica di Holy Ghost a Wandsworth, sud-ovest della città: la modulistica dell’istituto viola le norme di ammissione, discrimina i gay, i separati, i genitori acquisiti, è stata la sua tesi. Tutto per colpa di quelle informazioni che in un primo incartamento vengono richieste sia per mamma che papà e in un incartamento supplementare per un solo “genitore” o per il tutore.

«In assenza di chiarimenti del termine “genitore” – spiega il giudice Peter Goringe – l’uso delle parole “madre” e “padre” potrebbe, come suggerisce la persona che ha sporto denuncia, implicare una limitazione della sua definizione da parte della scuola». In altre parole, se usi madre e padre in un modulo non puoi usare genitore in un altro, dando per scontato che tu per genitore intenda solo madre e padre, e chi li sente poi tutti quei genitori gay, accoppiati, single, adottivi, separati che vogliono mandare i figli nelle scuole cattoliche del Regno e si sentono discriminati da un modulo ancor prima di averceli mandati?

Dal Servizio di educazione cattolica assicurano che stanno lavorando a stretto contatto con le diocesi e l’Osa per sviluppare un certificato che abbia un approccio unificato per tutte le scuole cattoliche e rispetti pienamente le norme. In pratica un ufficio complicazioni cose semplici: «La nostra società è basata sulle famiglie e la maggioranza ha un padre e una madre», ha sbottato al Sunday Times Alan Smithers, direttore del centro per la ricerca sull’Educazione e il lavoro dell’Università di Buckingham criticando la sentenza, «se c’è un solo genitore, compilerà solo un campo del modulo». Non è difficile. Ma siccome non esiste un’agenzia per la difesa del buonsenso, nell’avanzare di una nuova società burocraticamente uniformata la semplificazione consiste nell’eliminazione di madri e padri per natura. Al loro posto i più politicamente e ora cattolicamente corretti genitori per legge.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.